Matteo vola nella City

Pubblicato: 21 maggio 2007 da bloghyblog in Blog amico, Games, Gossip, Internazionale, Lavoro, Linux, Notizie, Real politik, Società, Spettacolo, Technology

arpe_matteo_5_inf-200×150.jpg Il 31 maggio si conclude l’avventura di Matteo Arpe in qualità di amministratore delegato di Capitalia S.p.A.

Ieri i consigli di amministrazione di Uncredit e Capitalia hanno dato il loro Ok alla maxi fusione fra i due istituti di credito che ha così ufficializzato la costituzione del secondo polo bancario europeo.

Il fascinoso amministratore delegato è stato escluso – con una liquidazione peraltro milionaria – dal managment della superbanca che continuerà a esercitare l’attività di impresa sotto la denominazione di Unicredit.

Matteo per tutta risposta ha deciso di trasferisi nella City, dove con molta probabilità, passerà a dirigere la sede inglese di Unicredit

   londra1.jpg  Arpe nello scorso inverno era stato protagonista di una disputa – plaudita dalla comunità finanziaria e dai media che contano, soprattutto dal Times – che lo poneva antagonista a Cesare Geronzi.

Arpe, infatti, approfittando della sospensione di Geronzi dagli uffici – a causa dell’ennisima condanna questa volta a 20 mesi di carcere per il coinvolgimento nel fallimento Italcase – aveva puntato a fare fuori l’anziano banchiere.

 stor_9817011_283102.jpg     La lite – seguita da tutti i media nazionali e esteri – si era alla fine conclusa con le scuse al venerando banchiere da parte del giovane bancario.

Ma evidentemente l’affronto subito dalla mente grigia di tutte le operazioni bancarie italiane era tale da non potersi concludere con una stretta di mano.

Alla prima occasione Geronzi, dall’alto dei suoi 72 anni, ha fatto fuori il giovane Arpe – perchè il trasferimento a Londra equivale ad un licenziamento – e ha ripreso in pugno i fili del potere.

Morale della favola: oggi il banchiere Geronzi è più forte che mai.  

Annunci
commenti
  1. Sraddino ha detto:

    Come a dire che, guarda caso, qui in Italia piove sempre più sul bagnato!!!
    Ci fosse una cosa pulita…..

  2. Dadi ha detto:

    Il fatto più eclatante è che chi sa’ non dice nulla (omertà) mentre chi cerca di sapere è costretto (per le persone di cui sopra) a brancolare nel buio e fare ipotesi.
    A buon intenditore…

  3. ChiamamiAquila ha detto:

    Mi piacerebbe che qualcuno, magari vicino alle camere segrete del palazzo bancario, sapesse interpretare anche le sfaccettature di questa vicenda.
    Circa il c.d. povero Matteo, è bello essere licenziati in questo modo… Però diceva il vecchio Giulio Andreotti che il potere logora chi non ce l’ha, al quale mi sento di aggiungere “… e chi l’ha perso!” 🙂

  4. emiliano66 ha detto:

    Non vorrei fare l’informato, ma Arpe ha rassegnato le dimissioni e non va a gestire nessuna “sede” inglese Unicredit a Londra….

  5. bloghyblog ha detto:

    L’idea di inviarlo a Londra – secondo alcuni rumors – pare che piaccia ad Alessandro Profumo che vorrebbe, comunque, mantenere nell’entourage Arpe.

  6. Dadi ha detto:

    Da una parte i rumors, dall’altra notizie dagli interni.
    A volte la realtà supera le supposizioni; ma vedremo… sicuramente delle belle. Un po’ più d’animo, o voi che sapete, e questo forum/blog decolla.
    Ciao

  7. chiamamiaquila ha detto:

    A proposito di liquidazione milionaria, come ha citato bloghyblog, ieri sera è stato confermato che il numero si avvicina (se non supera) i 50 milioni di euro: siamo a 100 miliardi del vecchio conio… L’avranno anche trombato ma così non deve essere male!!!!

  8. Sraddino ha detto:

    No, anche perché se ci pensi bene noi ci facciamo inc@@are gratis tutti i giorni!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...