Euro 4 o non Euro 4, questo è il problema

Pubblicato: 11 gennaio 2008 da Dadi in Ambiente, Italia, Società, Traffico, Viabilità

traffico.jpgCon l’avvento dei blocchi della circolazione per il superamento dei livelli di inquinante nelle metropoli, si pone il grande dilemma di molti automobilisti: “sono realmente abilitato a circolare liberamente o meno?
Anche [meglio, soprattutto] per quelli che pensano di essere a posto, avendo comprato un’auto nuova.

Sul libretto di circolazione c’è scritto a che ‘classe ambientale di omologazione’ l’autovettura appartiene.
Purtroppo, non viene inserito in modo semplice e chiaro EURO4 o EURO3, etc.
Mi lo sono sempre chiesto il perché, oltre ai codici, numeri e sigle che ‘vogliono’ mettere, non venga stampigliato un’ulteriore semplice identificazione. D’altra parte non è che ce ne sono 2 mila: sono solo 5 – oggi – e diventeranno 6 fra due anni: Euro 0, Euro 1, …, Euro 4. Se volevano risparmiare inchiostro sarebbe andato bene anche un semplice E0, E1, etc. Eccheca…
Invece si divertono a farci impazzire.

Siccome da molte parti si sente la richiesta di lumi, pensiamo possa essere cosa buona e giusta adoperarci anche noi.

Le Direttive anti-inquinamento per autoveicoli e veicoli commerciali con massa complessiva a pieno carico (m.c.p.c.) non superiore a 3,5 ton. sono catalogate nella seguente maniera:

Euro 1 (in vigore da gennaio 1993) rientrano quelle rispondenti alle direttive:
91/441/CEE
91/542/CEE punto 6.2.1.A
93/59/CEE.

Euro 2 (in vigore da gennaio 1997) rientrano quelle rispondenti alle direttive:
91/542/CEE punto 6.2.1.B
94/12/CE
96/1/CE
96/44/CE
96/69/CE
98/77/CE.

Euro 3 (in vigore dal 1° gennaio 2001) rientrano quelle rispondenti alle direttive:
98/69/CE
98/77/CE rif 98/69/CE A
1999/96/CE A
1999/102/CE rif. 98/69/CE
2001/1/CE rif 98/69/CE
2001/27/CE A
2001/100/CE A
2002/80/CE A
2003/76/CE A.

Euro 4 è l’ultima in ordine di obbligo (entrato in vigore all’inizio dell’anno passato) ed è conforme alle seguenti direttive di riferimento:
98/69/CE B
98/77/CE rif. 98/69/CE B
1999/96/CE B
1999/102/CE rif. 98/69/CE B
2001/1/CE rif. 98/69 CE B
2001/27/CE B
2001/100/CE B
2002/80/CE B
2003/76/CE B
2005/55/CE B1
2006/51/CE rif. 2005/55/CE B1.

Il 1° settembre del 2009 sarà obbligatorio l’Euro 5 rispondente a:
2005/55/CE B2
2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2
2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 (ecol. migliorato) oppure Riga C
1999/96/CE fase III oppure Riga B2 o C
2001/27/CE Rif. 1999/96 Riga B2 oppure Riga C
2005/78/CE Rif 2005/55 CE Riga B2 oppure riga C.

La normativa viene replicata sulla carta di circolazione alla lettera (V.9).

Attenzione che non basta la data di immatricolazione per far stare sereni. Molte case automobilistiche (in questo la legge li ha protetti, ahimé) potrebbero vendere anche giacenze: e quindi trovarsi una vettura vecchia – in termini di normativa – dopo l’entrata della nuova; questo non è insolito soprattutto nei mesi immediatamente successivi all’introduzione.

In realtà un trucco c’è per evincere immediatamente sul libretto se in possesso dell’omologazione Euro4 (o altra).
Avete fatto caso, infatti, che tutte le sigle del gruppo attualmente in corso terminano con la lettera ‘B’? Al pari della ‘A’ che indicava l’appartenenza a Euro3; e B2 o più usualmente sarà C per il futuro Euro 5.
E infatti l’autoveicolo rientra nella classe ambiente EURO 4 solo se la Direttiva di riferimento riporta la lettera B. Qualunque altra sigla indica il riferimento a una normativa precedente.

Per verificare le stesse info anche per le 2 ruote e per gli autocarri, qui potete trovare il pdf, a cura di InformAmbiente, che risponderà alle vostre domande.      —————————————>

Fin qui le cose abbastanza semplici.
Il maggior problema – e anche la ragione di tanti dubbi degli amici automobilisti – sta nel maledetto Filtro Anti Particolato necessario ai motori diesel per risultare veramente rispondente alle norme antiinquinamento. Malefico aggeggio che non è obbligatorio (abbiamo trattato il tema su questo blog, andando a chiedere al ministero delle politiche ambientali lumi, senza aver ottenuto alcun riscontro: ma non finisce qui!) ma che senza, pur avendo speso migliaia (decine di migliaia) di euro nell’acquisto di un’auto Euro 4, non sfugge alla sosta forzata in caso blocco totale o parziale della circolazione.
Dannato perché è pure complicato comprendere se in possesso o meno e con quale omologazione.
Cliccando su bottone qui a lato si può visualizzare e/o scaricare il pdf con le sigle di omologazione relative ai veicoli dotati di FAP (per marca).           —————————————>                  bottone.jpg
Sulla carta di circolazione, al rigo D.1 o K, ci sarà la sigla della vostra vettura. Se figura anche nella tabella bene, altrimenti…
Il documento di sigle è di 14 pagine… vabbé che con la casa automobilistica un po’ si risolve: ma questo è allucinante; non bastava scrivere “ce sta er fap”? e buona notte ai suonatori ….

libretto_ar156.jpgL’immagine di fianco rappresenta il mio libretto.
Noterete che è un Euro 3 aderente alla penultima normativa nell’elenco succitato.
Inoltre l’omologazione al punto K non figura nella lista 😦

Annunci
commenti
  1. Sraddino ha detto:

    Dadi, oppure ti bastava andare sul sito che hai indicato nell’altro tuo post (quello sull’ecopass), digitare la targa e leggere ahahah!!

    Dai scherzo, ammetto che con queste sigle non ci avevo mai capito niente!!!

  2. […] Rottamazione Le agevolazioni riguardano coloro che si sbarazzano di vetture più inquinanti. Adesso anche quelle in regola con la normativa antinquinamento Euro 2, purché immatricolate prima del 1° gennaio 1997. Verificare sul libretto di circolazione i codici riportati al rigo V.9 (per maggiori chiarimenti vedere il post “Euro 4 o non Euro 4, questo è il problema“). […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...