Finalmente la America’s Cup è finita

Pubblicato: 3 luglio 2007 da Dadi in Cinema, Citazioni, Coppa America, Internazionale, Motori, Spettacolo, Sport, Technology, Vela, Velocità

3522367841.jpg   Sia chiaro: non ho nulla verso la vela (anzi mi piace) e non vorrei aver provocato irritazioni con questo titolo in coloro che hanno patito per ore davanti alla tivvù mimando sul divano una strambata o anticipando un inizio di orzata (lo so, profani, che l’orzata è molto buona, magari bella fredda 😛  ).

Però è anche vero che l’assenza di rappresentativa italica ha reso la fase conclusiva meno appeal di quanto sarebbe stata se al posto dei Kiwi ci fosse stata la Luna.

Comunque adesso è proprio finita: i Defender (chiamati così i titolari della precedente Coppa America, mentre gli sfidanti, ossia la squadra che ha vinto la Luiss Vuitton Cup, si chiamano Challenger) svizzeri di Team Alinghi oggi hanno anticipato di poco più di un secondo gli sfidanti neozelandesi di New Zealand e raggiunto quota 5 che significa vittoria finale. Per la seconda volta e consecutivamente.

Immagino la delusione della squadra del continente Oceania che speravano di rendere la pariglia dopo la dura batosta di 4 anni fa’ ad Auckland. Ma è la dura legge dello sport.

Più dello scrivente, chi l’ha seguita assicura che quella di oggi è stata la più bella regata da anni a questa parte. E sicuramente la degna conclusione di una finale abbastanza tirata (ricordiamo i parziali delle 7 giornate: 1-0 per Alinghi, pareggio di New Zealand, 2-1 dei Kiwi, poi 4 vittorie consecutive dei compatrioti di Guglielmo Tell per il 5-2 definitivo).
La cronaca odierna, infatti, parla di una partenza molto forte (con il vento anche a 30 nodi) dove appare inizialmente favorita la barca neozelandese ma sul lato di bolina Alinghi prende un minimo di vantaggio e vira per primo alla boa; sulla poppa le posizioni si invertono; tutto viene deciso sul secondo lato di bolina: Alinghi e New Zealand arrivano praticamente appaiati ma gli svizzeri riescono a far commettere un errore allo skipper Dean Barker del Challenger: bandiera gialla per New Zealand e giro di 360° da dover scontare prima dell’arrivo. Alinghi prende il largo. Manca poco al traguardo e il distacco tra le due imbarcazioni è di oltre 120 metri: un’eternità. Sembra fatta per la squadra europea; ma le sorprese sono dietro l’angolo (non è forse vero che il diavolo fa’ le pentole ma non i coperchi?) ed ecco che a poche centinaia di metri dalla linea della campana finale il tangone di Alinghi si rompe… i Kiwi recuperano veloci con quel gran vento e lo spinnaker bello gonfio… superano l’avversario … ma debbono ancora scontare la penalità inflitta: l’operazione è veloce, ma i secondi sembrano non passare mai; immagino la scena che debbono aver vissuto sul Defender e il Challeger come se tutto fosse in slow motion. Alinghi supera i Kiwi di pochi metri proprio sul traguardo! Fiuuuu che sprint da gran premio ippico.

0jkm6itf-346x212.jpg   La coppa quindi resta in Europa; pardon, in Svizzera 🙂

Già si sa che – per quanto tutto sia andato alla perfezione – Valenzia non sarà l’ospitante della prossima Coppa America. La sfida potrebbe essere allora in Italia. Si parla delle acque tra Palermo e Trapani. Vedremo se riusciremo a farci sfuggire anche questa opportunità…

Annunci
commenti
  1. Sraddino ha detto:

    Io quoto in pieno il titolo e non solo perché non ci fossero rappresentanti italiani… 😉

    Ormai si sente parlare di spinnaker (ammesso che si scriva così) pure dai pensionati seduti sulla panchina…. e che cos’è???

  2. Dadi ha detto:

    😛 Sì, si scrive così 😛
    E meno male che non abbiamo parlato di gennaker, che adesso mezzo mondo (compreso i tuoi anziani pensionati sulla panchina mentre danni mollichelle ai piccioni) sa cosa sia 😉

  3. Sraddino ha detto:

    Eh già, comunque … cazziamo la randa e andiamo avanti 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...