Fumetti osé anni ’70-’80: ecco come sono cresciuto

Pubblicato: 17 marzo 2008 da Dadi in Citazioni, Marketing, Mercato, Ricordi
Tag:

a61d_1.jpgSono entrato in competizione qualche tempo fa’, quando si parlava di Puffi e Barbapapà.

Io, molto più terra terra, mi ricordavo più di altri tipi di personaggi e di fumetti, che hanno allietato la mia crescita in fase pubertale, quando buttai via Topolino e …

6132_1.jpgParticolarissimi giornaletti: ammiccanti copertine a colori, molte pagine e piccolo formato a volumetto. Sicuramente rappresentavano un  inquitante e imbarazzante pensiero sessuale, ma non più becero, però, dei truculenti settimanali finto-impegnati quali A.B.C. e Cronaca Vera.
E poi erano consoni a un mondo che stava cambiando i propri pudori e le proprie idee di libertà sessuale. Un nuovo modo di vestire, di parlare e di pensare.
Pensiamo solo al fatto che alcuni artisti del periodo usavano l’idea dell’omosessualità e anche transessualità come veicolo pubblicitario (è il caso di Renato Zero piuttosto che Amanda Lear).

I più interessanti e divertenti, che io ricordo con maggior affetto sono Il Tromba (storia di uno spinazzone in servizio di leva che tra un guaio e l’altro sfoggia la sua ars amatoria) e Lando un giovane scapestrato con il suo amico (peggio che lui) in cerca di situazioni per fare fortuna.

9197_1_b.jpgomxs0zo12t_7dfgbvjb3-gncagbuqpvm.jpg94f9_1_b.jpga7_1_b.jpg

ilmontatore_mortadella-story.jpgilmontatore_00tette.jpgInoltre tra quelli da me maggiormente preferiti c’era Il Montatore, dove le vicende erano vissute da un estroverso camionista propenso più a correre dietro alle gonnelle che non sulle strade, con la faccia ripresa al buon Lando Buzzanca, secondo un’usanza in voga nei fumettisti dell’epoca che ricalcavano i protagonisti sui volti delle persone famose: così Playcolt (un agente segreto) era ripreso da Alain Delon, Sukia da Ornella Muti e Lando stesso evidente caricatura di Adriano Celentano; e fino al 1982 quando uscì Pierino copia inconfutabile di Alvaro Vitali, il quale ne sfruttò anche l’onda cinematograficamente.

105f_1.jpg emanuela-fumetto-numero_2014.jpg

5d4d_1.jpgCome infine non citare Maghella (di cui ero follemente innamorato), fumetto del ’74 del grande e compianto Dino Leonetti (disegnatore di Mandrake e The Phantom, tanto per capirci), dove una giovane fanciulla con poteri magici viveva rocambolesche avventure a sfondo erotico-sessuale.

La maggior parte dei titoli erano editi dalla Edifumetto di Milano, un vero impero editoriale con traduzioni in tutto il mondo, persino in lingua fiamminga.
Il periodo di diffusione partì dagli inizi degli anni ’70 e ne celebrò la definitiva scomparsa la fine del decennio successivo, quando – complici la capillare diffusione di foto magazine hard e video cassette pornografiche – la poesia di questi piccoli capolavori venne superata dai tempi.

About these ads
Commenti
  1. Sraddino scrive:

    Beh, però come non citare Skorpio! Certo, il livello era molto più soft, però … era all’altezza :P 8)

  2. Dadi scrive:

    si vabbé allora l’Intrepido… ma che c’entra?
    io sto parlando della sezione che era “vietato ai minori di 18 anni”; certo che – ai canoni attuali – c’era ben poco di hard :)

  3. pira scrive:

    Effettivamente si è persa molta della poesia dei nostri anni sigh sigh…

  4. emiliano66 scrive:

    Mi aggancio a Sraddino: ero un lettore di Lancio Story. Anzi, prinmcipalmente di Tex e l’Uomo Ragno. Saltuariamente Lancio Story. Non ho mai letto neanche una delle testate dell’Articolo. Mi sono perso qualcosa? Mah…non credo, ma sono aperto alla discussione :-)

  5. Dadi scrive:

    Tranquillo: non ti sei perso nulla. E’ come le fragole con la panna: senza la panna le fragole sono buone lo stesso e si lasciano mangiare, ma non sono più “fragole con la panna“.
    Ovvero non averne gustato e assorbito il torbido messaggio non ti ha reso meno. Però neppure PIU’ :D

  6. Sraddino scrive:

    Comunque, sarò anormale ma questi fumetti li conosco di “fama” ma non ne ho mai letto uno (o forse non sapevo ancora leggere e guardavo solo le figure???) 8)

  7. Dadi scrive:

    Voglio spezzare una lancia in tuo favore: i 10 anni che separano le ns. 2 generazioni fanno sì che la tua affermazione sia naturale e abbastanza giustificata.
    Tu avrai sicuramente preferito andare direttamente su Le Ore 8)

  8. Sraddino scrive:

    Eeeeeeeeeeeeesatto!!!
    Negli ultimi anni 80, ma più verso i primi 90 … si preferivano le fotografie al posto dei fumetti ;)

  9. ChiamamiAquila scrive:

    fatti non pugnette :)

  10. realmonk scrive:

    io leggevo l’uomo ragno, devil, i fantastici quattro, thor, alan ford ed il gruppo tnt … però non ho mai disdegnato qualche puntata su lando, il tromba ed il monatore che sono quelli che ricordo meglio anche se maghella, purtroppo frequentata molto poco, era effettivamente molto intrigante. caro emi mi sembra piuttosto strano che tu non abbia potuto colmare la tua grave lacuna almeno in quel di montefinale … l’organigramma interno e parallelo di ogni batteria prevedea l’apposita carica del “tattico” il cui compito era di custodire ed aggiornare il patrimonio culturale della batteria ricevuto in eredità dai nonni e, soprattutto, quello di dotare ogni turno di guardia dei necessari supporti psicologici al morale.
    bei tempi … forse hai fatto poche guardie … imboscato !!!

  11. Dadi scrive:

    Non ho avuto modo di plaudire prima il commento del Monk: veramente completa, graffiante e divertente. Touché Emilano, 1 a 0 per il Monk ;-)

  12. alf scrive:

    il montatore non era un camionista ma un operaio politicizzato

  13. Dadi scrive:

    Alf, ho l’immagine de ‘il montatore’ come camionista… forse sbaglio ma mi rircodo che spesso si muoveva con un camion rosso (tipo OM Leoncino) ;-)
    Cmq grazie.

  14. Davidian scrive:

    Chiedo aiuto a Voi…..
    Negli anni 80 andavo a casa di un amico con il quale guardavamo (di nascosto) i fumetti pornografici del padre.
    Non mi ricordo assolutamente il nome del fumetto, ma mi ricordo che avevano un simbolo particolare che purtroppo non ricordo..
    Qualcuno di voi ha qualche idea?

    • Dadi scrive:

      Mi lusinga che passiamo per esperti… immeritato ;-)
      Cmq, i tuoi dati mi sembrano un po’ pochini (sembrava brutto dire “inesistenti” :) ). E’ un fumetto degli anni ’80 oppure voi lo avete visto in quel periodo (ma magari molto più antico)?
      Immagino che sia un fumetto vero (ossia comics) e non un fotoromanzo porno, tipo Supersex (che mito).
      Una qualche traccia – trama, ambientazione, etc – potrebbe aiutare…

      PS: magari chiedere al padre? 8)

    • Daniele scrive:

      ciao io mi ricordo che molti fumetti avevano uno squaletto sul dorso!

  15. massimo scrive:

    ciao, io cerco informazioni su un fumetto degli anni ottanta, era un fumetto porno/erotico gay che si chiamava “macho” nessuno lo conosce, e mi potete dare informazioni dove posso recuperarlo?, lasciuo la mia mail confine@hotmail.it grazie mille a tutti

    • Dadi scrive:

      Non ho mai sentito MACHO ….

    • azz scrive:

      forte. era un bel fumetto ispirato al modello peter berlin, che aveva i capelli biondi lunghi e indossava sempre pantaloni aderentissimi che mettevano in risalto il pakko. nel fumetto si vedevano sempre erezioni gigantesche ma forse proprio perkè indirizzato al pubblico gay non ha trovato grande successo (io lo compravo di nascostissimo e dopo averlo letto lo buttavo per paura di essere visto)

  16. Gianluca scrive:

    Salve a tutti io sn in possesso di alcuni fumetti che riguardano il genere sex/horror.. es. lo scheletro, de sade, oltretomba,wallestein,jacula… e qualche fumetto cn episodi completi es. ramazzami tutta bel soldatino, candida la marchesa, vampirissimo un abisso di terrore.. ecc ecc.. se qualcuno fosse interessato mi contatti pure all’indirizzo email gianluca.molaro@virgilio.it

  17. rizzima scrive:

    ma alcuni di questi fummetti qualcuno li ha messi online?…impossibile vero!!! però sarebbe una figata
    qualcuno sa se si possono trovare a prezzi decenti?

  18. rizzima scrive:

    …se non sbaglio appartenevano alla collana “lo squalo”, può essere?

  19. Elvio scrive:

    Caro Dadi, non ricordi male! A quei tempi ( e che bei tempi! Ci passavi le serate con le classiche borsate di “giornalini” da scambiare con Gli amici. ) dicevo, non ricordi male, c’era un fumetto che era proprio ” IL CAMIONISTA ” e che dal disegno assomigliava al “IL MONTATORE ” che era appunto un operaio speciallizato della ditta: ” PISELLI “. Oltre a ciò io ho trovato uno spropositato elenco di fumetti dell’epoca ( anche da collezione ) nel sito: http://WWW.MENCARONI.IT spediscono su richiesta e sono molto precisi, i fumetti sono solitamente molto ben conservati.

  20. maxi scrive:

    Qualcuno si può scaricare da emule, cercandolo come archivio .rar o .zip: per esempio ci sono 10 volumetti di Maghella (di cui 9 in finlandese e 1 in italiano) una quantità di Lucifera (2 in italiano, gli altri in francese), 3 volumetti di “pig”, il n. 15 di Casinella, il n. 106 di Oltretombagigante, alcuni di Hessa (non chiedetemi cos’è).

    Si trovano anche in formato pdf

  21. azz scrive:

    per me i + forti rimangono quelli di PRIMO.
    i + hard sono il n. 12 e il 16.
    il n 12 inizia con una soldatessa a cui per un incidente abbassano i calzoni davanti a tutti. in copertina indossa il reggicalze, ma nell’albo è senza mutandine e si copre la figa con la camicetta. più avanti la ragazza seduce un bel soldatino. prima gli abbassa la cerniera, poi lui si eccita e si toglie la divisa restando in camicia e cravatta.
    il n 16 aveva una copertina memorabile, dove si vede lo stesso soldato che viene sorpreso da una ragazza mentre è solo in camicia: imbarazzato, si mette sull’attenti e gli viene duro, e si vede un erezione da sotto la camicia come se avesse un fucile spianato.

  22. andrea scrive:

    non so perchè m’è tornata alla mente Maghella, guardavamo i fumetti nel garage del babbo del mio amico, che erano di suo fratello più grande…io Maghella me la sono sognata per anni!!avremo avuto 9 o 10 anni, neanche sapevamo cos’erano le seghe…
    bah!

  23. mauro scrive:

    ehhh, che bei tempi….
    per restare su quella ‘tipologia’, ti ricorderai che per gli stessi nobili motivi spesso si leggeva anche il catalogo postal market (ovviamente solo nelle pagine inerenti certo abbigliamento…)

  24. anto scrive:

    ….si perche voi non ricordate quelle fatidiche pagine del postal market…………..!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  25. mauro scrive:

    qualcuno di voi sa per caso dove scaricare dei pdf di questi amati fumetti erotici ??

  26. Ste scrive:

    Cerco da un po’ di tempo – senza successo – uno di questi fumetti osè, che aveva come protagonista un’investigatrice “molto convincente”. Sfortunatamente, non ricordo il titolo, ma da quello che ricordo doveva essere degli anni 80 e la storia che avevo letto era incentrata su un paio di omicidi, che venivano risolti dalla detective “stancando” l’omicida a suon di sesso, prima di passare all’arresto… qualcuno ricorda qualcosa del genere, perchè è un fumetto che vorrei rivedere con piacere, ricordando vecchi tempi!

  27. Dadi scrive:

    personalmente non mi sovviene; anzi credo di non averlo mai letto; ma io non faccio storia ;-)

  28. Ste scrive:

    peccato! continuerò la ricerca…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...