Berlusconi: abbiamo vinto; Prodi: non abbiamo perso

Pubblicato: 29 maggio 2007 da Dadi in Commedia, Elezioni, Linux, Note legali, Politica, Società

Nelle amministrative tenute il fine settimana passato sono emersi degli interessanti spunti di riflessione.

Si votava per le comunali e per le province di 7 città.

Le provinciali vedono 4 affermazioni della Casa delle Libertà (Vercelli, Como, Varese e Vicenza) contro 2 dell’Unione (La Spezia e Ancona) e un anomalo ballottaggio in una delle roccaforti della sinistra: Genova (dove anche il sindaco ha vinto di misura).
14 comuni, su 27 capoluoghi, sono andati a sindaci del Centro-Destra mentre 6 ad amministratori appoggiati dal Centro-Sinistra. 7 i ballottaggi. La situazione uscente vedeva 14 CdL contro 13 Unione. In definitiva se tutti i ballottaggi si dovessero risolvere a sinistra, in realtà non avremmo (numericamente) particolari differenze.

Ma è successo qualcosa? E’ capitato che, soprattutto il Nord, il popolo ha lanciato un messaggio decisamente forte.
A mio modo di vedere il segnale viene trasversalmente su tutto lo stivale, ma il settentrione il punto appare più marcato in quanto (Liguria a parte – ma con numeri non da capogiro) è stato quasi plebiscitario il voto per la CdL. Dove questa ha vinto poi, le percentuali di differenza sono abissali, quasi imbarazzanti (a Reggio Calabria dirà lo sfidante di Scopelliti, sindaco uscente appoggiato dal CD, che non si aspettava di vincere ma pensava che la sconfitta fosse meno schiacciante: Castronuovo ha preso solo il 25,87% che significa che è stato votato da circa 30 mila persone mentre l’altro da quasi 120 mila).

Si tratta di amministrative, quindi non è pensabile che – qualunque fosse stato il risultato – il Governo sarebbe dovuto salire sul colle.
Ma vogliamo dirlo che il segnale è anche politico? dubitare o fingere che non sia, a parte passare per anacronistico e fuori del mondo, al minimo, se non proprio cojone, porta anche altre conclusioni: passaggi di miglioramento non ce ne saranno!!
Sono certo che il cittadino, ed elettore, sia meno cretino della politica e dei suoi esercenti, e che qualunque schieramento sia dominante a conti fatti il suo benessere sta nella capacità dei governanti di sapere dirigere la baracca. Quindi i messaggi che lancia sono quasi d’allarme.
Dire che non è successo nulla rischia di assumere il valore di un boomerang: come il marito infedele che ancora nel letto con l’amante spergiurare che non è vero.
Viceversa il governo, questo governo, deve prendere atto di cosa è successo e lavorare per limare le sue stesse contraddizioni. E’ cioé il momento che tiri fuori gli attributi e dimostri, Prodi per primo, di essere un leader e di saper fare il bene del nostro e suo Paese.

Il fatto che il Nord e il Nord-Est in prevalenza ha dato queste indicazioni è il segno che la politica attuale è poco volta a considerare i ceti medi, quelli che (ob torto collo) sono il motore di questa nazione.
D’altronde se uno come Luca Cordero di Montezemolo, notoriamente poco allineato con Berlusconi e Co. prende a ceffoni la condotta di questa politica e la sua cecità nei confronti della produttività italiana con il solo estro di aumentare la pressione fiscale e gli stipendi per gli statali, senza un programma infrastrutturale, allora è chiaro che la strada che sta percorrendo è piena di insidie.

Chiti ieri sera a Porta a Porta ha dichiarato che l’attuale governo ha fatto un sacco di cose, salvo non riuscire a citare altro che il cuneo fiscale (del 3% e non del 5 come si era detto in campagna elettorale); cosa che a noi è molto lontana e tutta da dimostrare per mancanza di veri indicatori per noi poveri cittadini e – ancora – elettori.

Annunci
commenti
  1. Sraddino ha detto:

    Sarò banale ma a me sembra che quando il governo sta da una parte (mi sembra ridicolo oggi parlare di destra e sinistra) si vota per “istinto di sopravvivenza” dall’altra.

    Si vota sempre all’opposto perché c’è voglia di cambiare!

    Quello che non abbiamo ancora capito è che a quei livelli possono dire ciò che vogliono ma poi si comportano (chi più chi meno) tutti allo stesso modo.

    Questo non vuol dire che io non voti sia chiaro!

    Ah … ci stanno facendo rimpiangere Craxi, Andreotti & Co. che quanto meno ogni tanto (magari per sbaglio) facevano qualcosa anche per l’Italia!!!

  2. bloghyblog ha detto:

    Il dato politico di queste elezioni amministrative conferma – se ce ne fosse ancora bisogno – che il nord est di Italia era e continua ad essere roccaforte della Lega Nord.
    E’ inutile che Berlusconi attribuisca a sè meriti – in ordine all’esito del recente confronto elettorale amministrativo – che non hanno il sapore di una vittoria.
    La Lega Nord conferma di essere a livello locale politicamente molto forte e chiaramente questo dato non potrà essere sottovalutato nè da Berlusconi nè dai suoi alleati.
    Tradotto in termini politici, questo significa che se Berlusconi vuol continuare a mantenere in piedi la Casa delle Libertà dovrà, gioco forza, raggiungere l’ennesimo compromesso con Bossi & Co. con buona pace di Fini e sopratutto di Casini sempre più in odor di fuga.
    Sull’altro fronte non mi sembra che il risultato delle elezioni amministrative sia stato sottovalutato, anzi, tutti i leader a cominciare da Prodi hanno espresso la necessità e l’urgenza di rivedere la loro strategia politica sottolineando – in considerazione anche della scarsa partecipazione degli elettori al voto – che la questione “Nord è divenuta prioritaria”.
    Nonostante gli strali di Berlusconi, il buon Prodi intende continuare a navigare a vista…per cui, orsù, popolo di destra RASSEGNATEVI!!!!

  3. Sraddino ha detto:

    Secondo me la rassegnazione dovrebbe essere ahimé generale!

  4. Dadi ha detto:

    Fenomeno quello della Lega che – sono d’accordo – non deve essere sottovalutato dai suoi alleati, ma sicuramente è poco considerato dalla sinistra 🙂
    Prodi e compagni hanno “espresso la necessità e l’urgenza di rivedere la loro strategia politica”? Beh, dopo che i buoi sono scappati… 😉

  5. Antonio ha detto:

    Hanno vinto un pò tutti come al solito.

  6. Sraddino ha detto:

    Tutti tranne noi visto che purtroppo per noi le cose non cambiano mai …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...