ASUS Eee PC: se ne parla sul web

Pubblicato: 21 febbraio 2008 da Dadi in Informatica, Lavoro, Legge, Note legali, Notizie, Sostegno, Technology
Tag:,

eeepc4g-4.jpgA metà gennaio scorso la ASUSTeK COMPUTER Inc., meglio nota al grande pubblico come ASUS, uno dei player tra i più importanti a livello mondiale nella produzione di alta tecnologia nel campo delle 3C (Computer, Communication e Consumer Electronics) ha deciso di distribuire anche in Italia l’Eee PC che già ha ottenuto grandi consensi in tutta Europa.

Di cosa si tratta? non è un computer e neppure un palmare; ma rappresenta un nuovo tipo di prodotto tecnologico voluto per offrire – in un dispositivo semplice da usare e non troppo ingombrante, ma anche facilmente e validamente fruibile (ha un display da 7″ e pesa meno di un kg) – tutto quanto necessita alla maggior parte dell’utenza: navigare sul Web, gestire le proprie mail, chattare con gli amici, scrivere testi o prendere appunti e anche divertirsi e ascoltare musica.
Per saperne di più ecco il link del sito ufficiale ASUS (già in italiano).

Il tutto senza la necessità di spendere cifre da capogiro.

E qui arriva la questione che sta inondando il web della domanda: è possibile acquistare l’Asus Eee PC beneficiando del contributo statale?

Il decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 8 giugno 2007, pubblicato nella Gazz. Uff. 18 giugno 2007, n. 139, offre la possibilità ai lavoratori c.d. precari e studenti (dipendenti con contratto di tipo co.co.co o co.pro oppure infine in collaborazione di ricerca) di poter acquistare un computer beneficiando di un bonus di 200 euro (vedi qui per maggiori dettagli).
Così dal momento che Eee PC costa 299 euro, IVA inclusa, va da se che tali categorie di persone potrebbero entrarne in possesso sborsando soltanto 99 euro (meno di un cellulare).

Pare che il dilemma sia articolato in funzione del disposto del decreto, per cui alcuni rivenditori potrebbero escludere l’applicabilità e non voler praticare lo sconto, dal momento che a loro dire l’Eee PC non sarebbe accomunabile alla tipologia descritta e prevista dal decreto legislativo.
Il comma 4° determina cosa intendersi per «PC» al fine del contributo; e al punto d. esplicita la presenza di un lettore CD Rom o DVD. Di cui l’Eee PC è sprovvisto.

Ho trovato allora un interessante articolo sul blog dell’avv. Tiziano Solignani che riferisce la possibilità di rientrare, altresì, in tale casistica: come acquistare l’eeepc con il contributo statale dei cocopro.

A suo dire proprio il decreto ne determina l’applicabilità al comma 6 quando stabilisce: “Il contributo è concesso anche in caso di acquisto di una parte del sistema operativo, purchè comprendente almeno gli elementi di cui alle lettere a), e) ed f), del comma 4.”
Non si parla di obbligatorietà del lettore ottico e, pertanto, secondo l’avv. Solignani l’Eee PC è assolutamente conforme.

Dove comprare l’Eee PC? In tutte le grandi catene di elettronica e informatica; oppure on-line.
Per maggiori dettagli rimando all’articolo del blog di e3pc.

Adesso serve solo un po’ di animo, nervi saldi e pazienza: pare che sia praticamente introvabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...