TFR: un po’ di chiarezza!

Pubblicato: 7 maggio 2007 da Sraddino in Games, Humor, Lavoro, Note legali, Politica, Sexy

Reggetevi forte, il contenuto non è adatto a un pubblico meno che maturo…

Trattamento di fine rapporto.

Annunci
commenti
  1. bloghyblog ha detto:

    Quello che riservano agli italiani non avrà né le scarpe rosse con i tacchi a spillo né sarà così spumeggiante ops! schiumeggiante….

  2. Dadi ha detto:

    Ma protegge dalle irritazioni anali?

  3. sraddino ha detto:

    Purtroppo no caro Bloghy…anzi grasso che cola se ci lasciano qualcosa…

    E, sempre purtroppo, neanche le irritazioni si potranno evitare Dadi!!!

  4. bloghyblog ha detto:

    A tutto c’è sempre un rimedio…in questo caso un pò di “gentalin” e passa la paura…non so se mi spiego!!!

  5. Dadi ha detto:

    Quindi o Chilly tutti i giorni o Gentalin una volta la settimana? 😛

  6. sraddino ha detto:

    Ma partendo da una cosa poco seria per arrivare a una seria… Come la vedete voi la questione TFR?

  7. bloghyblog ha detto:

    Per la verità non ho ancora un’idea ben precisa della questione, penso soltanto che al punto in cui siamo occorra trovare delle soluzioni alternative al trattamento pensionistico (visto che le casse delle singole categorie languono).
    Forse al momento la via sperimentale – in mancanza di altro – è da preferire.
    Anche se questo alla fine significa giocare sulla pelle degli altri…

  8. Sraddino ha detto:

    E qual’è la via sperimentale?

  9. Dadi ha detto:

    Vuoi saperlo sul serio? finisce che bloggy te lo dice pure… e magari qualcuno pensa che sia pure una via valida.
    Dico io: toglietelo sto TFR che tanto è diventato anacronistico e commutatelo in busta paga. Una volta aveva senso, quando un lavoratore rimaneva vincolato ad un’azienda 25/30 anni almeno. Ma oggi…

  10. bloghyblog ha detto:

    Sembrerà banale ma è quella del bidè al momento…poi, chissà, si vedrà!!
    Finché non si rimettono a posto i conti non si fanno riforme strutturali per rilanciare l’economia è il risparmio dei singoli che continuerà a finanziare la nave Italia…

  11. Sraddino ha detto:

    Scusate ma le alternative in realtà sarebbero:

    a) lasciare tutto com’è e cioè prendere il TFR al termine del
    rapporto col datore di lavoro;

    b) investire il TFR (in che modo????) e prendere alla fine sia
    il fondo che il rendimento dell’investimento

    Giusto o ho capito male?

  12. Dadi ha detto:

    Ribadisco il concetto: il futuro del lavoro, come era concepito fino a una decina d’anni or sono, non c’è più.
    Oggi difficilmente un rapporto di lavoro dura oltre 6 o 7 anni.
    A quel punto – terminando il lavoro stesso – c’è la liquidazione del TFR (io già l’ho preso 4 volte nella mia carriera lavorativa).
    Quindi è una panacea volta a far entrare nelle casse pubbliche un certo quantitativo di denaro al tempo zero e risanare i problemi attualmente esistenti. Ma non essendoci una vera politica di rigore e controllo, il dramma è che così facendo ci si indebita (pubblicamente) maggiormente per il futuro: insicurezza sociale differita 🙂

  13. chiamamiaquila ha detto:

    Sono molto preoccupato. E’ giusto che lo sia?

  14. Sraddino ha detto:

    Se sia giusto o no non lo so, però posso dirti che siamo
    almeno in 2!!!

    Io, con la partita iva, non dovrei preoccuparmi del tfr visto
    che non mi riguarda, però il futuro pensionistico mi riguarda
    eccòme e mi preoccupa parecchio!

  15. Dadi ha detto:

    Quella è però un’altra storia. Non confondiamo banane con cetrioli: lo so’ che sono molto simili e finiscono per avere una funzionalità identica, ma le circonferenze hanno diversità significative :-O

  16. Sraddino ha detto:

    In che senso? Non confondere cosa? Il TFR e la pensione?
    Beh effettivamente sono cose diverse però credo che col
    TFR di chi lavora, nel frattempo lo stato paga le pensioni
    di chi ha lavorato, oppure sbaglio?

  17. Dadi ha detto:

    Non è esattamente in questi termini. Dico pure sfortunatamente. Sappi che in Italia è regola abbastanza diffusa quella di non stabilire un’associazione biunivoca tra entrate e spese, altrimenti si saprebbe subito per che cosa uno paga (prendi ad esempio il bollo dell’auto che non è destinato alla viabilità).
    D’altra parte è stabilito anche per Legge dello Stato quello che una spesa debba avere la sua copertura ma il Bilancio delle Entrate è unico e non definito per singolo centro di spesa (esempio Dicastero).
    Quello che stavo asserendo è che il TFR è uno strumento di lavoro teso a rilasciare (in unica soluzione o pro quota) un ammontare che viene accantonato: e la somma è definita e certa, come diritto imprescindibile. Mentre la pensione è definito come strumento di sussidio, per quando si interrompe il lavoro, a carico di un Ente che provvederà a alimentare vita natural durante (tranne nei casi della reversibilità) lo stipendio: ha carattere di incertezza in quantum e durata.
    Sono un po’ la differenza che c’è tra un fondo di accantonamento e un’assicurazione sulla vita; perdona la forzatura.
    Che lo Stato usi una somma per provvedere a coprire un disavanzo è un di cui (potrebbe utilmente trovare anche altre strade sempre legittime: aumentare di un euro il prezzo della benzina per pagare le pensioni, tanto per fare un esempio stupido).
    Quindi il problema del TFR va trattato come problema del TFR (siamo certi di riprendere i ns. soldi?)
    Mentre il problema delle pensioni è il problema delle pensioni (quando potrò andare in pensione? a quali condizioni? ce la farò a mantenere il medesimo tenore di vita di oggi?).
    Ma il cielo è sempre più blu?

  18. Sraddino ha detto:

    Che dire! Complimenti per la spiegazione, mi si è aperto un
    mondo!!! 🙂

    Quindi la domanda giusta ora è: “Che fine farà il nostro TFR???”

  19. Dadi ha detto:

    Macchettefrega che tanto c’hai la P.IVA e guadagni pure due euri? tu hai risolto a monte: nun ce l’hai il TFR 😉

  20. Sraddino ha detto:

    Lo so, però “so’ di non sapere” e vorrei informarmi lo stesso
    😀

  21. chiamamiaquila ha detto:

    Mi sembra anche giusto!

  22. Sraddino ha detto:

    Grazie chiamamiaquila, finalmente qualcuno con un po’ di
    coscienza civica eheh!!

    Poi comunque il discorso interessa alla mia ragazza per
    esempio, interessa ai miei amici … e visto che sembra che
    un po’ tutti ci stiamo capendo nulla volevo cercare il bandolo
    della matassa, purtroppo però, come spesso accade in Italia,
    questo benedetto bandolo non si trova… 😦

  23. Dadi ha detto:

    Scusa Sraddi,
    non pensavo che portare un tocco di ilarità potesse urtare i tuoi sentimenti (già tanto minati) e che ci fossero delle situazioni imbarazzanti al tuo cospetto.
    Mi cospargo il capo di cenere per cotanta mancanza di tatto… e soprattutto perché ho offeso te, essere superlativo e buonissimo, degno di essere venerato sopra ogni cosa.
    AVANTI POPOLO DEL WEB: o si fa una mega manifestazione a favore dei diritti del TFR oppure si caccia un euro o due per uno!

  24. Sraddino ha detto:

    Ahahahahaha! Grande Dadi!

    Mi sa che è stato travisato il tono del mio penultimo post…
    Io qui scrivo perché mi diverto e perché conosco te (che non
    sei il mio tipo ma mi piaci 🙂 ) e ho conosciuto anche tante
    altre persone in gamba 😉 figurati se mi “avveleno” per il
    TFR poi… ehheheeh!!!

    Cmq l’idea dell’uno o due euro per uno per me va bene, quando
    hai finito la raccolta sai dove trovarmi eheheheh!!!

    Mica mi farai sul serio così permaloso????

  25. Dadi ha detto:

    Lo sai che non ti faccio così permaloso. Per questo mi permetto di giocarci sopra.
    Cmq, è giusto: se qualcuno invece di accodarsi alle critiche sapesse anche segnalare qualche idea (temo non percorribile quella dell’euro o 2 perchè so na massa de tirchioni) non sarebbe male.

  26. Sraddino ha detto:

    Ahha a forza de “frequentatte” me pento di non aver approfondito prima la nostra conoscenza 😀

    Grazie AT!

    (per tutti gli altri: scusate il momento di quasi omosessualità e scusate se ho fatto “un uso privatistico del mezzo pubblico” 😀 )

  27. Dadi ha detto:

    Primo esempio di DICO felicemente sposato (con moglie e figlia a carico) :-))

  28. ChiamamiAquila ha detto:

    Qualcuno di noi ha chiamato in ballo, in un commento di altro post, la puntata scorsa di Ballarò.
    Io sono capitato – nello zapping – in un momento in cui una scheda riassumeva i soldi elargiti a parlamentari e senatori per le pensioni da deputato e quelli accantonati a tal fine.
    Il rapporto era di OLTRE 10 a 1.
    E ancora noi ci accaniamo… 😦

  29. Sraddino ha detto:

    W l’Italia …. sob 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...