Ti faccio causa, tanto paga Pantalone

Pubblicato: 17 dicembre 2007 da ChiamamiAquila in Giurisprudenza, Giustizia, Inchieste, Politica

Ho appreso la notizia che il gen. della Guardia di Finanza, Speciale, ha avuto riconosciuti i propri diritti dal TAR; il tribunale ammistrativo ha dichiarato illegittimo il suo sollevamento dall’incarico di capo delle fiamme gialle comminato dal Ministro dell’Economia, Padoa-Schioppa.
Ma – con la velocità del suono – immediatamente il Governo fa’ quadrato e dichiara che si appellerà al Consiglio di Stato. Prima lo stesso ministro e – ieri sera da Fabio Fazio – lo stesso premier, Romano Prodi.

Molta parte della sinistra, e non solo quella al governo, purtroppo, si appella al fatto che l’incarico in questione è tipico di un rapporto di fiducia con la parte alta delle istituzioni; venendo a mancare, per qualche ragione, deve anche decadere l’incarico in questione. Utilizzando modalità molto ‘conservatrici’ che non dovrebbero appartenere a una filosofia c.d. di sinistra, a mio parere.
Il CD non fu sempre messo alla berlina per questo, durante i periodi di sua gestione? anche solo per averlo pensato, perché a mia memoria non ricordo casi analoghi.

La mia perplessità però non poggia le sue radici sul fatto che l’ideologia di sinistra sia bella che morta e sepolta. Volendo era inevitabile. Non diceva lo stesso Gaber già molti anni fa’ che tra destra e sinistra non c’era più la benché minima differenza?

Ma la mia considerazione va oltre: si può essere pro Speciale o contro, si può ritenere che il Governo abbia ragione oppure no. Appare anche corretto che le stesse istituzioni debbano potersi appellare alla sentenza di un giudice, liberalità come chiunque.

Però se il sottoscritto vuole vedersi tutelati dei diritti ricorre davanti a un tribunale (civile, penale o amministrativo che sia), giusto? prende un avvocato e fa’ causa. Alla stessa maniera se qualcuno vuole vantare credito verso di me; per difendermi mi presenterò patrocinato da un legale. E ‘sostengo‘ un processo.
A parte che, 9 volte su 10, triste chi ci capita, per lo meno in Italia.
Ma restando nel campo dell’accademia, cosa accade se perdo una causa? che i costi ricadono tutti su di me, tanto dell’avvocato (ovvio) e tanto le spese processuali.

Chi paga invece per il ricorso alla sentenza del TAR a favore di Speciale? è ben facile per questi pagliacci imbalsamati fare questa o quella azione: tanto a Padoa-Schioppa o a Prodi non ne viene alcun danno; state certi neppure politico!!!
Mi piacerebbe allora che esistesse un sistema per il quale se le istituzioni (centrali o periferiche oppure locali) avviano una causa, in caso di sconfitta sia il soggetto (persona fisica) proponente o ricorrente a dover rifondere le casse pubbliche per il costo sostenuto in una ‘temeraria’ causa. Questo limiterebbe molto la presuntuosa portata di molti funzionari pubblici e allo stesso tempo l’esborso di soldi dello Stato.

Mi dicono che l’Avvocatura Generale dello Stato sia un pozzo di San Patrizio di soldi buttati per imprese (leegi processi) spericolate e – troppo spesso – perdenti.

Annunci
commenti
  1. chimamigatto ha detto:

    grande….mi associo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...