Post: L’innovazione re-inventa la ruota. E’ tempo di evolvere!

Pubblicato: 7 maggio 2007 da Dadi in Ambiente, Blog, Blog amico, Calcio, Cultura, Gossip, Informatica, Internet, Lavoro, Linux, Microsoft, Note legali, Notizie, Politica, Real politik, Società, Technology

Importante il post di Daniele che vi riporto integralmente: meglio dare eco alle cose interessanti.

Dopo il servizio di Report sul software libero a Bolzano sono state numerosissime le opinioni positive nella blogosfera nazionale. Bene, bravi, avanti così! Proprio perché troppa felicità fa male, il governo provvede a stringere accordi con monopolisti in totale contro-tendenza mondiale.

Dal comunicato stampa (link ufficiale | precaridellaricerca)

“Lunedì 7 maggio alle ore 13 presso la sala stampa di Palazzo Chigi, i Ministri Fabio Mussi e Luigi Nicolais, insieme all’amministratore delegato della Microsoft, Marco Comastri, presenteranno alla stampa un protocollo d’intesa che prevede un rapporto di collaborazione che ha come obiettivi principali la formazione, il trasferimento tecnologico e la facilitazione di progetti di ricerca. In particolare il protocollo prevede la costituzione di tre Centri per l’Innovazione nelle Regioni Piemonte, Campania e Toscana, per lo sviluppo di attività basate sulle tecnologie Microsoft. “

Sono passati diversi anni dalla mia personale criticha all’abuso del termine “innovazione” [Una comunità che evolve – Daniele Medri]. Allora , come oggi, consigliavo l’introduzione della parola “evoluzione” per rimarcare un progresso continuo teso al miglioramento, alla qualità (kaizen), all’uso delle soluzioni informatiche di un certo tipo.

Dopo vari anni, con evidenze empiriche rilevanti in favore del software libero, non cambia niente. Attiviamo il tam-tam.

Annunci
commenti
  1. ibronzi ha detto:

    Al peggio non c’è mai fine: questa sì che è evoluzione!

  2. Daniele ha detto:

    probabile. Almeno in questo paese.

  3. sraddino ha detto:

    Chiedo scusa ma mi sfugge il nocciolo della questione….

    Il mondo informatico è pro diffusione del software libero
    mentre il nostro governo no?

  4. Dadi ha detto:

    Mi sembra che invece ti sei ben risposto. Il nocciolo è ben chiaro, non pensi?
    Poi che la cosa venga proprio dai professori della nuova sinistra sa tanto di beffa. Ovvero prendersela con Berlusconi e Co. è cosa buona e giusta se non si finisce per comportarsi alla stessa maniera. Predicare bene e razzolare…

  5. Daniele ha detto:

    Sul “comportarsi alla stessa maniera” avrei qualche dubbio.

    Paradossalmente, da un’indagine che ci fu tempo fa sui siti web dei vari partiti, uno dei pochi ad utilizzare software open source era Forza Italia. Altra nota positiva verso il software open source è stato l’impegno (non troppo evidente, ma meglio che niente) del min. Stanca per l’Open Source nella pubblica amministrazione.

    Al contrario, nel centro sinistra c’erano stati “patti” con Microsoft al tempo di Berlinguer (fine anni ’90) e ora.

  6. sraddino ha detto:

    Io, sempre dall’alto del piedistallo costruito sulla mia ignoranza, mi sento di poter dire innantizutto che destra e sinistra da noi non esistono e secondo poi che non è questione di ideologie politiche ma soltanto di apertura mentale.
    Purtroppo quando però ai princìpi si contrappongono i quattrini….

  7. Dadi ha detto:

    Giusto.
    D’altra parte la mia voleva essere una provocazione: non ne voglio forzatamente fare un discorso politico, ma mi piacerebbe che si prendesse coscienza che se da un lato c’è un evidente conflitto d’interessi, dall’altro non manca solo perché (altrettanto evidentemente) sembra mancare una corrispondenza di partecipazione; leggi chi ruba per conto terzi è ladro quanto quello che ruba per se stesso!

  8. Sraddino ha detto:

    Avete visto? Siamo al 5 posto tra “I post più quotati su WordPress.com” 😀 😀 😀 http://daniele.wordpress.com/2007/05/06/linnovazione-re-inventa-la-ruota-e-tempo-di-evolvere/

  9. Sraddino ha detto:

    Chiedo venia… non era il nostro ma … l’originale 😦

    😀

  10. Dadi ha detto:

    Va comunque bene

  11. Dadi ha detto:

    Bicio, cicio, ficio, gicio, licio, nicio, picio, ricio, sicio, ticio, vizio e zicio: le ho dette tutte così la piantiamo di fare i cojoni 😛

  12. Sraddino ha detto:

    Noto però con piacere che “Il bersaglio” de “La settimana enigmistica” piaceva anche a te 😀 🙂 😛

  13. chiamamiaquila ha detto:

    Trovo che la notizia sia sensazionale: e purtroppo questa è la sola vera novità!!
    per il resto niente di nuovo sul fronte (ancora) occidentale

  14. Sraddino ha detto:

    Beh … come sempre dobbiamo stare a guardare e aspettare!

  15. Roberto ha detto:

    Noto con piacere che il mondo c.d. “civile” sta con gli occhi ben attenti a quello che combinano i politici.
    Debbo anche altrettanto affermare che molte organizzazioni, soprattutto gli enti locali territoriali e non (Comune di Roma, la Polizia Municipale, la Croce Rossa, ecc.) hanno da tempo avviato una politica di acquisto di soluzioni tecnologiche basate su software open-source.
    Quindi notiamo un parallelismo decisamente preoccupante dove le autonomie locali, molto attente ai soldi che debbono e possono spendere, approcciano in una maniera oculata mentre i paperoni col denaro altrui fanno le lobby.

  16. John Doe ha detto:

    085c56c78e42c2d5c6f6a71ae586af58

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...