MotoGP 2007: prima dell’Estoril facciamo il punto

Pubblicato: 13 settembre 2007 da Dadi in Internazionale, Motociclismo, MotoGP, Motomondiale, Motori, Sport, Velocità, Video

motogp_situazionemondiale2007.jpgCasey Stoner sembra inarrestabile: vola altissimo a quota 271 punti, che – mi sia scusata la licenza statistica – significa 21 punti a gara in media… lo ridico, che non sono sicuro di averlo detto bene: ven-t-uno pun-ti in me-dia per ga-ra… d’altra parte ha vinto 8 volte su 13. Che non è poca cosa. Soprattutto perché il secondo in classifica, il tavugliese Rossi, è distante ben 85 lunghezze.

Valentino Rossi dal canto suo ha ceduto le armi: “Ad essere onesto il campionato è ormai fuori dalla nostra portata, specie con uno Stoner così forte. Per cui concentreremo le nostre energie per mantenere il secondo posto in classifica e vincere quante più gare possibile. Penseremo anche a proseguire lo sviluppo della moto per l’anno prossimo. Negli ultimi test abbiamo fatto un buon lavoro con la Michelin. È stato un test incoraggiante. Spero che all’Estoril saremo pronti con nuovo pacchetto che ci permetta di lottare“.
Il che indica due cose, semmai ce ne fosse bisogno: dare il massimo da qui alla fine del mondiale per salvare la faccia e farsi trovare pronti in caso qualcosina non dovesse andare per il verso giusto nel suo avversario. D’altra parte la matematica non lo condanna mica.

Aggiungiamo che le Honda quest’anno (almeno fin qui) se non proprio hanno fatto ridere, sono state poca cosa, con il campione del mondo in carica Nicky Hayden, solo 9° in campionato con 92 punti, che si è potuto godere solo 3 podi (e pure il gradino più basso) e il suo compagno, lo spagnolo Dani Pedrosa, attesa rivelazione, terzo con 168 punti (significa 103 lunghezze dal leader, un abisso) e che in più (o meglio, in meno) deve guardarsi molto attentamente dietro dalle arrembanti Suzuki che ne minacciano paurosamente la posizione.

Proprio il celeste team giapponese è l’altra grande bella sorpresa del 2007. Ha due piloti bravi e tenaci e la moto gira molto bene. Ottimamente accoppiata alle gomme Bridgestone. Soprattutto l’australiano Chris Vermuelen avesse cominciato prima a mietere punti importanti (e con maggior costanza) probabilmente sarebbe dalle parti di Rossi in graduatoria. Mentre John Hopkins è stato più costante. Inoltre nella classifica per team, il Rizla Suzuki è al 3° posto assoluto, dietro solo al marziano Ducati Marlboro Team e al FIAT Yamaha (avanti solo di 2 punticini, quindi alla portata di sorpasso da qui a fine mondiale); la squadra Repsol Honda (che, lo rimarchiamo, è quella ufficiale) è posizionata al 4° posto ed è in ritardo di 24 punti dall’avversario Suzuki.

Le Michelin, da tutti additata come la responsabile della debacle, promette che gli sviluppi fatti in occasione di Brno e di Misano offriranno un rilancio già a partire dall’Estoril. Personalmente credo che non siano andate bene le gommature francesi. Ma l’effetto si è ingigantito per la presenza di un ragazzotto come Stoner e la sua GP7 a monopolizzare il mondiale. Subito dietro lui in campionato, infatti c’è Vale e Dani ovvero piloti Michelin.
Facendo un giochino, se cancelliamo tout-court il giovane ducatista dal campionato (come se non avesse mai corso) e ricostruiamo la classifica iridata, troviamo che John Hopkins è quello che ne avrebbe tratto più vantaggio (+27), seguito da Valentino (+24), poi Dani Pedrosa (+23) e ultimo Vermuelen (+21); con il punteggio che vedrebbe Rossi in testa al mondiale con 210 punti, d’avanti a Pedrosa (191), Hopkins (167) e Vermuelen (165). E allora forse staremmo parlando di buon’annata per le Michelin.

estoril444.gifAdesso approdiamo al 14° turno di questo massacrante motomondiale. La gara si svolge sul tracciato ‘Fernando Pires da Silva‘ (dal nome del costruttore) dell’Estoril in Portogallo.
Inaugurato nel 1972, vide inizialmente un impiego prevalente nelle competizioni automobilistiche. Dal 1984 è diventato appuntamento di Formula 1 fino al 1996.
Solo dal 2000 è entrato nel calendario del Motomondiale.

L’Estoril è una pista molto tecnica e impegnativa, composta da tratti veloci, staccate al limite, curve di vario raggio, alcune secche e altre ad andamento costante.
La lunghezza complessiva del tracciato è 4.182 m., ha 13 curve di cui 9 a destra e 4 a sinistra e il rettilineo più lungo, quello di partenza, è di 986 m., una fettuccia d’asfalto lunga e dritta come una pista d’atterraggio.

estoril_curva5.jpgA me – per quel poco che lo conosco – piace moltissimo: in particolare trovo molto impegnativa la prima curva in fondo al rettilineo dei box: arrivi a cannone (si superano i 300 all’ora), staccata già 200 metri prima perché la curva, a destra, è in leggera contropendenza e sembra a uncino e si deve affrontare in prima a 60/70 km/h; soprattutto non segue ma immediatamente riapre a sinistra, quindi è fondamentale trovare la corda. Belle e impegnative sono poi i 2 tornanti di curva 3 e 4, il primo a destra e l’altro di ritorno a sinistra, che porta alla parte che a me piace di più: il semi rettilineo opposto ai box; seconda, terza, estoril_curva9.jpgquarta e quinta e si affronta a 210 km all’ora la curva 5 che interrompe questo pezzo di pista; l’asfalto è molto sconnesso e sono molti i piloti che sfruttano il pezzo di cordolo posto nella parte esterna, per evitare di chiudere il gas o, peggio, uscire di strada.
L’ultimo tratto fantastico è la gincane, introdotta nel 1994, di curva 9. Molto insidiosa perché si avvita su se stessa ed è in salita; una specie di cavatappino; non come quello di Laguna Seca, però…

***************

Sulla PS2 ho anticipato, al solito, la gara con la mia favolosa Ducati GP4 numero 25.
Così, in modalità difficile e partendo per ultimo, ho fatto i 28 giri risultando… PRIMO con il tempo di 46.11.186.
2° Valentino Rossi (+4.778),
7° John Hopkins sulla Suzuki GSV-R (+27.184),
15° Kenny Roberts sull’altra Suzuki (1 giro),
ultimo Max Biaggi con 3 giri di ritardo: avrà avuto problemi con la sua RC211V…? magari le gomme 😛
Il mio best lap è stato in 1.37.272.

Annunci
commenti
  1. ChiamamiAquila ha detto:

    Vale non demorde MAI

  2. Sraddino ha detto:

    Secondo me invece la tua classifica sarà invertita e vincerà Biaggi!!! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...