Mancano pochi giorni

Pubblicato: 3 settembre 2007 da realmonk in Classici, Eventi, Italia, Sport

italia.jpg Mancano pochi giorni all’inizio dei campionati mondali di rugby.

Pochi giorni per entrare in un clima magico. Quello di uno sport senza compromessi, lontano dagli ingaggi miliardari, dalle copertine dei rotocalchi scandalistici, uno sport dal sapore antico di cui i corona ancora non si interessano … magari non se ne interesseranno mai.

Lo spirito è quello che molti italiani dovrebbero imparare ad apprezzare, ritrovare nel loro cuore. E’ fatto di sacrificio, impegno, lealtà, resistenza … è fatto di sudore e sangue, di orgoglio e rispetto, di amore e di gioia.

Ha il sapore forte del fango ed il colore della gloria. Una gloria semplice e solida.

Forza ragazzi … stringiamoci a coorte !!! sco-ita-232.jpg

Annunci
commenti
  1. Dadi ha detto:

    Siam pronti alla morte, Italia CHIAMO!

  2. sandrino ha detto:

    Quando parliamo di sudore e sangue, sono loro i fantastici gladiatori. Forza ragazzi.

  3. Mimmo ha detto:

    Finalmente: sempre calcio, calcio, calcio…

  4. ChiamamiAquila ha detto:

    Mettetela come vi pare, però la grande passione nasce anche con la conquista di grandi traguardi.
    Niente contro il rugby. Ma finora facciamo sempre ridere… o meglio veniamo trattati come le cenerentole… quasi non si possa infierire perché troppo deboli.

  5. iBronzi ha detto:

    Gli ingaggi miliardari mancano perché i riflettori sono poco vicini. Guardate Aldo Montano: una volta salito in cima alle copertine e i titoli dei giornali, ha cominciato a montarsi la testa. E non è manco più lui.
    Semmai succederà il boom anche del rugby (probabilità magari vicina quando cominceremo a realizzare successi internazionali) allora potrebbero essere dolori…

  6. emiliano66 ha detto:

    Ricorderei due fatti:
    a) sono in corso gli Europei di pallacanestro, sfortunatamente iniziati con una sconfitta alla sirena di un punto;
    b) ai mondiali di rugby c’e’ un Italia-All Blacks memorabile da vedere: in dubbio sara’ lo scarto non la vittoria…. Comunque ce la giochiamo poi contro la Scozia… staremo a vedere

  7. realmonk ha detto:

    sarà un campionato duro caro emiliano. le nostre speranze sono poche ma credo proprio che sapremo farci onore. certo contro gli All Blacks ci sarà ben poco da fare ma con gli altri qualche cosa da dire la possiamo avere. i ragazzi mi sembrano carichi. per il resto mi sembra una vergogna che le partite dei mondiali, anche quelle dell’italia, siano in esclusiva sulla sola sky … stessa vergogna, peraltro, per gli europei di basket, qualche articolo e nulla più … i media si interessano come sempre al solo circo del calcio … tanti soldi, ormai poche emozioni … tranne le curve di qualche velina …

  8. Filippo ha detto:

    Qui c’è il vero sport. Fatto di lealtà prima che di regole. Dove ci si abbraccia e si va a cena insiema alla fine della partita. Senza processi del lunedì e giornalisti di dubbio valore. Perdere non è un disonore se fatto con passione. Sempre meglio che dover vincere a tutti i costi, mettendo sotto tutto e tutti.
    Altro ke vedette dello spettacolo. Il calcio fa’ schifo.

  9. ChiamamiAquila ha detto:

    Le opinioni sono come le palle: ognuno ha le sue… e questa è la cosa bella!

  10. Roberto ha detto:

    manco di calcio dovresti parlare allora, aquila 😛

  11. Dadi ha detto:

    Ma qualcuno che spieghi le “sacre” regole del rugby? Ne so ben poco… 🙂

  12. Sraddino ha detto:

    Dadi, fondamentalmente:

    – Non si può passare la palla in avanti

    – Bisogna portare la palla oltre la linea di meta e posarla per terra (se viene sbattuta come nel Football americano non vale!)

    – La meta vale 5 punti

    – La trasformazione (calcio col quale la palla deve finire in mezzo ai due pali e sopra la “traversa” della meta) vale 3

    – Il drop (calcio col quale la palla tocca prima terra e sul rimbalzo viene calciata) vale 3

    (e fin qui ho scritto quello che sapevo visto che ci ho anche giocato un periodo 😛 )

    Per ulteriori dettagli c’è questo sito che mi sembra molto chiaro e ben fatto http://www.rugby-it.info/le_regolef48.php

  13. Sraddino ha detto:

    Ho dimenticato un paio di personali osservazioni:

    1) Vogliamo ricordare che la moviola in campo nel rugby è in vigore da anni e che gli arbitri sono in contatto tra di loro e con la cabina della regia da tempo immemore?

    2) Il tempo della partita è EFFETTIVO! 40 minuti a tempo devono essere e 40 minuti a tempo .. .SONO!!!

    3) Una delle regole recita: “Se il placcatore tende a “ribaltare” il placcato sollevandolo completamente da terra, deve accompagnarlo nella caduta onde evitare gravi infortuni” COSE DELL’ALTRO MONDO EH???

    4) Giocando a rugby non mi sono mai fatto male mentre giocando a pallavolo mi sono slogato una caviglia così come giocando a calcetto 😛

  14. Dadi ha detto:

    Cavolo… anche giocatore di rugby.
    Ricapitoliamo: giochi a calcio, rugby (tennis?), vai in moto, magari suoni anche qualche strumento, informatico di successo.
    Diamine: non c’è stato verso che facessi qualcosa fino a fondo 😀

  15. Sraddino ha detto:

    Suono la chitarra 😛 (ma non gioco a tennis…) 😀

    Informatico di successo è la cosa più vera tra tutte ahahah 😛

  16. realmonk ha detto:

    tanto per collegarmi a sraddino, che si rivela ogni giorno più “grande”, le immagini finali con le squadre che si fanno reciprocamente i complimenti ed il terzo tempo con i giocatori che bevono tutti insieme dopo la partita la dicono lunga sullo spirito di uno sport meraviglioso.
    In Scozia si dice “il calcio è uno sport da gentlemen giocato da hooligans, il rugby è uno sport da hoolingans giocato da gentlemen” … nulla di più vero !!!

  17. Sraddino ha detto:

    Grande! Avevo letto questa frase e volevo postarla ma non ho avuto il tempo di cercarla…..

    P.S.: la finite di prendermi in giro eh??? 😀 😛 🙂

  18. Dadi ha detto:

    Finire di prenderti in giro? non ci spera’! 🙂

  19. Sraddino ha detto:

    😛 ben felice di essere preso in giro da menti superiori…. IHIHIH!!!

  20. emiliano66 ha detto:

    Non vorrei dire una eresia ma la trasformazione vale si 3 punti ma la meta 4 e non 5…. sbaglio?

  21. Dance ha detto:

    Arrivo tardi alla discussione però voglio esprimere la mia massima condividendo quello che è stato detto: gli sport rimangono tali fino a quando non girano troppi soldi che, a loro volta, sono richiamati dall’estensione del fenomeno. Ne deriva che la “massa” annacqua lo spirito sportivo sia perchè partecipano al fenomeno anche persone meno “motivate” ma soprattutto perchè subentrano interessi economici (che poi guidano il giocattolo a loro piacimento e richiamano il malaffare) e …….. politici. Il calcio viene utilizzato periodicamente se non quotidianamente per distrarre l’attenzione di buona parte della cittadinanza dai problemi più seri. La cosa più triste è che in troppi si fanno fagovitare dal circo e stanno inebetiti davati ai dibattiti televisivi/radiofonici che gli succiano gli ultimi neuroni rimasti nel cervelletto. Bisognerebbe limitarsi a vedere la partita, possibilmente senza audio e poi spegnere la tv. Il discorso diventa troppo complicato, sento che potrei sforare dal tema e mi fermo ….. anche perchè divento troppo serio. Che pal…..

  22. Sraddino ha detto:

    “Bisognerebbe limitarsi a vedere la partita, possibilmente senza audio e poi spegnere la tv” questa la stampo e me la attacco in camera!

    Emi … ho cercato un po’ in giro e … la meta dicono che vale 5 … (la fonte più attendibile che ho trovato è proprio http://www.la7.it/6nazioni/regole.asp#punteggio )

    😉

  23. realmonk ha detto:

    1) che io sappia la meta vale 5 e la realizzazione 2 per un totale di 7. il drop dovrebbe valere 3.
    2) caro dance la tua analisi è tanto corretta quanto antica … chi di governo se ne intendeva diceva che il popolo poteva ben essere controllato con panem et circenses. panza piena, magari una birra, ed una partita di calcio e siamo pronti a giustificare ogni nefandeza dei nostri politici …

  24. realmonk ha detto:

    p.s. rileggo ora il precedente messaggio ed urge errata corrigge “nefandezza” ovviamente e non “nefandeza”
    per il latinetto buttato di getto non garantisco … come alcuni ben sanno la grammatica latina non era il mio forte.

  25. ChiamamiAquila ha detto:

    Non sono contro il rugby, per carità.
    Però una considerazione è di “rigore”: il calcio (come sport) è meglio del rugby, del basket, del baseball, della pallavolo, etc.
    Il calcio è sempre preferito agli altri sport di squadra (parlo a livello di massa e non individualmente; quindi sicuramente c’è qualcuno che ha preferenze differenti) in quanto, indipendentemente dal maggior seguito dei media, le regole base del calcio sono molto semplici, comprensibili e lineari: una palla deve essere spostata usando i piedi (o meglio non usando gli arti superiori, tutto il resto è lecito) all’interno di un area delimitata e l’obiettivo e infilarla in una rete. STOP
    Non a caso da 2 a 50 persone possono in un nano secondo organizzare una partitella di calcio, praticamente ovunque.
    Si può dire lo stesso degli altri sport di squadra?

  26. Sraddino ha detto:

    Beh Aquila .. il fuorigioco lascia sempre 1000 dubbi … così come l’interpretazione dei falli e, secondo me, le regole del
    calcio non sono più semplici, sono soltanto a noi più familiari.

    Se da piccoli fossimo andati in strada a giocare a pallamano
    anziché a calcio, sicuramente oggi compreremmo guanti
    da pallamano anziché scarpini da calcetto 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...