iPhone: the last frontier

Pubblicato: 2 luglio 2007 da iBronzi in Apple, Blog, Chiesa, Cultura, Internazionale, Marketing, Pubblicità, Technology, Telecomunicazioni, Vela, Video

2356856493-iphone1.jpg   Finalmente negli USA è uscito il tanto atteso oggetto del desiderio: iPhone il telefonino del futuro, quello che – a detta di Steve Jobs numero 1 di Apple – farà apparire tutti i cellulari presenti sul mercato più vecchi di 10 anni; lo stesso manager a essere sicuro di venderne 10 milioni in un anno.

Il lancio è stato un successo se già 2 giorni prima che i battenti dei negozi autorizzati (Apple Store e punti vendita di AT&T, l’operatore telefonico che si è accaparrato l’esclusiva) c’erano file di acquirenti, o meglio sarebbe chiamarli fan scatenati.

A quanto pare (fonte Reuters), si è verificato anche un altro tipo di fenomeno: molte persone si sono messe in fila per acquistare in anteprima il piccolo terminale e metterlo poi in vendita on-line a prezzi gonfiati (una sorta di bagarinaggio 😛 )
Infatti, eBay ha avuto oltre 400 lotti messi in vendita per l’iPhone solo due ore dopo che il super-telefonino era andato in vendita sulla costa orientale degli Stati uniti.
Ma la grande maggioranza di chi ha messo all’asta l’articolo non ha avuto offerte. Solo alcuni hanno attirato potenziali acquirenti entusiasti. Un’asta su eBay ha attirato 35 offerte, quella massima di 1.520 dollari. Un’altra è arrivata a 960 dollari con 25 offerte.

L’iPhone mette assieme un cellulare, un lettore Mp3 iPod, una macchina fotografica e un browser per Internet, il tutto in un unico apparecchio, che viene venduto – per il momento – solo negli Usa a 500-600 dollari (a seconda se con memoria da 4 o da 8 Gb – con in aggiunta un contratto di servizio di telefonia (con AT&T appunto) obbligatorio di 2 anni che fa salire il costo di altri 1.400 dollari, per lo meno.
Chiaramente non è solo questo: ha una tecnologia impressionante. Utile? non so, ma sicuramente all’avanguardia. Ognuno lo valuterà secondo i propri parametri (vedi sito ufficiale Apple http://www.apple.com/iphone/).

In Europa la Apple dovrebbe mettere in commercio l’iPhone quest’inverno nel periodo di Natale, ma il prezzo non è ancora stato ufficializzato.
Secondo gli opinionisti europei però, le scene di isteria da consumatore fanatico e ipercompulsivo viste negli States non dovrebbero certo verificarsi.
Qualche effetto comunque si vede sin d’ora, dal momento che già solo le voci (più che un semplice si dice) che Vodafone si stia accaparrando l’esclusiva per l’iPhone hanno fatto salire le quotazioni del titolo del colosso di telefonia del 2%.

Personalmente ho anch’io qualche riserva circa il successo europeo del “piccolo genio”.
Le ragioni sono diverse. Innanzitutto da noi, in Europa e, soprattutto, in Italia l’uso delle facilities web sono molto limitate, per colpa di una politica balorda dei ns. operatori (non c’è banda larga e il traffico internet è carissimo). Secondo, non siamo neppure tanto maniaci del all inclusive (il videofonino è una bolla che ha attecchito pochissimo; e già solo sentire la musica con il telefonino non è ambizione di molti; lo dimostra il fatto che il successo del iPod, il lettore mp3 sempre della Apple – in USA un vero cult – nel vecchio continente ha attecchito molto poco). Il prezzo di acquisto, se per gli yankee non è importante, da noi diventa (o meglio è diventato da 6/7 anni a questa parte) un elemento non prescindibile: pochi se la sentono di spendere oltre 200 o 250 euro per accaparrarsi un nuovo mobile phone. Da ultimo la configurazione attuale dell’iPhone paga la concorrenza con tanti altri prodotti (forse meno rivoluzionari, come Nokia N95, Sony-Ericson P1i, anche l’apparente semplice Samsung SGH-I750 e soprattutto il nuovo HTC che ha in listino diversi prodotti smartphone particolarmente validi – io stesso ho il 3300 di cui sono utente entusiasta: telefono, palmare, office, internet, posta elettronica e gps integrato con mappe tomtom, il tutto in un ingombro di soli 11x6x2 cm) che hanno dalla loro l’utilizzo, fondamentale per gli europei che non hanno una grande copertura wi-fi, del GPS. Oltre a prezzi di accesso, per quanto alti, nell’ordine del 30-50% in meno del nuovo prodotto Apple se acquistati da soli e molto molto di più se con contratto con l’operatore di turno.

Intanto godiamoci il commercial di iPhone, very funny 🙂

Annunci
commenti
  1. Sraddino ha detto:

    Il video è fichissimo!!!
    Per quanto riguarda il cell invece … non essendo un appassionato … non mi esprimo perché potrei sconsigliarne l’acquisto eheheh!!!

  2. Dadi ha detto:

    Non è questione di consiglio o meno all’acquisto. Ognuno alla fine farà come meglio crede. E anzi molti spenderanno anche un sacco di soldi.
    La questione è che da noi non è la parte tecnologica a spingere all’acquisto, ma se è ritenuto fico (cool direbbero gli yankee): ricordate il Motorola V600, chiamato amichevolmente Dattero? l’anno che usci tutti dovevano farne sfoggio sul tavolino del bar.
    Se sarà “a la page” allora si venderà, altrimenti salvo qualche maniaco dell’iper-hi-tech oppure un Apple-iPod-Mac-iPhone dipendente, sarà un semi flop…
    Forse l’iPHONE sarà il primo esempio di smartphone modaiolo 🙂

  3. Sraddino ha detto:

    Certo che la gente … SONO proprio strani eh!!!

    E’ vero … la passione è passione e ognuno ha la sua, però
    perdere tanto tempo e tanti soldi dietro questi oggettini… io non lo concepisco proprio!

  4. Dadi ha detto:

    Su non fare il talebano intransigente. Ognuno ha le sue manie. Alcune banali (i pantaloni a vita bassa per far vedere le mutande), altre meno (anche perché smaccatamente ostentative).
    Anche la moto, se vuoi, è una passione 🙂 e neppure a buon mercato 😉

  5. Sraddino ha detto:

    Si si infatti l’ho premesso che ognuno ha la sua … ma vuoi
    mettere un bel giro in moto contro una videochiamata (che magari si vede pure a scatti) …. 🙂

  6. Dadi ha detto:

    Di cose più belle di una videochiamata ne conosco anche delle altre… ma non vorrei scadere 🙂 😛

  7. Sraddino ha detto:

    Sempre da fare tramite iPhone?

  8. Dadi ha detto:

    a me le cose “virtuali” piacciono poco !!! 😉

  9. ChiamamiAquila ha detto:

    ma ci dobbiamo convivere.
    allora la domanda è d’obbligo: la tecnologia al servizio dell’uomo o l’uomo al servizio della tecnologia???

  10. Roberto ha detto:

    Oggi l’aquilotto sta esagerando 🙂

  11. Sraddino ha detto:

    Perché esagerando?

    Cmq a proposito di chi al servizio di chi … ieri sono andato in un negozio e c’era: il commesso che smadonnava con 2 auricolari bluetooth da casco e il tecnico dei pc che faceva altrettanto con quella scatola di metallo piena di strani componenti … quindi … fai un po’ tu 😉

  12. ChiamamiAquila ha detto:

    immagino si riferisse alle mie alte riflessioni filosofiche 😛

  13. ChiamamiAquila ha detto:

    E’ di un po’ di giorni fa’ la notizia che Steve Jobs stia trattando con la TIM per l’esclusiva dell’iPhone.
    Un po’ come il calcio mercato… ma adesso Moratti-Tronchetti Provera non erano usciti da Telecom?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...