Fastest cars in the world

Pubblicato: 26 giugno 2007 da Dadi in Automobilismo, Cultura, Fini, Friend, Internazionale, Motori, Technology, Telecomunicazioni, Velocità

Parlando di auto veloci e potenti (magari dal costo proibitivo da sceicco), i modelli sterotipi di questa fascia sono ben noti (Ferrari, Porsche, Lamborghini, Maserati, Lotus).
Ma il panorama automobilistico top performance è ben più ampio: se parlo di Cerbera dice qualcosa a qualcuno? chiaro che per i cultori è veloce l’associazione con la (quasi) artigianale casa produttrice di auto inglesi TVR.

Inoltre noi italiani siamo – a torto o a ragione, ma certamente presuntuosamente – convinti che il top in materia di super-car sia di produzione nostrana.
Ritengo – e quest’articolo ne esplica le motivazioni – che la verità è solo parziale: siamo ai vertici e lo facciamo talmente bene da ottenere la palma delle super auto più desiderate e vendute al mondo. Ferrari in testa, ma anche Lamborghini, non c’è persona sulla faccia della terra che non gli corrisponda il ruolo di status-symbol.

In avanti quindi sciorineremo le fantasticherie che i produttori, artigiani o meno, hanno saputo imprimere in questo lussuoso mondo a 4 ruote. Credo proprio che apprezzerete.

L’analisi parte considerando le vetture più scattanti al mondo in termini assoluti. L’indagine non è stata semplice perché le informazioni sono di una vastità incredibile e l’accortezza è stata nel convertire parametri e dati di modo da avere una sintesi armoniosa e intelleggibile; pertanto vengono messe in comparazione tutte le più aggressive auto di tutti i tempi calcolandone l’accelerazione da ferma fino al raggiungimento delle 60 miglia e/o 100 km/h. I numeri espressi sono in “secondi”.

La più esagerata (anche se le differenze si calcolano in termini di centesimi se non millesimi di secondo) è la Dauer 962 Le Mans, auto prodotta e venduta su ordinazione da Jochen Dauer (ex pilota tedesco) nella sua casa, la Dauer Sportwagen Gmbh; questo mostro, che ha fatto registrare i 360 km/h in rettilineo sulla pista di Le Mans (mi sembra giusto) scatta in appena 2″6 da 0-60 MPH (dichiarano 7″ per i 120 MPH e che sarebbe in grado di superare i 400 kmh).  dauer.jpg

ultimagtr.jpg  Forse roba di centesimi, se non millesimi, porta immediatamente dietro la vettura inglese Ultima GTR, che monta un motore Chevrolet V8 in grado di sfoderare 730 HP (il produttore si affretta a dichiarare che non sono previsti né controlli di trazione né ABS: che simpatico).

Ferme a 2″7 sec troviamo tre vetture: la Chevrolet Camaro ZL1 Concept (un concept con motore V8 da 9.375 cc in grado di sviluppare 770 HP che la spingerebbero fino alla velocità di 370 km/h); camaro-zl1-concept-2000.jpg
un’altra yankee, la Dodge Hennessey Viper Venom 800TT, dove TT sta per Twin Turbo (8 litri, 833 cavalli, anche questa accreditata per i 370 km/h); viper_venom_800tt.jpg
e la Leblanc Caroline, derivante direttamente dalle corse GTR, ha un motore di 2.000 cc, biturbo, da 512 HP e una velocità accreditata di 341 km/h; prezzo? 425.000 euro, IVA esclusa  🙂   leblanc-caroline.jpg

callaway-c7-corvette.jpg  Un po’ meno veloce è la Callaway C7 Corvette, motore V8 da 6.800 cc e 659 HP; il punto di forza è il peso: solo 1.000 kg (la Ferrari F430, che fa’ tanto uso di alluminio e materiali compositi pesa 450 kg in più); velocità max 356 km/h. Oltre alla più tradizionale Dodge Viper GTS-R (di normale ha ben poco se pensiamo che sforna 300 cavalli in più rispetto alla versione dalla quale deriva, attestandosi a 750 HP) versione con targa della vettura che partecipa al campionato GTR acquistabile fino a pochi anni fa’ solo su ordinazione.  dodgevipergts-r.jpg

bugatti_16_4_veyron_2006_1.jpg   La francese Bugatti 16/4 Veyron, dichiarata l’auto stradale più veloce al mondo con i suoi 407 km/h raggiunti sulla pista di velocità Ehra-Lessien della Volkswagen (ma che ha messo non poco in difficoltà i progettisti tanto che si era pensato di bloccare il progetto – dopo milioni di euro investiti – e rifondere tutti coloro che l’avevano prenotata con ricca caparra di preordine), è indicata con uno scatto da 0-60 MPH in 3 secondi. Quello che spaventa di questa vettura sono i mostruosi dati tecnici: motore a W da 16 cilindri e quadriturbo di 8 litri per una potenza di 1001 HP. Costo, se mai ce ne fosse qualcuna disponibile, circa 1.000.000 (un milione) di dollari.

Terminiamo questa selection con un gruppetto di berlinette in grado di staccare il cronometro a 3″1: la Mosler MT900s, auto artigianale californiana prodotta con motore della Corvette da 5.700cc per 435 HP e una velocità dichiarata di 190 MPH (al cambio circa 310 km/h).  mosler-mt900.jpg
Segue un’altra americana, la Ford GT-90, creata sulla base della GT40, con motore V12 da 5.927 cc e 720 HP per una top speed di 378 km/h.  fordgt90-2.jpg
jaguar_xj220.jpg  Terza del lotto una Jaguar di inizio anni ’90 la XJR-15 un 6 litri a V di 12 cilindri; auto assolutamente unica, avendone prodotte dal 1990 al ’92 solo 50 per permetterle l’iscrizione alle competizioni, anche nel prezzo, accreditato, ai tempi, a 820.000 dollari.
koenigsegg.jpg  La seguente è una delle macchine più desiderate e belle nel panorama: la Koenigsegg CC; venne presentata per la prima volta al salone di Parigi del 1994 e subito si capì che la vetturetta creata dal costruttore svedese Christian von Koenigsegg sarebbe destinata a far molto parlare di se; 395 km/h la velocità dichiarata per questo mostro V8 di 4.700 cc e 806 cavalli; pare che l’unico obiettivo del creatore fosse quello di strappare il record di auto più veloce alla McLaren F1. Piano realizzato 🙂
Poi troviamo la Lotec C1000: costruita originariamente per soddisfare un capriccio di un emiro arabo, ha nel nome tutte le sue caratteristiche (la C sta per fibra di carbonio con cui è stata costruita e 1000… quelli sono i cavallucci che la spingono fino a – dichiarano, ma mi sembra un’esagerazione – 268 MPH: fate voi il cambio in chilometri); pare che per entrarne in possesso si debba sborsare fino a 2 milioni (di dollari, non vi preoccupate, mica euro 😛 ).   lotec-c1000.jpg
Last but not least è una delle icone per le supercar da un milione di dollari: la già citata McLaren F1: ha detenuto per lungo tempo il primato dell’auto stradale più veloce al mondo (386,403 km/h sul tracciato ad alta velocità Ehra-Lessien della Volkswagen) fino a che non ha perso il primato per colpa della Koeningsegg CC8S, oggi detenuto, invece, dalla Veyron.  1997_mclaren_f1_2.jpg

Le prime italiane di questa speciale gara (che sono distanti in modo siderale 😛 dalle precedenti facendo fermare l’orologio a 3 secondi e mezzo per salire da 0 a 60 miglia all’ora) sono la Pagani Zonda C12-S 7.3 una splendida GT prodotta in modo semi-artigianale in vendita al prezzo di circa 750.000 euro (ed è per difetto) con motore V12 di 7.291 cc da 650 cavalli in grado di spingerla alle soglie dei 350 km/h. pagani_zonda_c12_display-02.jpg
E la Ferrari ENZO, prodotta nel 2002 per commemorare il grande vecchio di Maranello, motore V12 da 6 litri con una potenza massima di 660 CV e un peso di 1.360 kg; il tutto accredita la velocità massima a oltre 360 km/h. Sicuramente non tra le più veloci ma tra le più desiderate: pochi i fortunati possessori, tra cui Michael Schumacher, Nicolas Cage, Eric Clapton (pare sia stato il primo acquirente inglese), Jay Kay (cantante e leader dei Jamiroquai), Paul Allen (il co-fondatore di Microsoft) e tra i calciatori Ronaldinho e Ibrahimovic (quanto li paga bene Moratti 🙂 )  ferrari-enzo-doors-open.jpg
In realtà ci sarebbe anche una versione potenziata della Enzo la FXX che – mutuando le esperienze del reparto corse di Formula 1 – monta un V12 di 6.262 cc in grado di sviluppare ben 800 HP a 8.500. Purtroppo non ho dati di prestazioni (ma certamente supererà i dati della sorella minore). Prezzo base all’atto di vendita nel 2005 (solo 50 prodotte) 1,5 milioni di euro; ma al momento del post un tale della Florida ha messo una FXX su eBay e il valore è 2.350.500 dollari (ma l’asta non si è mica ancora chiusa…).

Non sono in grado di piazzare in graduatoria la Maserari MC12 per la mancanza di dati ufficiali di comparazione. La inserisco in questo punto – un po’ sirena civettuola – per far sapere di lei; che – una volta che verranno omologati alcuni dati – salirà certamente le classifiche. Il motore della versione c.d. base (che grottesco eufemismo) è il 6 litri V12, sviluppato in collabrorazione con il reparto Ferrari, in grado di erogare 630 CV a 7.500 giri/minuto in grado di portarla a scivolare sull’asfalto a 330 km/h e a fermare il cronometro sullo zero-cento in 3″8. Per la commercializzazione se ne parlerà dopo l’estate (e quindi il prezzo non è stato ancora ufficializzato – ma credo che sarà vicino al milione di euro). Bella, potente; ma niente di speciale rispetto al supersonico lotto presentato? ecco che a risvegliare l’appetito per i più intransigenti ci pensa la “MC12 Versione Corse” che deriva direttamente dalla vettura che ha corso nei campionati FIA GT e vinto la coppa costruttori GT1 nel 2005 e quella piloti nel 2006; è vero: è una serie limitata (solo 12 esemplari), non è – al momento – stata ancora omologata per l’uso stradale e costa, al netto delle tasse, un milione di euro. Ma i numeri sono stratosferici (e dovrei stravolgere la classifica di questo post se, come detto, i dati fossero omogenei e omologati): ha ben 125 cavalli in più della versione standard portando il branco a 755 CV a 8.000 g/min e 710 Nm di coppia massima a 6.000 g/min. Si dice che brucia lo 0-200 km/h in 6,4 secondi e sarebbe in grado di superare (abbondantemente) i 400 all’ora. Aspettiamo.
mc12.jpg

Degne di nota infine, per bellezza, potenza, velocità e – mi si passi – il prezzo sono pure la Porsche Carrera GT, la Saleen S7, la Lamborghini Murciélago, la Mercedes-McLaren SLR e la Aston Martin Vanquish.
porsche-carrera-gt.jpg  La prima è la Porsche stradale più potente, veloce e costosa mai costruita: 612 HP, 3″9 da 0-100 km/h e velocità massima di 330 km/h; 3 anni di produzione che hanno portato 1.270 esemplari, con un costo di poco inferiore a 1/2 milione di euro.
saleen-s7.jpg  L’americana Saleen (bellissima) è un 7 litri biturbo che sfoga 750 HP a 6.300 giri (ma pare esista un kit in grado di far raggiungere la soglia dei mille cavalli), prezzo – fonte Quattroruote – tutt’altro che popolare di 711.151 euro.
lamborghini_murcielago-lp-6402006_0042.jpg  La GT del toro è veramente, nell’immaginario collettivo, la grande alternativa alle Ferrari quali la 599 Fiorano: 640 HP, una velocità massima di 340 km/h e un prezzo di… soli 258.151 euro.
mercedes-mclaren-slr.jpg  Specialissima e molto nobile la supercar di produzione anglo-tedesca, che richiama la famosissima MB 300SL del ’55 più familiarmente conosciuta come Ali a Gabbiano; motore 8 cilindri di 5,5 litri a V 90° in grado di sfornare 626 cavalli a 6.500 giri. I numeri anche per questa superba vettura sono da capogiro: 207 mph (ovvero 334 km/h) e accelerazione 0-100 km/h in 3″8, 0-200 in 10″6 e in 28″8 in grado di toccare quota 300 km/h. Alla fine dell’anno passato è stata commercializzata una versione speciale, la “2007 Mercedes-Benz SLR 722” (722 si riferisce al numero di partenza della Mercedes-Benz 300 SLR – dato dall’orario di partenza alle 7:22 a.m. – con la quale Stirling Moss e il suo copilota Denis Jenkinson ha vinto nel 1955 alla Mille Miglia) accreditata di un aumento di potenza a 650 HP e più veloce di 5 km/h rispetto alla versione iniziale e in grado di accorciare il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h di 2 decimi di secondo. Abbastanza esclusiva è stata prodotta in 3.500 esemplari circa dal 2000 a oggi con un prezzo tra 450 e 630 mila dollari.
vanquish400.jpg  Più conformista (in questa lista elitaria, naturalmente) la bellissima gran turismo di casa Aston Martin; motore V12 di 5.935 cc in grado di erogare 528 HP e considerevoli prestazioni di 321 km/h e 4,8 secondi per salire a 100 km/h da ferma. Per averla bisogna staccare un assegno da 268.900 euro, ma è il prezzo per sentirsi un po’ Bond James Bond.

Mi piace chiudere questo articolo citando la Tesla Roadster, prodotta dalla Tesla Motors; è il nuovo cult negli States, soprattutto nel West Coast: una sportiva da 248 HP in grado di superare le 130 MPH (215 km/h) e di accelerare da 0-60 MPH in soli 4 secondi; con una piccola/grande particolarità: è completamente elettrica, accreditata per percorrere 200 miglia (oltre 320 km) con una carica elettrica (il … pieno in 3 ore e mezza) che significa (forse il dato è troppo ottimistico, ma rende l’idea) 2 cent di dollaro per miglia, ovvero al cambio per fare un chilometro serve meno di un centesimo di euro (20 lire, tanto per dare immediatamente un valore comprensibile): con il classico pieno di una normale utilitaria italiana, ovvero 50 euro, si percorrono più di 3.300 chilometri (CAZZO! scusatemi, ma quando ce vo’ ce vo’).
tesla-roadster.jpg

Annunci
commenti
  1. Sraddino ha detto:

    Stavolta ti frego, e sai con cosa? Con una vecchietta del 1972 che impiega 1 secondo da 0-60mph (o 100kmh) …

    Trattasi di una Vauxhall Vectra “modificata negli anni dal suo proprietario fino a farle toccare la bellezza di 2.200 cavalli”
    (fonte http://www.autoblog.it/post/5575/0-100-kmh-in-1-secondo)

    E c’è anche il video: http://www.autoblog.it/post/5575/0-100-kmh-in-1-secondo

    Cmq che spettacoli di macchine in questa paginetta…. 😦

  2. Dadi ha detto:

    GRANDE. Anche se sembra poco di serie 😉 sembra più un dragster! a quel livello sai quante ce ne sono di mostri simili negli States?
    E poi non so le leggi in Inghilterra ma da noi non verrebbe mai omologata per girare per strada (pensa in Motorizzazione come si fregherebbero le mani vedendola 😛 )

    PS: domanda “stai in giro per la città, vedi una bella gnocca; ti avvicini con la tua Vauxhall Vectra modificata stile batman car; mentre dall’altro lato c’è una Ferrari Enzo; lei che fa?” 🙂

  3. Sraddino ha detto:

    Quello che farebbe se fossi io sulla Enzo: andrebbe dall’altra parte 😀 😉

    Cmq è vero… mi mancava il fatto che fosse di serie!!
    Mi sembrava strano che fossi riuscito a fregarti eheheheh!!

  4. Dadi ha detto:

    try again; you’ll have more chances 😛

  5. Sraddino ha detto:

    Acc… non riesco a trovare l’animoticon per il dito medio…. vabbè metto questa 🙂

  6. ChiamamiAquila ha detto:

    Anch’io ho cercato qualcosa per fregarti 😉
    Ma non m viene in mente niente… (ach)
    Ganzo: sono andato sul sito… mi comprerei subito 1 Tesla; ma costa un capitale 😦

  7. Sraddino ha detto:

    Basta fare le rate no? 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...