Fini, ma quanti errori

Pubblicato: 5 giugno 2007 da bloghyblog in Elezioni, Eventi, Italia, Notizie, Politica, Real politik, Silvio Berlusconi, Società

stor_9890357_26230.jpg Non sempre ad una vittoria elettorale corrisponde una vittoria politica.

E’ dire che questa elementare regoletta dovrebbe essere ben nota al presidente di Alleanza Nazionale -già ex vicepremier ed ex Ministro degli Esteri durante il secondo governo Berlusconi – al secolo Gianfranco Fini.

Ma Gianfranco Fini a quanto pare ha la memoria corta e smessi i panni di vicepremier è tornato alla carica con le solite vecchie – e per questo desuete – buone maniere squadriste.

In poco più di quindici giorni il leader di Alleanza Nazionale ha preso degli abbagli pazzeschi tanto da far dubitare del suo innato acume ed opportunismo politico.

Rincalluzzito dall’esito delle elezioni elettorali amministrative (che nel Nord Italia hanno fatto registrare un avanzamento della Casa delle Libertà, grazie soprattutto – così giusto per rinfrescare la memoria – all’astensionismo degli elettori di sinistra) il presidente di Alleanza Nazionale non ha perso tempo nè occasione per delegittimare l’azione del governo Prodi.

Invitato da Floris al talk show Ballarò, Gianfranco Fini con piglio sarcastico ed arrogante, sentenzia che la Rai ha acquistato dalla Bbc un programma televisivo – pagato con i soldi dei contribuenti – che non andrà mai in onda, e con tono trionfalistico – di chi in fatto di morale e di rispetto nei confronti delle gerarchie ecclesiastiche la sa lunga – giunge alla conclusione che Santoro avrebbe dovuto rinunciare alla puntata di Annozero sui preti pedofili e, quindi, alla messa in onda del video choc “Sex Crimes and the Vatican”.

A dispetto dei buon pensanti e di Fini in primo luogo, il filmato incriminato – per il quale francamente non si comprende tutto questo parapiglia politico – è stato finalmente trasmesso dalla Rai.

La puntata di Annozero in certi momenti valeva il biglietto “pagato”: il confronto diretto fra Santoro e monsignor Rino Fisichella meritava di essere visto.

Agli scettici, agli opportunisti e ai censori dell’ultima ora, allora, cosa dire? se non che negare la libertà di espressione in questo Paese su una questione tanto delicata avrebbe, sicuramente, arrecato molto più danno alla Chiesa.

Vabbè, suvvia, la “lungimiranza” di Fini, in quest’occasione, ha fatto flop ma, sicuramente, sulla questione del generale “molto” Speciale delle Fiamme Gialle il leader di Alleanza Nazionale ha visto giusto.

Macché!! Niente da fare.

Persino uno dei suoi più grandi estimatori – buon conoscitore delle questioni concernenti le gerarchie militari – Francesco Cossiga considera l’intera vicenda priva di fondamento.

La verità è che Visco sta sulle scatole a molti: non gli si perdona il fatto di far pagare le tasse persino a quelli che per anni le hanno eluse se non addirittura evase, e ciò naturalmente non piace.

E allora si monta ad arte uno scandalo fondato sul nulla se non su l’unico avviso di garanzia emesso da quel paravento del direttore del Giornale Maurizio Belpietro, che pur di compiacere ed ingraziarsi Berlusconi andrebbe scalzo a Mosca.

Si getta fango su Visco, ma su Tremonti che – all’epoca del governo di centrodestra – ha epurato l’intero vertice delle fiamme gialle di Milano perché indagava sulle vicende e gli affari di Berlusconi (al quale peraltro era stato notificato un avviso di garanzia) e della società di famiglia Mediaset, non si obietta nulla.

Normale avvicendamento.

Sulla questione Visco-Speciale , invece, dove alla fine non è stato rimosso nessuno ai vertici della catena di controllo delle fiamme gialle di Milano si immaginano scenari poco chiari: ed è subito un caso politico con Fini, naturalmente, schierato in prima fila.

Se Fini aspira alla leadership della Casa delle Libertà, ebbene che si affranchi dal fantastico mondo dorato di Berlusconi e, cominci, finalmente a camminare con le proprie gambe, altrimenti rimarrà sempre un vassallo, uno scolaretto illuso che continuerà a commettere errori su errori in attesa di ricevere “BRAVO” dal suo caro Cavaliere…

Annunci
commenti
  1. dadi ha detto:

    Sono contento del post. Purtroppo sono inabile nel gestire – ancora x poco – il web.
    A presto, quindi, per un più vivace dibattito.

  2. emiliano66 ha detto:

    Per quanto concerne la vicenda VISCO-GDF definirla “priva di fondamento” mi sembra un po’ azzardato. E’ giusto verificare e abbiamo organi di controllo preposti a cio’ ed e’ giusto che il Parlamento abbia una risposta precisa e dettagliata. Non mi interessa il circo delle parole da parte di maggioranza e opposizione, ma sono molto ma molto affezionato alla VERITA’ e ai FATTI. Quello che leggo non mi piace, ma quello che leggo non sono atti quanto articoli. Bene, e’ tempo che a qualcuno questi ATTI siano dati e possa analizzarli e presentarli al Parlamento.

  3. Dadi ha detto:

    Stavolta caro Bloggy ti sei posto in un terreno difficile da uscirne.
    Ho seguito anche io 1/2 ora e infatti sono rimasto sorpreso della sue dichiarazione che lo speciale (con la “esse” minuscola) sul Vaticano della BBC non sarebbe andato in onda. Ha preso una cantonata. Per quanto vorrei sapere dal mondo l’eco che la puntata di AnnoZero ha avuto: non se ne parla più.
    Per il resto dire che sono forzature è dire poco (e lascio l’appunto di Emiliano senza necessità di rincarare la dose).
    Fini ambisce alla poltrona del suo illustre leader. Molto probabile… il mestiere di delfino lo conosce molto bene (non dimentichiamo gli anni trascorsi sotto l’ala protettrice di Almirante). Quella volta ha vinto, e non so quanti avessero scommesso su di lui. Ha vinto anche con la svolta di Fiuggi (e ancora tanti detrattori). Stavolta non andrà bene? dici tu?
    Può darsi; a me convince che sia persona che si prenda tutto il suo bagaglio di responsabilità e provi a sfondare in un mondo dominato da baroni e pomposi senatori.
    Io sono convinto che AN riuscendo a sdoganarsi compiutamente dalle ombre del fascismo e della destra oltranzista riuscirà a catalizzare anche i moderati, quelli che tu assumi non passeranno mai il Rubicone. E comunque Alleanza Nazionale (citata come destra pura) ha più credito di tutta la sinistra estremista in Italia… non mi pare un risultato da poco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...