L’ultimo GP 2007 in Brasile: racconto in diretta

Pubblicato: 21 ottobre 2007 da Dadi in Automobilismo, Formula 1, Motori, Notizie, Sport, Velocità

Ultimo atto. I motori sono belli caldi, come il clima, improvvisamente esploso a San Paolo.
Ma più bollenti sono gli animi, dei piloti, degli addetti ai lavori, ma soprattutto dei tifosi, sugli spalti e davanti alla televisione.

Per questa ultima manche voglio fare la telecronaca in diretta.

Il pilota di casa parte dalla pole-position infiammando i carioca. Mentre Lewis Hamilton gli è posizionato accanto in griglia. Solo in seconda fila gli altri due contendenti al titolo, Kimi Raikkonen e Fernando Alonso rispettivamente. Le altre 18 monoposto sembra non esistano neppure.
Ma ci sono 🙂
Dietro il quartetto delle meraviglie, in griglia troviamo Webber (Red Bull), Heidfeld e Kubica con le BMW, Trulli (Toyota), Coultard (Red Bull), Nico Rosberg con la prima delle Williams, Barrichello (Honda), Fisichella su Renault e poi tutti gli altri.

L’asfalto è nero come la pece: è stato appena rifatto e tutti i piloti sembrano soddisfatti del nuovo lavoro.

Alle 18.00 (ora italiana) in punto scattano le macchine per il warm-lap… e l’eccitazione sale.
Alle 18.02 il semaforo rosso si accende spegne: scatte bene Felipe e Raikkonen mentre l’inglese rimane bloccato proprio tra i 2 ferraristi. Così anche Fernando Alonso affianca il compagno-avversario e passa. L’anglocaraibico però si fa’ prendere dalla foga e invece di controllare la gara, decide di rendere la pariglia all’ispanico. Troppa foga e nel tentativo del contro sorpasso finisce fuori pista e perde 4 posizioni.
La McLaren del leader della classifica si riprende quasi subito due posti (sorpasso a Trulli e Heidfeld).

Le Ferrari, in testa, se ne vanno di gran carriera, ma l’attuale posizione in pista favorirebbe comunque Hamilton (109 a parimerito con Alonso, ma con migliore score mondiale, e 108 per il finlandese della rossa di Maranello).

Colpo di scena al 6° giro. Hamilton rallenta, sembra che non riesca a mettere più le marce; viene superato da tantissime macchine, quando improvvisamente la macchina ricomincia a girare forte (forse un problema elettronico al cambio che Hamilton è riuscito a ripristinare con operazioni di reset): ma è DICIOTTESIMO.

La gara è tutt’altro che finita, siamo solo all’inizio.

Al 17° giro Lewis Hamilton è già 11°: la sua vettura è veramente forte e supera gli avversari che di volta incontra (che sono obiettivamente più deboli) con una semplicità e facilità disarmante. Ma le gommature sembrano un po’ rovinate: deve tirare come una belva e i componenti ne risentono.
Davanti le Ferrari hanno fatto il vuoto: 12 secondi dista Alonso dal battistrada.

Inizia il valzer dei pit-stop: tra i primi è Robert Kubica e subito dopo Felipe Massa; il giro successivo si ferma Raikkonen. Un altro giro per Fernando Alonso e nello stesso Hamilton, che decide di cambiare strategia (poca benzina e gomme morbide).
Quando si ferma Heidfeld tutti i primi si sono fermati.
Facciamo il punto: 1° Massa, 2° Raikkonen, 3° Alonso, 4° Kubica, 5° Trulli, 6° Heidfel, 7° Rosberg e 8° Coultard; Hamilton 13°. In questo momento il mondiale è di Alonso.

Abbiamo il tempo di sorridere con il pit-stop di Nakagima (Williams) che arriva troppo veloce e travolge 2 meccanici della squadra. Per loro niente di grave 🙂

Dal 30° passaggio il polacco Kubica si avvicina all’asturiano della McLaren che viene sorpassato al 33° giro. Hamilton è 9° e stando così la situazione nuova classifica: Alonso e Raikkonen a pari punti, ma il mondiale sarebbe per il finnico grazie al maggior numero di vittorie.

34° giro: Lewis Hamilton fa’ la seconda sosta, mette gomme dure ma anche poca benzina: 6″4 il tempo di fermata; non ce la dovrebbe poter fare a chiudere la corsa senza un’altra fermata.
Anche Robert Kubica si ferma un giro dopo: tattica delle 3 soste anche per il polacco, quindi. Rientra 7° e lascia la 3^ piazza provvisoria ad Alonso.

50° passaggio: le Ferrari sono lontanissime (40″ sul terzo) mentre Hamilton è entrato in zona punti. Felipe si ferma per il secondo e ultimo pit-stop: benzina e gomme morbide.
Alonso si ferma 2 giri dopo, mentre Raikkonen prosegue e fa’ 3 giri più di Massa. La maggiore permanenza garantisce al finnico di balzare d’avanti a tutti senza favoritismi del compagno.
A 18 giri al termine la situazione mondiale è nuovamente cambiata: Raikkonen 110, Hamilton e Alonso 108.

Al 56° passaggio Hamilton si ferma per la 3 sosta. Riesce dalla pit-lane recupera 2 posizioni velocemente e si riporta in zona punti.

Nico Rosberg prova a superare Heidfeld, i due si ostacolano e si avantaggia dalla lotta Kubica e poi pure Rosberg.

Mancano 8 giri: Trulli (7° in quel momento) deve rientrare per l’ultima sosta. La classifica è  Raikkonen, Massa, Alonso, Kubica, Rosberg, Heidfeld, Hamilton e Trulli. L’inglese ha messo in cascina un altro punto ma non basta.
Curioso come in questo momento il miracolo è atteso solo dalle McLaren e da Hamilton.

Seguiamo passo passo.

5 giri al termine e la situazione non è cambiata: 20 km circa per la decisione finale.
Kimi si permette anche di marcare il giro più rapido in 1.12.465; seguito da Massa che fa’ solo 4 decimi più lento.

A tre giri dal termine, un momento di sobbalzo perché Kubica (4°) e Rosberg (5°) si battagliano: se fanno un errore tutto può portare variazioni a favore dell’inglese.
La battaglia del tedesco si concretizza un giro dopo con il sorpasso sul polacco.

Entriamo nell’ultimo giro. Raikkonen sempre avanti seguito da Massa. Hamilton è doppiato e non può andare a prendere il 6° e 5° che gli permetterebbe di strappare il titolo dalle mani del finlandese.

Bandiera a scacchi: PRIMO RAIKKONEN, SECONDO MASSA, Alonso solo 3° e Hamilton 7°.

VITTORIA in Brasile (e sono 6 per Kimi), DOPPIETTA FERRARI e

KIMI RAIKKONEN CAMPIONE DEL MONDOOOOOOOOOO

Fatemi riprendere un attimo prima di commentare questa giornata fantastica. 🙂

Annunci
commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...