Tempo di scoperte

Pubblicato: 10 maggio 2007 da Dadi in Friend, Marketing, Motori, Vela

Con la bella stagione non è remoto nel cervello la fantastica idea di poter scorazzare per le strade della città (meglio ancora in zone balneari) con una cabriolet o spider; comicamente tali termini, dal sapore inglese, non sono di derivazione anglosassona; anche se la globalità del mercato ha obbligato a far rientrare anche in tali paesi (senza eccezione anche per gli USA) tali termini, più genericamente le vetture top-less vengono identificate con il termine Convertible e Roadster.

In Italia sono venduti 286 allestimenti suddivisi in 37 marchi e un centinaio di modelli. Inizialmente avevamo soltanto due classificazioni, a seconda se la vettura fosse una 4 posti (cabriolet o semplicemente cabrio) oppure una due posti secca (la spider) per identificare una sportiva che offre ben poco al confort; tutte con rigoroso tetto in tela (meglio se multistrato per prevenire fruscii, freddo e pioggia); in realtà esiste anche la c.d. “targa” per classificare vetture alle quali si può asportare soltanto il pezzo superiore del tettino (normalmente in plexiglass): famosa è la Porsche 911 Targa che è stata un mito degli anni 70/80.   

79por01.jpg

Da qualche anno però, grazie a Mercedes e Peugeot, si è introdotto un nuovo concetto di auto convertibile: la spider o cabrio coupé caratterizzata da un tetto in metallo e/o vetro in grado di frazionarsi e ripiegarsi nel bagagliaio (che però a quel punto risulta di molto ridotto). Si è creata in tal modo una doppia filosofia di vita (e marketing) laddove la casa rimane fedele al tetto in tela (più classico e fruente di un bagagliaio più capiente anche a vettura aperta) e chi ha approntato il salto tecnologico. E’ meno romantico il tettuccio rigido, ma obiettivamente più pratico, salvo che per i detti problemi di spazio di carico.

Ma cosa è meglio? quale il prodotto più riuscito? Se ci dovessimo basare sui dati di maggior preferenza degli italiani, vediamo che (dati UNRAE http://webpress.unraeservizi.com) la più venduta da gennaio a marzo è stata la Citroen C3 Pluriel con 1.036 vetture, seguita dalla Mercedes SLK a 636 auto; poi in ordine: la Smart ForTwo, Peugeot 207 CC, Mini Cabrio, Peugeot 307 CC, Alfa Romeo Spider, VW EOS, Porsche 911 Cabrio, Opel Astra Twin Top. Solo nel mese di marzo, altresì, l’ha fatta da padrone la neo nata Peugeot 207 CC con un buon dato di 475 vetture immatricolate (le dieci vetture citate prima restano anche tra i dati di marzo con eccezione della Porsche uscita a favore della nuova BMW serie 3 cabrio che già dopo il 2° mese di vita si è presa il 5° posto). I numeri in questo contesto non sono giganteschi, in un mercato che conta una media di circa 3.000 vetture mediamente vendute al mese e una penetrazione soltanto del 1,1/1,5%.

Non è possibile, pertanto, avere degli indicatori standard (come avviene invece per le categorie medio-basse), ma bisogna basarsi sul gusto personale e sulla capacità di spesa. 

In questo mercato tanto risicato, le varie case automobilistiche, però, si sbizzarriscono, ad eccezione purtroppo delle italiane, presenti soltanto (oltre alle blasonate Ferrari, Lamborghini e Maserati, ma quello è un terreno differente) con l’Alfa Romeo Spider.

Il mercato quindi ci crede, se poi tante sono le novità che incontreremo nel corso del 2007 e oltre.

L’impegno, pertanto, è nel vedere cosa c’è di nuovo e cosa sta per ingrandire il parco.

Tra le ultime messe in commercio troviamo la già citata Peugeot 207 CC, con l’incarico, manco facile, di far rimpiangere la fortunata 206: tetto rigido e motorizzazioni per tutti i gusti e a prezzi di ingresso altamente sostenibili (da 19 mila euro).

00027144.jpg

Appena lanciata la nuova Ford Focus CC , anche questa in configurazione tetto in metallo, sembra essere un buon prodotto per farci un pensiero; ma è venduta al momento solo con il motore a benzina da 145 HP e il turbo diesel da 135 HP (prezzi da 25 a 29,1 mila euro); in linea con la concorrenza (Peugeot 307 e Renault Megane CC in testa) ma non competitiva al massimo, al meno fino a che non verranno prodotte con motorizzazioni più modeste.

00027117.jpg

La Volkswagen EOS (la nuova dicitura per Golf Cabrio) è già da qualche mese sul mercato. E’ una bella berlina scoperta con tetto rigido di buonissima qualità ma a caro prezzo: quasi 28 mila euro per la versione d’entrata fino a poco meno di 40 mila per la versione più potente; ma a quel punto ci si può indirizzare verso prodotti più blasonati (SAAB, BMW, etc.).

00024967.jpg

AUDI ha rinnovato la linea del coupé TT a cui è seguita da poco lo spider; notevolissima e bellissima, anche più della vecchia barchetta. Prezzi da 38,4 a 49,2 mila euro (le versioni 3.200 cc sono anche quattro). 

00026732.jpg

Una delle più belle scoperte in circolazione è la nuova BMW serie 3 cabrio che chiede, però, per entrarne in possesso non meno di 42 mila euro per la versione Eletta (se poi si desidera il potentissimo biturbo 335i da oltre 330 HP in allestimento MSport arriviamo a 57,6 mila eurucci). Mica bruscolini.

 00026823.jpg

Auto unconventional è la Porsche 911 Targa, con il tetto in vetro che scorre verso il lunotto posteriore. Un fantastico ritorno.  I soldi in questo caso non possono essere un problema (97 mila per la 2 ruote motrici e quasi 108 per la 4S).

00026492.jpg

Appena lanciata la nuova Opel Speedster, chiamata Opel Corsa GT (in richiamo ai vecchio e glorioso GT di anni ’60: ricordate il telefilm comico-spionistico Get Smart? l’agente 86 ne usava una). 

 opelgt20072.jpg

E nel prossimo futuro? Se si ha desiderio di avere qualcosa ancora non visto e si può aspettare, nei prossimi mesi si presenteranno delle vere chicche.

A partire dalla Skoda che produrrebbe la Fabia (forse anche a 4 porte). Presentata al momento al Salone di Francoforte non si dovrebbe far attendere.

Dopo la Maserati Gran Turismo Coupé ci potrà essere la versione aperta. Fantastico gioiello da guidare capelli al vento, per impensierire gli uomini di Stoccarda.

allaguida_maserati_granturismo_spider_1.jpg

La nuova A3 cabrio di casa Insbruck verrà invece presentata a settembre di quest’anno e calcherà le scene dell’estate 2008. I tecnici AUDI non sembrano propendere per la soluzione a tetto rigido ma rimarranno all’80% sul classico.

allaguida_audi_a3_cabriolet_1.jpg

Anche la Porsche 911 subirà dei restyling di cui avremo maggiori dettagli nei prossimi giorni.

Dopo averla presentata in giro per il mondo ai vari saloni dell’auto la gigantesca Mercedes CLC-Cabrio sarà realmente prodotta in serie?

allaguida_mercedes_clc_class_cabriolet.jpg

Ci credono a questo i tecnici marketing di AUDI al punto di aver messo in cantiere, in contrapposizione, una immensa A7 cabrio che potrebbe vedere i natali entro un paio di anni. Al momento il concept è con 4 porte e tetto in tela, ma potrebbe anche uscire in modo più tradizionale e il tetto rigido.

Il pericolo giallo passa anche attraverso il mercato cabrio e spider. Si parla di un impegno di Peter Schreyer (il progettista di AUDI TT) in KIA per la realizzazione, insieme a Hyundai che poi prenderebbe parte delle soluzioni sulla Cee’d, di una accattivante scoperta. Vedremo…

_52324_a_kia_small.jpg

SAAB, da sempre icona di auto cabrio, starebbe lavorando per il restyling della serie 9-3 (che in realtà non è neppure tanto anziana).

Anche da Opel la nuova Tigra Twin-Top che, sempre sulla base della nuova Corsa, vedrà la commercializzazione nel pieno periodo estivo.

Anche la Fiat potrebbe cimentarsi nel topless con la nuova Bravo Cabriolet. Sembra ancora allo studio, ma il nuovo corso appare tendente a coprire tutti i segmenti di mercato. 

allaguida_fiat_bravo_cabriolet.jpg 

E forse questo darà il via anche alla Grande-Punto CC e dare così un bello scossone.

Annunci
commenti
  1. Roberto ha detto:

    Ma quante ne sai… 😉

  2. Sraddino ha detto:

    Scusa ma … troooooooooppo lungo st’articolo, non sono
    riuscito a mantenere la concentrazione 🙂

  3. Dadi ha detto:

    macché lungo. tanto tu guardi solo le immagini… ce ne sono tante! 😛

  4. Roberto ha detto:

    Question: mi posso fare la Porsche? 😛

  5. Dadi ha detto:

    Fa un po’ come te pare!!! 😉
    della BBurago immagino 😛

  6. Roberto ha detto:

    Già, con volante sterzante… 😛
    ma esiste ancora?

  7. elefante60 ha detto:

    Io già c’ho la mejo! 😉

  8. Sraddino ha detto:

    La Bburago? Certo che esiste guarda un po’ http://www.bburago.com

    Che emozione quel marchietto mi riporta all’infanzia…

    Comunque io prendo l’Audi oppure la Saab se non le avete
    già prenotate voi… 😀

  9. Dadi ha detto:

    Sul Topolino di mia figlia (altro cult della ns. epoca che adesso fa’ veramente pietà) c’è il medello della C3 Pluriel grigio antracite in scala 1/18, ruote sterzanti e 4 aperture cod. prodotto 34926.
    Questa ti può andare bene? 😉

  10. Sraddino ha detto:

    Io ho la C3 ma non Pluriel .. non potresti fare qualcosa?
    😀 😉

  11. Dadi ha detto:

    Mio suocero si è comprato un potente frullino. Se me la lasci un paio d’ore… 😉

  12. Sraddino ha detto:

    😀 preferisco tenerla così perché per la brutta stagione la
    preferisco coperta!

  13. Dadi ha detto:

    …. hihihi
    Incluso nel lavoro te lo passo io un plaid 😛 😛

  14. Sraddino ha detto:

    Si ma se piove?

  15. Dadi ha detto:

    Busta di plastica dell’AMA?
    e poi che vuoi che si rovini la’ dentro? 😛
    Ho capito che non ami le novità: tienti stretto il tuo piccolo mondo … antico!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...