Ho gia’ visto…

Pubblicato: 16 gennaio 2008 da emiliano66 in Notizie, Politica, Sicurezza, Società

Ho gia’ visto le Universita’ occupate

Ho gia’ visto la sporca volonta’ di 65 persone sovrastare quella di centinaia di migliaia

Ho gia’ visto l’intolleranza nell’accettare la diversita’ di opinioni

Ho gia’ visto gli striscioni ineggianti alle BR

BASTA!!!!!!!!!!!! Evitiamo il Finale che gia’ conosciamo. Interveniamo… prima che sia troppo tardi. I cattivi maestri (o professori) devono essere emarginati immediatamente. Le intolleranze represse. Le connivenze politiche denunciate.

Annunci
commenti
  1. realmonk ha detto:

    Confesso di non avere una particolare simpatia per alcune delle opinioni del nostro Santo Padre, questo però non vuol dire che io non sia disposto ad ascoltarle e, magari, cambiare idea.
    Trovo pazzesco che all’università, accademia del dialogo e del sapere, non si accetti una visita di una persona di indubbia autorità morala e politica, non si accetti il confronto, un metodo di apprendimento, una cultura interiore che in Italia sembra proprio non esistere. Quanto è lontana la Columbia University dove è stato invitato ed ha potuto parlare ed essere anche contestato, quello che ad oggi sembra essere il più grande nemico del paese, il presidente dell’Iran (non mi chiedete di scrivere il nome perché non saprei farlo senza averlo sotto’occhio).
    Quando si imparerà in questo paese che crescere vuol dire confrontarsi ? Ragionare in modo dialettico ? La vita, la verità, non è fatta di certezze ma, come diceva tra gli altri Popper, la conoscenza è un faticoso cammino dove i risultati progressivamente raggiunti devono essere sottoposti a continue confutazioni. E’ questo cari amici l’unico modo per crescere e conoscere il gli altri, noi stessi ed il mondo che ci circonda.

  2. bloghyblog ha detto:

    Secondo me in questa vicenda l’errore più grande è stato commesso dal rettore dell’università La Sapienza, il quale doveva limitarsi ad invitare il Santo Padre senza chiedergli di tenere – in occasione dell’apertura dell’anno accademico – una lectio magistralis.

    Il rettore dovrebbe conoscere bene i suoi polli e, quindi, mi chiedo perchè prestare il fianco agli intolleranti e a studenti strumentalizzati e senza cultura?

  3. emiliano66 ha detto:

    Luogo di Sapere…. !?
    Se non ricordo male poco tempo fa, questi Luoghi del Sapere rifiutarono interventi di emeriti professori israeliani perche’ “sionisti” .
    Vi ricordate le assemblee del Liceo: parlava il “Compagno” che dava la parola al “Compagno”, interveniva la “Compagna” e poi se qualcuno avesse voluto aggiungere qualcosa pur non essendo “Compagno” era “Fascista”.
    I Luoghi del Sapere sono oramai grandi o piccole Assemblee scolastiche, nulla di piu’….

  4. franziskus ha detto:

    Per non parlare di gruppi di studenti che parlano tanto d’apertura e di rivoluzione, ma non sanno nemmeno loro cosa cercano veramente…

    Però, sprecare un’ottima occasione per chiarire e per confrontarsi mi pare proprio da polli.

    Buona giornata Emiliano

  5. sparkaos ha detto:

    Il punto è che la laicità nasce sopratutto x tenere fuori la religione dalle scuole
    parli altrove, ne ha già tante e nessuno gliene negherà il dirirtto, o si invitino rappresentanti di altre religioni e atei contemporaneamente. X di più trovo incompatibile far innaugurare un anno accademico a chi è contro la ricerca scentifica, i profilattici etc… ovvero contro ciò che quella istituzione dovrebbe insegnare e rappresentare… la dialettica prevede più persone che discutono.. non papi che fanno monologhi

  6. franziskus ha detto:

    Contro la ricerca scientifica? o_O
    Ma dove?

    Invitare rappresentanti di altre religioni? O_o
    Perché?

    Papi che fanno monologhi? o_O
    Sappiamo in che termini era stato invitato? Siamo sicuri dovesse fare un monologo?

    Basta cazzate per favore, che già i notiziari fanno abbastanza disinformazione. Un piccolo gruppo di professori chiede che il Papa non si faccia vedere? Un gruppo di pochi studenti promette di fare casino? E tutti gli altri dove sono? Cosa ne pensavano [prima della decisione di non presentarsi]? Ci poteva essere dialogo? Confronto?

    Abbiamo un’idea un po’ troppo distorta di quello che rappresentano Papa e Chiesa… Pensiamo di sapere tutto, ma in verità siamo convinti di conoscere un qualcosa che è ben diverso da come ce lo immaginiamo…

    In verità hanno fatto tutti una bella figura di merda…

    Parola di Fisico

  7. sparkaos ha detto:

    Chi dice che il processo a galileo fu giusto x me è contro la scienza.
    Altre religioni x un serio confronto e non un monologo(doveva tenere un discorso senza repliche da parte di atei o altri religiosi x me questo è un monologo)
    Io non penso di conoscere ne pretendo di conoscere tutto, semplicemente leggo quello che posso e mi informo x quello che posso e non ci vuole granche a capire chi è l’attuale papa basta leggere le encicliche e i testi dei discorsi x vedere quanto è retrogrado, integralusta e teocratico

    La figura di merda l’ha fatta il rettore invitandolo e i politici inchinandosi al papato

  8. franziskus ha detto:

    http://forum.maplestory-ita.com/index.php/topic,5706.0.html

    Ma è una cosa detta quasi vent’anni fa… o_O

    E sinceramente ha sbagliato sia la Chiesa [proviamo per un momento pero’ a ragionare col pensiero del tempo] che lo stesso Galileo: nessuno ha detto chiaramente quale fosse il riferimento usato [la Terra gira attorno al Sole, se prendiamo come centro del sistema il Sole… ma il Sole gira attorno alla Terra se come centro del sistema di assi prendiamo la Terra… la verità è che tutto gira attorno al centro di massa] 😀

  9. franziskus ha detto:

    Pork! Ho sbagliato a fare il quote quello giusto è questo:

    Chi dice che il processo a galileo fu giusto x me è contro la scienza.

    Amministratori del Blog… potete correggere please?

  10. sparkaos ha detto:

    Lo ha sostenuto il papa

  11. Dadi ha detto:

    Io da laureato de La Sapienza [più di 3 lustri orsono, fortunatamente] mi sono sentito fortemente oppresso di vergogna.
    Non bastava le figure di merda mondiali che facciamo per la monnezza partenopea, dovevamo anche farci irridere all’estero per la papafobia romana. Proprio i figli prediletti del Santo Padre.
    Ma quanti di quelli sono veramante romani? o quanti rompi palle che vengono da chissà quale altra città, magari si lamentano pure che ci stanno male qui e non se ne vanno mai?

  12. sparkaos ha detto:

    Dadi non credevo x andare alla sapienza ci volesse la patente di romanità?
    da dove esci da un fumetto sul ventennio?

  13. Dadi ha detto:

    Fammi pensare: Università degli Studi di … ricordami un po’! mi pare ROMA. Credo che i principali attori di questo ateneo dovrebbero essere i nativi della città che ospita tali prestigiosi edifici.
    Cmq, patente? nessuna patente. Desidererei solo che chi viene a studiare (ma anche a vivere) in un’altra città abbia un comportamento di felicità per essere in quel posto e di gratitudine per la possibilità offetta. Se invece è solo stimolo per lamentarsi, non sarebbe meglio che ritorni da dove è venuto?
    Solo questo.

  14. sparkaos ha detto:

    Non sapevo di dover ringraziare da povero campagnolo i cittadini che mi offrono….
    ma sei fuori o cosa? l’uni la finanzia lo stato non Roma, paghiamo le tasse e profumati affitti se ora devo pure ringraziare…. e non sapevo che a criticare possano essere solo i “nativi”

  15. Dadi ha detto:

    se ci fai sapere di dove sei; almeno (per par condicio) possiamo inveire anche sulla tua città.
    e poi io, al tuo posto, denuncerei quel delinquente che ti ha puntato una pistola alla tempia e ti ha costretto a venire a Roma!

  16. sparkaos ha detto:

    Guarda che io Roma l’adoro sono gli atteggaimenti come il tuo che non mi piacciono
    Sono di tutto il mondo e di nessun luogo

  17. ChiamamiAquila ha detto:

    Io non sono laureato e non ho frequentato l’univerdsita’. Sono credente (poco) praticante. Ma mi rattrista di quello ke succede. Un bella inaugurazione sara’. Complimenti!!

  18. emiliano66 ha detto:

    Ho visto ieri FORTUNATAMENTE in TV le immagini del collettivo di Fisica responsabile della manifestazione. Con difficolta’ il capobranco parlava italiano. Accanto a lui persone con pari difficolta’ nell’inserire un congiuntivo e con una eta’ vicina alla cinquantina ricordavano momenti “gloriosi” di vetuste manifestazioni studentesce contro la protervia del regime di allora.
    GRAZIE . Adesso ho capito veramente 1) da chi e’ stata condotta la manifestazione 2)chi siano gli studenti dei professori firmatari. TUTTO E’ PIU’ CHIARO…

  19. sparkaos ha detto:

    Emilano che chi ha manifestato sia in un modo o in un altro è davvero poco importante.
    Spesso anche io trovo molte di ste persone fuori dal tempo.
    resta che la protesta era giusta

  20. emiliano66 ha detto:

    La protesta NON era giusta. Non condivido una delle idee espresse . Ma era una protesta e se civile doveva essere accettata come tale. Ma non doveva assolutamente influenzare la decisione di far tenere al Papa la sua Lectio come da invito.
    Come al solito capita in Italia, chi urla e fa casino ha ragione… questo perche’ il senso civico e’ scomparso.

  21. sparkaos ha detto:

    Quindi non condividi che la scuola debba essere laica? e che questo significhi che rappresentanti religiosi possano essere invitati in un dibattito a più voci ma non ad innaugurare un istituzione scientifica, quando x di più sono contro la scianza, con un monologo? e non condividi neanche che gli studenti devono essere tutti uguali? (difficile esserlo da ateo se la mia uni si apre con n discorso del papa)Mi spieghi xché un professore che perde il tempo ad insegnare il metodo scientifico di Galileo debba vedere di buon occhio che ad innaugurare il suo anno di lavoro sia uno che dice che il processo a galileo fu giusto?
    E in Italia come al solito hanno ragione i Cattolici e i politici che dei diritti delle minoranze se ne fottono, a vincere è stato il papa che alla fine passa x vittima

  22. franziskus ha detto:

    Quindi non condividi che la scuola debba essere laica?

    Non mi pare che abbia detto questo…

    È giusto che la scuola sia laica: la scuola ha uno scopo, la Chiesa un altro [qualunque chiesa… cattolica, ebraica, islamica, scintoista, …]. Ma questo non impedisce la complementarietà delle due.

    Il Papa doveva essere un ospite, nulla più… Poteva essere invitato Berlusconi e una minoranza avrebbe protestato… Potevano chiamare un Imam e una minoranza avrebbe protestato… Si poteva invitare il Presidente della Repubblica e comunque qualcuno avrebbe protestato…

    La gente troppo spesso è contro per partito preso: prima dai ascolto dico io, e poi in caso protesta o apri il dibattito. Non si può sempre dire: “questo mi fa schifo, quest’altro lo odio, …” e tenere a distanza il confronto.

    Vero è che, dato che si è trattato del Papa, tutti i media ne hanno dato un’eco oscena, quando probabilmente bastava discuterne un po’ prima e organizzarsi meglio.

    [Per Emiliano: non è meglio fondere i due miei commenti precedenti? Così, solo per fare un po’ d’ordine ;)]

  23. sparkaos ha detto:

    senti in una lezione normale o in un dibbattito sono d’accordo con te sull’ascoltare e confrontarsi. Ma è troppo diverso fare un discorso all’innaugurazione dell’anno accademico.
    (e questo x me vale x il papa, x berlusconi o x qualsiesi politico che non sia lì x rappresentare una qualche istituzione attinente)

  24. Dadi ha detto:

    Per l’inaugurazione dell’anno accademico dell’università La Sapienza, no?
    Non è mai fregato un cippo dell’inaugurazione. Adesso è diventato il momento più importante e vitale della storia dell’ateneo.
    Secondo me ci piace riempirci la bocca con cose sentite da altri e di cui importa poco (e sappiamo ancora meno).
    PS: se a fare l’inaugurazione fosse il Presidente della Repubblica ci sarebbe qualche problema? per analogia direi di sì…

  25. sparkaos ha detto:

    il presidente della repubblica è un rappresentante delle istituzioni (dello stato) non vedo che centra, se poi chi è in disaccordo con te è un ignorante…. no comment

  26. Dadi ha detto:

    Per la stessa ragione per cui il Papa è il vescovo di Roma. Ovvero egli stesso un’istituzione per la collettività della città capitolina.
    Leggi: se il principio è quello di libera università da imposizioni esterne (religiose ma anche politiche) anche il Sindaco di Roma e il Presidente della Repubblica non avrebbero senso di essere presenti; gli unici ad avere diritto di parola dovrebbero essere scienziati, cattedrati e docenti.
    Altrimenti era solo un ostracismo verso il Papa-Vaticano.
    Io d’altra parte non sono in disaccordo che possa partecipare qualsiasi persona (teologo, religioso, politico, personaggio straniero, pubblico, economico, pop-star, etc.) che si ritenga di una qualche importanza per un dato evento; per la caratura, lo spessore socio-morale e il pensiero.
    Laico, termine di derivazione dal greco, significa ‘uno del popolo’, ovvero che rappresenta la gente. Errato invece è la sua interpretazione di negazione di “clericale. Perché il pensiero del Papa non sarebbe qualcosa della gente e per la gente nella sua universalità?
    PS: con l’italiano non ci faccio a botte: ho usato un “ci piace” e “sappiamo in prima persona; quindi senza dare dell’ignorante ad altri. Non vedere ombre dove non ce ne sono!

  27. sparkaos ha detto:

    Laico nella dottrina politica moderna significa separazione tra Stato e Religione, separazione di cui uno degli scopi principali fu spezzare il dominio culturale della chiesa che controllava quasi tutte le istituzioni educative e quindi lo sviluppo dell’uomo che invece di diventare “cittadino”(cioè diritti e doveri con lo stato) finiva x dare preminenza alla fede, cioè alla fedeltà al papato (non che uno non sia libero di dar come singolo più importanza alla religione)
    Il sindaco e il presidente potevano andarci in quanto tali, non come politici ad es. già Fassino O Fini non ne vedevo il senso. Il Papa è l’Imperatore dello Stato Indipendente del Vaticano (anzi quasi faraone visto che somma potere temporale e potere religioso compresa la bella dottrina dell’infallibilità). Io personalmente accompagnando un amico che doveva fare un servizio all’interno sono stato invitato ad aspettare fuori, scoprendo dal vivo la frontiera nel centro di Roma.
    E il pensiero del papa non è x la gente nella sua universalità, ma per i cattolici; a me non mi rappresenta ed è esattamente questo il punto(inasprito proprio dalla pretesa di parlare x l’umanità o di presunti valori universali che va sempre più accentuandosi nella maggioranza della curia)
    PS.mi sembrava ironico, scusa

  28. elgato ha detto:

    Questo è un bel klog!
    Io scrivevo da un altra parte il mio schifo per tutto quello che ci circonda in questa Italietta piena di monnezza umana!
    Non ne posso più !

    Bruciamo tutto e tutti !

  29. franziskus ha detto:

    Bruciamo tutto e tutti !

    È proprio l’uomo che dovrebbe scomparire dal mondo… 😀

  30. emiliano666 ha detto:

    a emiliano, per favore prima di parlare a sproposito, anzi prima di riportare le parole che ascolti alla televisione, studiati un pò meglio la storia, approfondisci, fatti le tue opinioni e poi parla…una piccola domanda….hai letto la lettera del prof. Cini che ha dato la stura al tutto? scommetto mille euro (che non ho) che non l’hai fatto!
    ciao eh

  31. emiliano66 ha detto:

    Replico a Emiliano666 quasi omonimo nel nickname: non ho mai ritenuto che impressioni, opinioni e conoscenze differenti dalle mie “parlassero a sproposito” e mai ritengo che opinioni diverse dalle mie “non siano opinioni proprie” bensi’ riferite, conosciute, o sentite. La mancanza di chiarezza di qualche mia frase avra’ generato confusione: a) il precedente POST affermava “La protesta NON era giusta. Non condivido una delle idee espresse . Ma era una protesta e se civile doveva essere accettata come tale. Ma non doveva assolutamente influenzare la decisione di far tenere al Papa la sua Lectio come da invito.
    Come al solito capita in Italia, chi urla e fa casino ha ragione… questo perche’ il senso civico e’ scomparso”. Confermo questa essere una MIA OPINIONE e la sottoscrivo oggi ancor di piu’ b) Il POST ancora precedente “Ho visto ieri FORTUNATAMENTE in TV le immagini del collettivo di Fisica responsabile della manifestazione. Con difficolta’ il capobranco parlava italiano. Accanto a lui persone con pari difficolta’ nell’inserire un congiuntivo e con una eta’ vicina alla cinquantina ricordavano momenti “gloriosi” di vetuste manifestazioni studentesce contro la protervia del regime di allora.
    GRAZIE . Adesso ho capito veramente 1) da chi e’ stata condotta la manifestazione 2)chi siano gli studenti dei professori firmatari. TUTTO E’ PIU’ CHIARO…” e’ del tutto allineato con la mia opinione ed impressione iniziale e avvalorato dalle squallide manifestazioni avvenute il giorno della inaugurazione. c) il prof. Cini immagino essere uno dei firmatari dell’oramai nefastamente famoso manifesto dei 65. Orbene, non ho avuto il piacere di leggerlo. Magari potrei avere leggendo la convinzione che non fosse sua intenzione quella di manifestare intolleranza e mancanza di rispetto delle diverse opinioni all’interno dell’Aula universitaria ma si sa’ che le strade dell’Inferno sono lastricate di buone intenzioni.

  32. sparkaos ha detto:

    l’unica squallida manifestazione che ho visto io era l’innaugurazione stessa inchinata e rinchiusa dietro i sui sbirri che tenevano fuori gli studenti della sapienza cioè quelli di cui l’Università dovrebbe essere idealmente.

  33. emiliano66 ha detto:

    1) le forze dell’ordine avrebbero ben altro da fare se non fossero costrette da “scalmanati” e “teppisti” a doversi occupare del presidio dell’Universita’
    2) l’Universita’ non e’ degli studenti: proverei ad introdurre questa considerazione anche di fronte al famoso prof. Cini e vediamo cosa ti risponde…
    3) gli studenti all’interno dell’Aula Magna erano dignitosamente rappresentati da una compagine che si e’ presentata con un bavaglio simbolo dell’atmosfera di intolleranza che qualche spauruto “collettivo di fisica” (ah… Enrico Fermi dove sei…?) ha voluto imporre ad una comunita’ di professori e studenti aperti al dialogo e all’insegnamento dei valori legati ad esso

  34. sparkaos ha detto:

    1)se x te sono teppisti tutti quelli che non la pensano come te e manifestano…
    2)prova a leggere i testi moderni di pedagogia e vedi cosa dicon
    3)molti studenti, anche che erano lì x lezioni, non sono riusciti ad entrare, e in quell’aula erano presenti solo gli studenti che la pensano come chi comanda

  35. ZioTack ha detto:

    Scusate ma io sono un Fisico. Mi sono laureato all’Università degli Studi di Trieste. Attualmente lavoro in AREA di ricerca a Trieste e sono a contatto con professori, fisici e studenti di “vecchia e nuova generazione”. Anche noi avevamo un Kollettivo di Fisica [si… purtroppo con la K… che fastidio], oltretutto molto attivo nelle politiche universitarie. Ma mai ha occupato aule alla cazzo o fatto casini solo per il gusto di fare casini. Quassù a Trieste praticamente tutti sono convinti che le reazioni all’invito del Papa siano state esagerate, che si sia sbagliato da entrambe le parti e che manifestazioni studentesche di quel tipo siano da condannare pesantemente. Io aggiungo: per me i media hanno dato troppo risalto ad una questione che poteva essere risolta tranquillamente… In altre parole? Gran parte della colpa di tutto sto macello è dei media… televisione in testa.

    Ma poi… ancora con sta storia che chi è contro Galileo è contro la scienza? Che il processo a Galileo è stato giusto o sbagliato? Ma lo sapete almeno il PERCHÉ Galileo fu processato? O si va avanti anche qui per sentito dire?

  36. Dadi ha detto:

    Posso essere d’accordo con zioTack in linea di massima sulla critica dei media. Ma i media sono solo la cassa di risonanza: esistono perché c’è chi vuole farsi sentire.
    La similitudine è con le armi: non sono pericolose in se stesso ma nell’uso che (l’uomo) ne fa.

    PS: meno male che non si è chiamato in ballo Giordano Bruno, altrimenti qualcuno avrebbe preteso il rogo per contrappasso!!

  37. ChiamamiAquila ha detto:

    Ho capito l’ironia di Dadi.
    E’ una cosa che ha stupito anke me: perchè una gazzarra tirando in ballo Galileo?
    Se poi attualizzare la storia è una cosa fattibile, non vorrei che allora il Vaticano si riprende la città di Roma perché in passato era sua!!!

  38. sparkaos ha detto:

    Galileo è stato tirato in ballo x affermazioni fatte dall’ attuale papa un pò di anni fa, non x il processo in se(chi sa xche tutti pensano che gli altri parlino x sentito dire)
    X i media avete ragione ma attenti i media amplificano e distorcono ciò che esiste nella società, lo scontro tra cattolici e non cattolici in Italia va inasprendosi da anni ormai

  39. ZioTack ha detto:

    Lo hai detto te [Sparkaos] questo eh

    Chi dice che il processo a galileo fu giusto x me è contro la scienza.

    Basandoti sul fatto che l’attuale Papa affermò, citando non so più che autore, quasi vent’anni fa che il Processo a Galilei fu giusto…

    Ho provato a cercare un po’ in giro.
    Di interessante sull’argomento c’è QUESTO e QUESTO ma se giri un po’ si trova moltissimo materiale sull’argomento.

    Non prendo tutto ciò per la verità assoluta [come scienziato non posso permettermelo, falserei i risultati], ma, mentre se prima pensavo che Benedetto XVI avesse detto una cazzata, ora non ne sono più tanto convinto…

  40. sparkaos ha detto:

    stavo semplicemente spiegando xchè l’avevo tirato in ballo.
    I link non mi sembrano tra le fonti più equilibrate visto che inizia “Fra le «leggende nere» che la cultura laicista…”
    In ogni caso non credo che sia particolarmente importante come si arrivo al processo e i suoi particolari ma il fatto che allora la chiesa pretendeva di possedere verità assolute e inviolabili x chiunque compresa la scienza nascente; e che l’attuale papa in passato (e non ho trovato in giro smentite) ha sostenuto la giustizia di quel processo (quindi della logica che l’ispirò)

  41. ZioTack ha detto:

    I link non mi sembrano tra le fonti più equilibrate

    Ma guardare da più punti di vista la stessa questione? Non dare per scontato nulla? Abbiamo paura che le nostre certezze si sgretolino?

    la chiesa pretendeva di possedere verità assolute e inviolabili x chiunque

    Non che la scienza stessa non l’abbia fatto in passato e non lo faccia tutt’ora eh…

  42. sparkaos ha detto:

    Alla fine su una cosa siamo d’accordo: che a volte la scienza è altrettanto dogmatica.
    X i link mi piace guardare le cose da molti punti di vista, infatti li ho letti, ma una fonte così di parte di certo non mi fa cambiare idea xchè non è affidabile, a limite dovrei controllare le informazioni
    E tutto questo non esclude che la scienza non ha mai processato nessuno xchè aveva un opinione diversa ne pretende di andare a spiegare il Darwinismo in Vaticano dal pulpito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...