E bravo Ratzinger (e tutta la chiesa)!

Pubblicato: 17 maggio 2007 da Sraddino in Auguri, Blog, Blog amico, Fantascienza, Forza Italia, Linux, Notizie, Società, Video, Vita sociale

Ragazzi, il filmato (un po’ lungo in realtà e MAI TRASMESSO IN ITALIA ovviamente) non mostra scene violente ma è molto forte nei contenuti quindi se siete particolarmente sensibili alla visione di un prete pedofilo difeso dalla chiesa … non guardatelo!

Una sola parola: SCHIFO!

Annunci
commenti
  1. Dadi ha detto:

    Mi sembra una gran cazzata alla Codice da Vinci: ci mancava solo un adepto dell’Opus Dei che si flagelava con il cilicio.
    Non dico che la pedofilia sia fuori della Chiesa, così come non è avulsa dalla scuola, dagli oratori e centri di aggregazione minorili anche laici; c’è nella gestione dei bambini in affidamento, e via di seguito.
    E’ una piaga mondiale. E uno schifo.
    Però arrivare al punto di pensare a una stanza di controllo Vaticano con spie in tonaca che monitorizzano i confessionali nel mondo, mi sembra una spy story di infimo ordine, di quelle che compri l’estate dal negozietto bazar dello stabilimento balneare insieme a creme solari, pallone Super Tela e Corriere dello Sport… a già e la mitica Settimana Enigmistica.

  2. Sraddino ha detto:

    Mah… io ovviamente quale sia la verità non lo so, e, soprattutto parto prevenuto nei confronti di una chiesa che gode sempre meno del mio rispetto e della mia fiducia….però l’Opus Dei è una realtà e non un libro no? Non sembra assurdo anche questo?

  3. Dadi ha detto:

    No, no please: do not make confusion!
    L’Opus Dei esiste, ed è anche una potente organizzazione; come tutte le lobby, se vogliamo!
    Ufficialmene “L’Opus Dei è una Prelatura personale della Chiesa Cattolica che aiuta tutti i fedeli a cercare la santità nel loro lavoro e nelle attività ordinarie.” tratto dal sito uficiale: http://www.opusdei.it.
    Fondata nel 1928 da Josemaría Escrivá (1902-1975), sacerdote spagnolo canonizzato da papa Giovanni Paolo II nel 2002, a seguito del Concilio Vaticano II l’istituto è entrato nell’ordinamento canonico e tale status è stato acquisito dall’Opus Dei nel 1982. Oggi l’Opus Dei è l’unica prelatura personale della Chiesa cattolica.
    Come dicevo, questa come TUTTE le organizzioni che hanno relazioni a livelo mondiale, anche – se non soprattutto – di regime economico (MedioBanca ed Enrico Cuccia ti ricordano niente?), considerando che finzanzia diverse iniziative internazionali e hanno legami con moltissimi paesi, rischiano di avere dei lati nobili ma anche qualche scheletro.
    Ma da qui a generalizzare che sia una sorta di gestapo, o di intrigo internazionale, ce ne passa.
    Ecco perché la Santa Sede, a suo tempo, si è tanto posta contro il famoso libro di Dan Bown e il film conseguente: temeva che la gente potesse pensare che quanto descritto fosse la verità e non un parto di fantasia.

  4. chiamamiaquila ha detto:

    Ne so poco e non me la sento di esprimere giudizi.
    So che non c’entra niente con il tema in questione; ma il film, però, Il Codice da Vinci, è stata una porcheria!

  5. Sraddino ha detto:

    Ah ok, effettivamente avevo “made confusion”!!! 🙂

    Senti ma tu quando ti documenti su tutte queste cose???
    Non avevi detto che la notte lavoravi x arrotondare???
    😀

  6. Dadi ha detto:

    Io non mi debbo documentare: io le cose le SO di mio 😉 😛

  7. Sraddino ha detto:

    Aquila, il film non l’ho visto però ti assicuro (magari lo hai letto anche tu e per questo dici che il film faceva schifo) che il libro è molto bello e avvincente!

  8. Dadi ha detto:

    In verità, in verità vi dico che il libro l’ho letto: sicuramente fantasioso, ma ben fatto, scritto con acume e arguzia, si legge d’un fiato e è anche abbastanza appassionante, tenendo il lettore sempre con il giusto livello di ansia.
    Il film, che ho visto in DVD, mi è sembrato banale e stupido; mi sono pure stupito di Tom Hanks che reputo un attore decisamente di valore.
    Libro-Film: 7-2

  9. Sraddino ha detto:

    Un punteggio casuale? Oppure un mix di 2 risultati noti a una particolare fascia di tifosi??? 😉

  10. Dadi ha detto:

    la seconda che hai detto; poi andava bene pure per il rapporto 😛

  11. Sraddino ha detto:

    Quèlo docet…

  12. Ivy ha detto:

    Ragazzi, paragonare questo video al Codice da Vinci mi sembra quanto meno una posizione ardita…
    Queste cose sono tutte vere e verificabili soprattutto, e non è la prima volta che si sentono (se uno è solito informarsi anche tramite canali diversi ai media classici).
    Questi comportamenti nella Chiesa devono cambiare, proprio i fedeli penso dovrebbero prendere una posizione forte.
    Non so se l’avete sentito anche voi, io ne ho appena dato notizia sul mio blog http://composmentis.wordpress.com/2007/05/17/il-vaticano-e-la-pedofilia/#comment-127 , Michele Santoro ha comprato i diritti del video.

  13. Dadi ha detto:

    Ivy è un ns. collega di blog che ieri ho trovato su WordPress e che contemporaneamente a noi ha parlato del video shock. Fatte le presentazioni, passiamo al caso in avanti (la parte di messaggio da qui in poi la pubblico anche come commento nel post del suo blog).

    1) parli di tutte cose vere e verificabili: da CHI? in che modo? a meno che tu non faccia parte della sezione di intelligence del Ministero degli Interni mi dovresti far capire come puoi asserire con tanta nettezza questa sicurezza. Non c’è su COGNE – dove chiedendolo penso a 10 persone in giro, 9 ti rispondono che è sicuramente la Franzoni – con un processo in corso e riesci ad avere certezze semplicemente per un video dove le interviste si svolgono in ambientazioni di 25° ordine?
    E che invece non sia (come invece è) uno scoop “inventato” o, se non proprio completamente finto, abilmente maquillaggiato.
    Noi, ed io in particolare, non dichiariamo la completa estraneità di prelati, anche in alto nella gerarchia ecclesiastica, a fatti inquietanti, tra i quali di pedofilia. Il video afferma ben altre cose: la Chiesa di Roma come la Cupola per proteggere i propri segreti. Ripeto quanto detto: è una gran cazzata.
    2) Michele Santoro ha comprato i diritti del video in questione, cosa aumenta nel valore del messaggio? forse che questa è la chiave di volta? Santoro il vero mandante della Chiesa.
    Poi si può credere quello che meglio si crede. Giustamente in assenza di vere inchieste fatte da inquirenti e non da scaltri giornalisti, con un contraddittorio e non una sola voce, penso che sia meglio attendere prima di emettere sentenze. Vedremo cosa fa’ Santoro dei diritti del video (domanda: ma con quali soldi l’ha comprati questi diritti?).

  14. bloghyblog ha detto:

    Dadi non sarei così convinto della inattendibilità del video che in questi giorni impazza sul web, tanto che anche Repubblica questa mattina ne parla.
    Le mele marce esistono anche all’interno della Chiesa.
    L’episodio americano – che tanto scalpore sta suscitando nell’opinione pubblica – non è isolato.
    E’ di circa un mese fa la notizia che in un paese alle porte di Firenze (in Italia a casa nostra) un prete – ormai in pensione – aveva abusato per anni degli adolescenti che frequentavano la sua parocchia (e che oggi hanno 30 – 40 anni) e costretto le loro famiglie a spogliarsi dei loro beni in cambio di non si sa quale grazia
    La Chiesa anche in questa occasione si è limitata ad allontanare il prete dalla diocesi assicurandogli un rifugio in un lontano eremo, perchè le pecorelle che hanno smarrito la strada devono essere sempre perdonate.
    Già, ma alle vittime degli abusi e alle loro famiglie chi ci pensa?
    Per non parlare, poi, di quello che accade nelle missioni dove gli episodi di violenza sono all’ordine del giorno, ma nessuno ovviamente ne parla.
    Ciò che scandalizza è l’atteggiamento della Chiesa che su questa questione secondo me si gioca tutta la sua credibiltà.
    La Chiesa dovrebbe condannare certe pratiche o comunque acconsentire che gli autori delle violenze siano – come ogni cristiano di questo mondo – sottoposti ad un regolare processo, evitando di essere loro complice

  15. Dadi ha detto:

    Certo che sì.
    Però è poco plausibile generalizzare; fughiamo ogni equivoco: un prete è anche uomo e quindi in quanto tale può sbagliare o – peggio – macchiarsi di orrendi crimini; pure uccidere. E’ naturale che faccia scalpore perché “non te lo aspetti” da colui che dovrebbe fare dell’amore (cristiano) verso il prossimo il suo atto universale di condotta.
    Alla pari, mi si passi il termine, degli educatori e maestri di asilo ed elementare (vedi il caso di Rignano Flaminio).
    Quindi una volta per tutte basta rispondermi ad un’accusa generalizzata con aspetti particolari.
    PRETI, PRELATI, PORPORATI, (ma anche) PASTORI ANGLICANI, ORTODOSSI, METODISTI, BUDDISTI (basta avete capito il senso) CHE SI SIANO MACCHIATI (E LO FACCIANO TUTT’ORA E LO FARANNO IN FUTURO) DI REATI DI PEDOFILIA SONO LA FECCIA DELLA FECCIA. Se colpevoli debbono pagare e duramente.

    Ma la Chiesa, intesa in termini genarali, non solo non li protegge ma li condanna e li ha sempre condannati.

    Il caso che poni tu, Bloggy, il prete in questione non è stato nascosto, ma allontanato in un eremo prima per toglierlo dal suo incarico e secondo perché – pare valga anche per i sacerdoti – si è colpevoli solo dopo sentenza. Quindi l’attacco mediatico che comunque ne è seguito te la dice lunga delle ragioni della curia. Siamo sempre certi ce la verità sia in chi accusa? Pobabilmente nel caso sì, ma vediamo l’evoluzione…

    Poi se qualcosa di vero ci fosse e verrà provato allora verranno fatte le giuste considerazioni.
    Fino ad allora, pur nella giustezza di una denuncia, prese di posizione aprioristiche mi sembrano fuori luogo e senza uno straccio di decenza.

  16. Sraddino ha detto:

    Dadi, perché sul mio conto non girano strane voci (tipo che
    sono pedofilo, truffatore o ladro, assassino ecc…) ???
    Forse perché sarebbero talmente vere da poter essere subito
    smentite senza fare notizia…
    Allora quanto meno il dubbio che 100.000 mosche non possano
    sbagliare mangiando merda mi viene!!

    Santoro dove ha preso i soldi? A parte che il fatto che si sia
    comprato i diritti non cambia nulla… non credo che, nonostante
    sia stato “allontanato” dalla tv si sia ridotto in povertà …

  17. Dadi ha detto:

    Replico per l’ultima volta, dopo di che rimaniamo tranquillamente sulle ns. posizioni.

    Non è un fatto individuale in oggetto ma generale: è come se in Francia dicessero che Sraddino è un pedofilo e il Governo Italiano per coprirti sotterra qualsiasi prova, testimonianza, etc.

    Quindi una volta provato che ci siano commistioni tra il Vaticano e gli atti di pedofilia (o altri crimini) dei singoli tonacati, allora possiamo prendere una giusta ed equilibrata posizione.
    Fino ad allora sono solo “facili” illazioni populiste, magari architettate da chi ha vantaggi affinché ci siano certe voci; e assicuro che sono tanti! anche in Italia.

    Poi se 100 miliardi di mosche mangiano merda non vuol dire che è cosa giusta e lo debba fare anche io 🙂

    Cmq, stai pur certo che se qualcuno dovesse lanciare simili accuse e riesce pure a mettere in atto una messinscena ben architettata tu intanto passeresti un mare di guai prima che venisse provata la tua colpevolezza o innocenza: Zornitta non si sa se sia unabomber, ma non si può far vedere in giro che lo linciano!!

    La domanda sui soldi di Santoro era un po’ più sottile e provocatoria: i soldi sono suoi? bene, con i denari suoi ci fa’ il porco del comodo suo! sono della RAI? meno bene, ma se è riuscito a dimostrare la validità della spesa per fini di comunicazione…; derivano da altre fonti poco note e trasparenti? allora la cosa puzza alquanto!!!

  18. Sraddino ha detto:

    Ok, riguardo Santoro non avevo letto tra le righe 😀 😛
    Per il resto hai ragione: “…dopo di che rimaniamo tranquillamente sulle ns. posizioni…” 😛

    E’ comunque bello confrontarsi con persone che non rispondono “PERCHE SI” o “PERCHE NO” ma che, invece, motivano le proprie scelte 🙂

  19. Dadi ha detto:

    Notiza di oggi: http://www.repubblica.it/2007/05/sezioni/politica/documentario-pedofili/documentario-pedofili/documentario-pedofili.html
    e anche: http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/05_Maggio/22/cappon_preti_bbc.shtml

    Speriamo che si riesca fare chiarezza. Senza preconcetti, perché è nell’interesse di tutti.

    Personalmente aspetto le evoluzioni prima di pubbicare un nuovo post al riguardo.

  20. Sraddino ha detto:

    Giusto!
    Entrambe le parti devono poter dire la loro e un approfondimento tra chi accusa e chi si difende mi sembra uno dei pochi motivi per cui definire democratica la nostra repubblica!

  21. nuccio ha detto:

    sveglia, ratzinger nel 1962 ha scritto e firmato un documento segreto ovviamente, e lo ha inviato ai vescovi,, chiedendogli di ignorare la diffusa pedofila dell’epoca. Il doc è proprio ciò che il video bbc, ha reso noto (versione integrale). non ci sono errori ne difese possibili. Oggi ratzinger è papa.!cmq la pedofilia nelle chiese, all ‘ombra delle canoniche, dei confessionali e sopratutto lo stupro di poveri bambini, messi in collegio di preti e suore, c’è sempre stato, si è sempre saputo, anche il fatto che le vittime fossero isolate e minacciate. Ma il papa complice…è pazzesco, ma è nel contempo vero

  22. ChiamamiAquila ha detto:

    Ma è vero? è grave!! hai le prove della cosa? quali sono le tue fonti, dal momento che dai la cosa tanto per attendibile?

  23. Sraddino ha detto:

    Dubito che un comune “mortale” come noi possa avere prove tangibili di accadimenti gravi come questi, già ci tengono nascoste cose meno gravi, figuriamoci queste!!!

  24. Dadi ha detto:

    Ho notevoli dubbi circa la bontà delle affermazioni di Nuccio.
    Accettiamo le sue considerazioni, perché in un mondo libero ognuno ha diritto di esprimersi come meglio creda. Ciò non di meno, sono alquanto perplesso ogni qual volta – senza indagini e prove al di sopra del minimo dubbio – ci si esprima in modo tanto netto e categorico.

  25. Sraddino ha detto:

    Dadi, nonostante vorrei dare ragione a chi accusa la Chiesa, non posso che concordare quanto dici!
    Imparzialità anzitutto!!

  26. sonia ha detto:

    “Le radiazioni emesse da radio maria uccidono tutti i giorni”
    Le antenne di radio Maria

    Il cinismo vaticano e orribile. Non solo la pedofilia

    Ce un inquinamento di cui poco si parla ma che porta cancro e leucemia, quello elettromagnetico.

    In ogni citta sono posti ovunque, senza il consenso dei cittadini, piccoli ripetitori per cellulari fitti e malefici soprattutto dopo che i cellulari sono stati dotati di video, che richiede una stabilita maggiore dellimmagine.

    Ma a Roma ce unaltra fonte pericolosissima di inquinamento: le antenne della radio vaticana.

    Ovunque voi siate in Italia potete avere una ricezione debolissima e perdere GR Parlamento o radio radicale o Sole 24 ore, ma capterete sempre le tre frequenze di Radio Maria con i canti di chiesa, la rassegna stampa di Padre Livio e la cronaca del Papa.

    Queste antenne sono le piu potenti del mondo e raggiungono tutto il mondo.
    Ma seminano morte.

    La legge Ronchi, molto blanda, stabili una soglia massima di 6 Volt/metro, ma le antenne del Vaticano arrivano al triplo e colpiscono con un messaggio altamente contaminante case, asili, scuole, ospedali.. per un raggio di 4 km, soprattutto di notte quando irradiano oltre oceano.

    Ma Radio Maria se ne frega e rifiuta di moderarle, rifiuta di sottostare alle leggi dello Stato italiano che per il Vaticano non valgono, in base allextraterritorialita. Per questo 30.000 persone sono sottoposte a un contagio mortale.

    A Cesano le frequenze mandano in tilt gli strumenti diagnostici dellospedale e impediscono perfino un EEG. Addirittura si vede la tv ma si sente Radio Maria.

    Qui si muore di tumore il 30% di piu che nel resto del paese. Nel 96 un solo dottore ha avuto 33 casi. Radio Maria produce allegramente un cimitero elettromagnetico ma non demorde. Malattie e morti non la interessano. Casi di tumore in ogni casa, insonnie, cefalee, disturbi della memoria, spossatezze.

    Sono stati iniziati processi, ma lo Stato e sempre stato molto debole con questo piccolo potentissimo stato che si innesta come un pericoloso parassita nel corpo del paese.

    E lo Stato aggiunge allincoscienza altra incoscienza, perche qui si continua a dare licenze edilizie, tanto piu in questarea … la metropolitana leggera.

    Il Vaticano nega che lelettrosmog sia nocivo. Come nego, 4 secoli fa, che il Sole fosse il centro del nostro sistema .
    .

  27. Dadi ha detto:

    Un’altro esempio di rivoluzione copernicana.
    Non sono un tecnico, non conosco la potenza delle onde elettromagnetiche, la loro portata e nocività.
    Ricordo che alcuni anni or sono si parlò di questo fenomeno, senza – ad oggi – che nessuno sia riuscito né a comprovare in modo scientifico né altresì a bloccarne la diffusione.
    Le antenne di radio Maria, come dice Sonia, sono le più potenti del mondo. Non ho dubbi, ma qualche perplessità sì. E’ pur sempre una radio: più delle attenne della RAI? o della BBC?
    Ma diamo la cosa per accettata. La questione, noto io, è che viviamo in un mondo dove l’elettromagnetismo è in ogni dove: per strada (luci, antenne, ripetitori, centraline, etc.), nelle ns. macchine, tanto piene di congegni elettronici, e nelle abitazioni: è abituale avere almeno 4/5 punti luce per camera (producono campi), uno o più televisori (anche producono elettromagnetismo e manco poco), forno elettrico e a microonde, frigo e non so quanti altri piccoli e grandi elettrodomestici, computer e si è perso il conto dei cellulari pro capite (usati fra l’altro a meno di 1/2 centimentro dal cervello). Questi ultimi poi portano all’altro fenomeno: le antenne gsm sopra le ns. case.
    Quindi ammesso che non sia negabile l’impatto delle antenne, ci accaniamo verso un solo fattore senza minimamente contare e combattere tutti gli altri: è come inveire con il fumatore che al tavolino di un bar all’aperto da fastidio ai vicini, quando intorno si muovono centinaia di veicoli inquinanti. Un po’ grottesco…
    Assumo, pertanto, l’idea che si voglia attaccare il Vaticano (giusto o sbagliato è opinione personale).
    Una bella idea sarebbe la seguente: perché non viene indetto un bel referendum popolare per sapere se gli italiani oggi (nel terzo millennio) vogliono ancora avere sulle proprie terre la Santa Sede? A valle di questo risultato, terminiamo qualsiasi polemica: se vincono i “via di qui” stiamo tranquilli tutti, se vince il “chiesa resta” ci si mette l’anima in pace.

  28. Sraddino ha detto:

    Mica male come idea!
    Poi io ne lancerei uno analogo che riguardasse però il
    cellulare del tipo: “Sinceramente parlando, potete farne a meno?” 😛

  29. sonia ha detto:

    LA CASA DELLE LIBERTA’

    ECCO L’ELENCO DELLE PERSONE IN PARLAMENTO CHE HANNO FIRMATO UN’APPELLO PER LA CENSURA DEL VIDEO IN TV …complici come ratzinger, vogliono il silenzio

    senatori Antonio Battaglia (An), Laura Bianconi (Fi), Paola Binetti (Margherita), Luigi Manfredi (Fi), Alfredo Mantovano (An), Luca Marconi (Udc), Gaetano Quagliariello (Fi), Giacomo Santini (Dc), Gustavo Selva (An), Francesco Storace (An) e i deputati Isabella Bertolini (Fi), Gabriella Carlucci (Fi), Riccardo Migliori (An), Angela Napoli (An), Patrizia Paoletti Tangheroni (Fi), Simonetta Licastro Scardino (Fi), Roberto Ulivi (An), Luca Volontè (Udc), Michele Vietti (Udc) e Marco Zacchera (An) .

    Che bella compagnia ! 8 fascisti (che di censura se ne intendono ) 7 forzisti ( obbedienti alla mafia ) 4 democristi ( il partito papale ) ed una margheritina che usa il cilicio ( forse per espiare le colpe dei pedofili ).

  30. bloghyblog ha detto:

    Un certo perbenismo della serie si fa ma non si dice appartiene all’area di centro-destra da sempre, percui era ovvio, anzi, lapalissiano che da quel fronte si raccogliessero le firme per vietare la messa in onda del video della BBC.
    Non è una novità: lo si è visto in tante altre circostanze della storia democratica di questa martoriata repubblica, c’era, in defintiva, da aspettarselo.
    Ad ogni modo aldilà, di quali possano essere le reali responabilità, non si capisce per quale ragione su questo argomento non si possa aprire un libero e democratico dibattito.
    Perchè le istituzioni ecclesiastiche affidano ai soliti politici opportunisti la loro difesa?
    Perchè non parlano chiaramente facendo emergere il loro punto di vista?
    Perchè certi argomenti devono continuare ad essere considerati come dei tabù?
    Sono tutti questi perchè assieme alla totale mancanza di trasparenza ad inquietare i più, lasciandoli perplessi e sbigottiti…

  31. Sraddino ha detto:

    … e lasciandone altri s…bigotti!!!!

  32. Dadi ha detto:

    In tutta questa storia cosa ha detto Prodi? e Rutelli? Veltroni? D’Alema? che atteggiamento hanno preso verso “la ricerca della verità?”
    L’azione (mozione, per dirla con parole vostre) è tanto riprovevole quanto l’inazione.
    Sono contrario – di default – a privare il mondo e le persone di tastare con le proprie mani (e non con quelle né di Santoro né le mie nè tanto meno le vostre) le considerazioni del caso. Con un contraddittorio, meglio un’inchiesta, nel quale emerga la verità.
    Se c’è la connivenza della Chiesa che ha coperto le nefandezze (poi bisogna anche vedere come l’abbia fatto, se nel caso) delle orride bestie pedofile: condanna, condanna e ancora condanna!
    Se è una montatura incredibile votata solo per gettare – con questa spazzatura – fango sulla Santa Chiesa, il cattolicesimo e il Papa che tipo di scuse, penitenze e reverenze avete preparato?

  33. Sraddino ha detto:

    Dadi, prove ovviamente noi non ne abbiamo ne riusciremmo mai
    ad averne….
    Però perché gettare fango sulla chiesa? A chi porterebbe vantaggio?

  34. Dadi ha detto:

    Vedi l’approccio può essere di 3 tipi: (a) difensivista, caratterizzato dal fatto che la Chiesa non si tocca neppure con un fiore; sa un po’ di becerero protezionismo medievalista senza senso (ma comprensibile se accettiamo il concetto, nei sostenitori, dell’atto di fede e di fedeltà suprema); (b) sentenzialista, tipico di chi non gliene frega niente della realtà ma – alla pari del primo, se vogliamo – emette sentenze a sensazione (quanti sono pronti oggi a linciare Roberto Spaccino ritenuto colpevole dell’omicidio della moglie nel caso di Compignano? intendo oggi prima ancora che l’indagine e il processo si sia esperito); e (c) garantista ossia coloro che possano anche avere una propria opinione ma non si ergono su uno o l’altro carro prima di aver sentito le prove a carico, le testimonianze di tutti e definito la colpa.

    Te e io siamo di questa ultima fascia, tu forse più convinto della colpevolezza, io più dell’innocenza, ma consci che non possiamo avere delle verità.
    Altri, che hanno partecipato sia a questo forum che in migliaia di altri sul web, mi colpiscono per l’assoluta presunzione di avere la CERTEZZA, di avere in testa la verità, di conoscerla e magari di poter anche giurare e spergiurare: Nuccio il 27 maggio questo ha asserito.

    Perché? non lo so; dovremmo chiederlo a loro. Posso avanzare delle ipotesi, tutte verosimili e astruse al tempo stesso: campagna di deligittimazione della Chiesa, la questione dei DICO, l’assegnazione dell’8 x 1000, una qualche corrente avversa a Ratzinger.
    L’ultimo punto è decisamente interessante. Se è vero come è vero che la questione è in atto da decenni, mi domando come mai esca fuori (meglio esploda) solo adesso, con questo papa e non, per esempio, con Carol Wojtyla. E’ indubbio che il tedesco non sia amato e che il suo teologismo irreprensibile e forse anche intransigente da molto fastidio a taluni strati.

  35. Sraddino ha detto:

    Beh allora:

    1) Ho dovuto cercare “esperito” su google 😀

    2) Io credo che (frase fatta ma secondo me vera) le certezze non siano di questo mondo e che, a volerla dire con una frase di S.Tommaso visto che siamo in tema, “Non credo se non vedo”, quindi finché personalmente non ho certezze non ritengo giusto esporsi e sparare sentenze!

    3) Spero che non abbiano alzato tutto questo polverone soltanto perché il papa tedesco sta antipatico a tanti…. sarebbe una tristezza immane..!

  36. sonia ha detto:

    SE SEI STATO STUPRATO DA UN PRETE, PUOI ESSERE ASCOLTATO E AVERE ASSISTENZA PER DENUNCIARE L’ABUSO..FATTI CORAGGIO, LA TUA AZIONE PUO’ INCORAGGIARE ALTRE PERSONE VIOLATE DA PRETI E RIMASTE FINO AD OGGI SOLE

    via Malaspina, 27
    90145 Palermo
    tel/fax 091/2510319
    cell. 3477891133
    marco.marchese@mobilitazionesociale.itIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
    http://www.mobilitazionesociale.it/

  37. Sraddino ha detto:

    Grande Sonia! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...