Rutelli sindaco di Roma NOOOOO!!!

Pubblicato: 21 febbraio 2008 da iBronzi in Comune Roma, Italia, Partito Democratico, Politica, Real politik, Società
Tag:,

piazza_del_campidoglio.jpgCome se avesse fatto un piacere a qualcuno, Francesco Rutelli ha sciolto le proprie riserve e ha comunicato che – visto che proprio insistono – si candiderà a sindaco di Roma. Melius: si ricandiderà 6 anni dopo aver lasciato proprio palazzo al Campidoglio.

Senza la minima vergogna; ovviamente: da bravo politicante!!!

Ma questo volendo è il minimo, anche scontanto per un politico: mai pensato che abbiano una morale.
La cosa drammatica è se ci sarà qualcuno che lo voterà e – magari – determinerà la sua assunzione nuovamente a primo cittadino. Dopo 7 anni d’inferno non pensiamo di aver pagato abbastanza? Pensavo di essermi ripulito e rinfrancato del doloroso trauma di cittadino dell’Urbe nel periodo dell’ex radicale.
Persino Walter Veltroni (che non mi piace e da elettore di opposizione non posso certo apprezzare) in paragone è una colomba bianca. Francesco Rutelli (lo ricordo ancora il primo giorno al Campidoglio in motorino, poi abbandonato sotto casa per la più comoda auto blu) è invece una sciagura, una vera iattura.
Ricorderanno ancora i più che Rutelli fu eletto sindaco di Roma nel partito dei verdi, provenendo da quello Radicale; e quasi due lustri dopo aveva completamente cambiato corrente, pedigree, stile e persino impostazione di voce; così l’ambientalismo degli esordi viene soppiantato dalla costruzione di un megaparcheggio su una collina romana; le battaglie politiche dove un giovane ministro dell’Ambiente del governo Ciampi gridò a Bettino Craxi augurandogli “il rancio di San Vittore“, furono sbiadite dalle meste scuse di alcuni anni dopo, rimangiandosi tutto.

rutelli.jpgNon riporterò direttamente le cose fatte e sfatte dal governo capitolino gestito da Rutelli.
Qui l’elenco di quanto descritto direttamente sul sito dell’ex sindaco di modo che ciascuno possa valutare direttamente quanto di vero e quante cavolate riportate.

Per par condicio riporto però alcuni editoriali dei tempi di Rutelli sindaco, ripresi dal International Herald Tribune e da la Padania. Non sono quasi mai in linea con il giornale della Lega Nord, ma se è vero che la Corte di Cassazione ha condannato, due anni or sono, l’ex giunta Rutelli a pagare per gli sprechi dei consulenti assoldati dal Campidoglio… stiamo parlando di quasi 1,2 milioni di euro.
E la stampa ufficiale ne parla poco, se è vero che per trovarne qualche news sono dovuto finire sul sito di Trentino Libero. Che poi, appunto, lamenta proprio questa omertà dei media.

Vi invito inoltre a leggere anche le istruzioni per l’uso “PER EVITARE IL PEGGIO” dell’associazione Oikos. Interessantissime!
Gli occhi si apriranno un po’ più. E non è un’organizzazione certo di centro-destra.

Assurdo e ignobile pure che ammicchi al popolo cattolico citando, a chiusura della conferenza stampa di ufficializzazione della propria candidatura, Giovanni Paolo II e il suo “damose da fa’“. BUFFONE!!!

rutellisindaco.gifD’altra parte è il marito della giornalista Barbara Palombelli che ci ha divelto la città lasciandoci in una miriade di cantieri senza fine in occasione dell’Anno Santo 2000; che terminarono solo parecchi anni dopo la conclusione del giubileo e grazie al successore Veltroni.

Ricordiamo che qualche anno fa’, dopo l’esasperante assedio della giunta Rutelli verso gli automobilisti (creazione di migliaia di nuovi parcheggi a pagamento con le strisce “blu” che venivano dipinte un po’ ovunque, la costituzione degli ausiliari del traffico deputati a redarre più contravvenzioni possibile, per dire le più evidenti) si sviluppo la voce (pare falsa) che la S.T.A., la società privata cui venne appunto affidata la gestione dei parcheggi e degli ausiliari, fosse di proprietà della Palombelli. Che sia vero o meno (la signora assoldò un investigatore privato al fine di risalire all’origine di questa c.d. leggenda), dimostra in modo ineluttabile l’odio che i cittadini romani provarono all’epoca verso ‘Cicciobello’.

In verità più di Francesco Rutelli però i danni maggiori li ha combinati il suo vice e assessore alla mobilità Walter Tocci; ancora paghiamo i disagi di sue squilibrate scelte: una delle 7 piaghe d’Egitto.

Mi rivolgo a voi, elettori di sinistra. Per una volta mettete da parte le vostre ideologie e pensate alla nostra città: perché lo merita.
Il sindaco non c’entra nulla con il colore politico. E’ la persona che chiunque di noi vorrebbe in cima a governare la nostra città, che dovrebbe essere caput mundi.
Invece i giochi di potere e di poltrone stanno riportando indietro l’orologio di 30 anni (semmai fosse mai andato avanti).

Gira sul web una petizione affinché il capo del PD (già primo cittadino capitolino) allontani Rutelli dalla poltrona di sindaco di Roma e Roma da Rutelli sindaco.

Persino le comunità omosessuali (chiaramente mossi da altri sproni) vedono come fumo negli occhi la possibile rielezione di Francesco Rutelli.
E anche l’affermazione di Grillini contro-Rutelli.

A Roma si dice che “li maccheroni er giorno dopo so ancora più boni“.
Ma qui si tratta di una minestrina riscaldata; e non vogliamo mica finì tutti a l’ospitale?!

Io da credente mi permetto di inviare questa preghiera: DIO CE NE SCAMPI E LIBERI.

Annunci
commenti
  1. emiliano66 ha detto:

    La motivazione, se non erro, e’ stata quella di aver fatto per una settimana (dicasi 1 settimana) il giro della citta’ e di aver avuto riscontri estremamente positivi…
    Il giro di Roma l’avra’ fatto tra l’affamato parentame, nipotame e amicame che non vede l’ora di avere un’altra pletora di incarichi e consulenze sempre elogiati dall’indipendente firma della stampa libera (La Repubblica ovviamente)

  2. Martina ha detto:

    Grazie per questo post, mi sembrano notizie utili. Spesso ci si dimentica del passato..
    Credo che dovremmo dare tutti una possibilità ai Grillini..
    Ciao,

    Martina

  3. Manuela Grasso ha detto:

    Credo invece che da romani dovremmo essere grati a Rutelli e al grande miglioramento che Roma ha avuto grazie a lui. Sono (ero?) un’elettrice del PD, delusa da veltroni e dalle sue candidature da palcoscenico. Ma di Rutelli ricordo i FATTI, che su Roma sono stati proprio tanti.

  4. rugantino ha detto:

    Quali fatti ricorda di Rutelli? Ha avuto una valanga di soldi per il Giubileo, ed ha presentato una Roma con solo i cantieri. Con i problemi del trasporto, della sporcizia che sono perdurati con Veltroni.
    Poi c’è la sentenza della corte dei conti (che non è un’invenzione della Padania).
    C’è il fatto che, guarda caso, tutti i palazzinari di Roma si sono detti entusiasti. Lui e Veltroni sono la loro fortuna.
    Però si sanno vendere bene..

  5. Manuela (da casa) ha detto:

    A Ruganti’ ma che davero me stai a di’?

    I soldi del Giubileo hanno cambiato Roma. I cantieri hanno prodotto miglioramenti sostanziali alla vita della città, pensa al tunnel di Monte Mario, al sottopasso davanti al S. Spirito. Pensa poi all’estate romana, all’aumento dei flussi turistici, all’aumento della competitività del sistema roma, all’Auditorium, al calo del tasso di disoccupazione.

    A quanto era + pulita di oggi la città, al fatto che ha Cicciobello eliminato le baraccopoli abusive creando i campi nomadi (che sono una conquista di civiltà e dignità per i migranti), al varo del PRG, insomma se sei oggettivo non puoi non riconoscergli di essere stato un ottimo sindaco ……..

  6. Dadi ha detto:

    Io (come molti sanno) sono romano de Roma e vivo a Roma (Monteverde Vecchio), lavoro tra centro e Eur (di Roma), almeno una volta al giorno su Lungotevere, Muro Torto, via Appia (nuova, antica e Pignatelli) e Tuscolana, frequentando Trastevere, zona Bologna e Province, Testaccio e Aventino; saltuarialmente altrove.
    E posso dire che solo a sentire la parola “Rutelli” m’è venuta l’orticaria.
    Sì il sottopasso di Montemario è una gran bella opera, moderno e funzionale. Ma qualcuno (e penso a Manuela) ha mai percorso la tangenziale da Stazione Tiburtina a Trionfale (uscita Mario Fani)? certamente la situazione è scorrevole sotto il tunnel, anzi non c’è praticamente nessuno; ma per arrivarci. Leggi: mentre un milione di macchine rimane imbottigliato tra P.zza Bologna e Batteria Nomentana (prima) e Salaria (dopo) e Cassia-Flaminia-Foro Italiaco (infine) poi forse un centinaio di vetture si ritrova sotto il traforo. Che capolavoro!
    Rutelli potrà fare molto bene a Roma e ai romani: se resterà a casa sua!

    PS: un amico di centro-sinistra (ma non di Roma) quando ha scoperto che FR si ripresentava a sindaco di Roma ha cominciato a ridere e a prendermi per il… i fondelli!

  7. Sraddino ha detto:

    Scusate, chi sarebbe allora un sindaco con le palle da rispettare?
    A me da cittadino non romano ma che frequenta Roma, piacerebbe una città vivibile, ma è solo colpa o merito del sindaco o anche di chi la vive?

    Il traffico è e sarà sempre un problema irrisolvibile a Roma, quindi non mi limiterei a contare cantieri e ore di fila per giudicare la bontà di un sindaco rispetto a un altro.

  8. iBronzi ha detto:

    Non facciamo demagogia. Questa era una delle battute di Cicciobello che più mi facevano imbufalire: “Roma è una città impegnativa … e non è facile … “. Nessuno gli (ha) punta(to) una pistola alla tempia: SE NON SONO IN GRADO, CHE SI FACESSERO DA PARTE, INVECE DI ACCAMPARE SCUSE.

  9. Dadi ha detto:

    Scusate (e chiedo venia soprattutto a Manuela) se ho parlato solo del tunnel di Montemario.
    Perché dell’Estate Romana… è bella ma… a chi frega qualcosa?? se la priorità di Roma sono gli svaghi mi affidavo a Briatore o, meglio ancora, a Umberto Smaila; forse avrebbero fatto qualcosa anche migliore.
    La diminuzione della disoccupazione a Roma è dato tutto da dimostrare; anche perchè allora il povero Walter è il determinante dell’aumento degli inoccupati degli ultimi tempi. Delle 2 l’una!
    Circa infine il sottopasso in Saxia (quello citato da Manuela come Santo Spirito), con le deviazioni “ASSURDE intorno a castel Sant’Angelo, solo il fatto che d’avanti c’è via della Conciliazione con il cuppolone di San Pietro mi interdice da smoccolare come uno scaricatore di porto ogni qual volta ci passo.

    @Sraddino: la qualità della vita (cfr. benessere) dei cittadini è il principale – se non l’UNICO – interesse e obiettivo del sindaco di una città. Altrimenti è un amministratore inutile e dannoso.

  10. Sraddino ha detto:

    IBronzi: chi sarebbe in grado mi domando? Finché non ci sarà qualcuno che farà politica SUL SERIO (cioè che penserà al bene del paese per il quale LAVORA, piuttosto che al proprio tornaconto) non vedremo grossi benefici!!!

    Dadi: concordo pienamente con te! Il problema è stabilire delle misure in base alle quali determinare la qualità di un’amministrazione rispetto a un’altra. Servirebbero dei contatori oggettivi e non numeri forniti dalle amministrazioni stesse non trovi?

  11. Dadi ha detto:

    Intendo dire (senza necessità di contatori, che – alla pari della moviola in campo – non è gradita) che il sindaco è prima un gestore, un amministratore piuttosto che un politico.
    Il principale punto di attenzione è come far stare meglio la propria collettività che l’ha voluto e votato.
    Gli indicatori poi sarebbero sotto gli occhi di tutti perché sono le cose fondamentali nella vita cittadina: mobilità (traffico, mezzi pubblici, parcheggi, stato delle strade), sicurezza (ordine pubblico, zingari, scippi, rapine, presidio del territorio) e stato sociale (abitazioni, servizi per il pubblico, sanità). Tutto il resto sono cose importanti e interessanti (tipo l’Estate Romana) ma non fondamentali e non debbono essere messe in primo piano.
    Sul chi sarebbe in grado rispondo con 2 considerazioni:
    la prima è che esistono città come Londra, Parigi, Madrid e New York (per dire solo quelle che conosco e amo di più) che in quanto a problemi logistici e demografici non credo ne abbia meno di Roma; eppure sono in cima alla graduatoria tra le megalopoli più organizzate, sicure e meglio gestite al mondo;
    la seconda è che molti sarebbero in grado se solo facessero il tornaconto della gente e non quello personale. Cofferati da quando ha deciso di fare il sindaco e non il politico a mandato a fare in c… tutte le demagogie di sinistra e ha tirato fuori gli attributi. Puoi essere d’accordo o contro il tipo di azione. Ma oggi Bologna è una città diversa da quella che abbiamo conosciuto negli anni ’90. Più moderna, civile e borghese (che non è una mala parola). Se invece si perde tempo a fare il politico allora le questioni non funzionano.
    Se poi qualcuno fa’ gli interessi collettivi ma le cose vanno comunque male, c’è sempre la valutazione dell’incompetenza della persona. E questo non lo salva dal rigetto. A parole sono bravi tutti.

  12. Sraddino ha detto:

    Dadi, ora ho capito cosa intendi e mi trovi d’accordo, anzi … proporrei applausi a scena aperta per la tua frase “Se invece si perde tempo a fare il politico allora le questioni non funzionano” 🙂

  13. Dadi ha detto:

    Alla fine ci siamo capiti; la mia dialettica ha fatto breccia in quel cuore granitico 🙂
    So pronto pe la politica! 😉

  14. Sraddino ha detto:

    Già…. 😛

    In pratica il sindaco dovrebbe farlo un cittadino comune … ma un cittadino comune non potrà mai … quindi … siamo in un circolo vizioso .. e siamo pure soci!!! 😉

  15. marco ha detto:

    si fa un po’ troppa retorica su Rutelli. Rutelli nei suoi 2 mandati ha fatto veramente tanto per la città eterna. Per le Aree verdi (giardini pubblici ad esempio), per l’urbanistica, per la cultura, l’Ara Pacis, l’Auditorium della musica, per citare alcuni esempi, e il Giubileo, che nonostante le polemiche non mi pare sia stato oragnizzato male, non dimentichiamoci che a Roma, in quel periodo, arrivarono milioni di pellegrini e tutto andò per il verso giusto. Rutelli ha fatto bene pure come ministro dei beni culturali, dimostrno le sue capacità e la sua sensibilità. Rutelli sindaco

  16. elgato ha detto:

    Meglio la destra a Roma

  17. iBronzi ha detto:

    avrò la memoria corta, ma non ricordo tante fantasticherie da parte di FR.
    Tutte le indicazioni (aree verdi, urbanistica, cultura) sono talmente generiche da far pensare tutto e il contrario di tutto.
    L’Ara Pacis è stato trasformato in un abominio: ORRORE!!!!! Questo è quello che sono stati capaci di fare con tutti i finanziamenti ottenuti?
    Poi se Roma non poteva fare a meno dell’Auditorium, allora l’opera verrà citata a grandezza della memoria.
    Con il giubileo, infine, ha gestito un mare di soldi da ricostruire una piccola nazione. E poi la maggior parte dei pellegrini (soprattutto i più giovani) furono stipati sulla spianata di Tor Vergata.
    Al contrario di Marco auspico “Rutelli sindaco? no grazie“.

  18. mirco ha detto:

    RUTELLI LADRO E COLLUSO: RUTELLI CHE SI INTASCA ANCORA I SOLDI DELLE SOCIETÀ DI PUBBLICITÀ FONDATE APPOSTA PER FINANZIARE IL CONTO IN BANCA DI “BARBARELLA”, RUTELLI DEL BLUFF DEL SOTTOPASSO DI CASTEL SANTANGELO (OGGI OCCULTATO DA UN “GIARDINO” COSTATO DIVERSI MILIARDI), RUTELLI DELLA CAMPAGNA ELETTORALE FATTA CON I SOLDI DELL’AUDITORIUM DELLA CAPITALE COSTATO PIÙ DEL TRIPLO DEL PREVISTO, RUTELLI DELLE STRISCE BLU NEI QUARTIERI POPOLARI, RUTELLI DEI CROLLI DEI PARCHEGGI SOTTERRANEI A VIA PAOLINA, RUTELLI DELLE MAZZETTE A CALTAGIRONE… RUTELLI SINDACO? INFORMATEVI PRIMA DI VOTARE UN DELINQUENTE DEL GENERE. mirco

  19. Manuela (da casa) ha detto:

    Mirco dici una tale quantità di bugie che sei dai denuncia penale … Te lo dico col cuore: occhio che a scrivere cazzate su internet si rischiano guai legali!

  20. emiliano66 ha detto:

    Credo che la pietra angolare del BLOB sia la liberta’ di scrivere nel rispetto delle opinioni altrui. A Mirco chiederei solo di motivare le sue argomentazioni, nel senso di rendere noto se siano in corso azioni giudiziarie nei confronti di Rutelli. Purtoppo la stampa appare molto ma molto piu’ interessata a quelle che coinvolgono il solo Berlusconi…
    Le generiche accuse proprio perche’ “generiche” non aiutano chi frequenta il KLOG a comprendere. Grazie

  21. Sraddino ha detto:

    Grande Emiliano!
    Mirco spiegati meglio

  22. stefano ha detto:

    il fatto poi è che rutelli sta cambiando colore. è diventato indaco.
    http://www.rutelli-sindaco.com

  23. Sraddino ha detto:

    il fatto poi è che rutelli sta cambiando colore. è diventato indaco.
    http://www.rutelli-sindaco.com

    😛 😀 😛 😀 😛 😀

  24. Simone ha detto:

    SCANDALO CONSULENZE “D’ORO” AL COMUNE DI ROMA, RUTELLI CONDANNATO A PAGARE IL RISARCIMENTO, Andatevi a leggere la sentenza della Corte dei Conti, qui c’è un piccolo stralcio….

    Corte dei Conti – Sezione Giurisdizionale per il Lazio – 25 settembre 2000, n. 1545/2000/EL – Pres. BISOGNO – Est.
    LIBRANDI – Cons. DI FORTUNATO – PROCURA CORTE DEI CONTI c. RUTELLI, TOCCI, LANZILLOTTA, PIVA,
    SANDULLI, BARRERA e altri. (Avv.ti GUARINO, CORREALE, RISTUCCIA, MEDUGNO,CARNOVALE, DI GIOIA)
    P.M. NOTTOLA.

    Responsabilità contabile e amministrativa – Enti Locali – consulenze esterne all’amministrazione – illiceità della spesa –
    profili di responsabilità amministrativa a carico del Sindaco e degli amministratori comunali – mancato ricorso alle
    professionalità interne della p.a. – assenza di trasparenza nei criteri di scelta – colpa grave e dolo contrattuale.

    OMISSIS…

    In conclusione, ritiene il Collegio che nella fattispecie vi è un’assenza di “utilità” nella prestazione degli incarichi avendo i responsabili aggravato solo il Comune di ingiustificati oneri aggiuntivi, costituenti una inutile duplicazione di spesa rispetto a quella già derivante per legge dal mantenimento delle esistenti strutture comunali e delle risorse rimaste al riguardo
    inutilizzate.
    14.- Sui predetti importi va dai medesimi corrisposta anche la rivalutazione monetaria dalla data dell’evento del danno per
    cui è domanda attrice e fino alla data del deposito della presente sentenza.
    Vanno, inoltre, dalla data della presente sentenza e fino al soddisfacimento del credito erariale – come sopra
    individuato – esecutivamente vantato, corrisposti gli interessi legali di cui all’art. 1224 c.c. , primo comma, in funzione
    risarcitoria ai fini di riequilibrio del patrimonio; interessi che non si cumulano con la rivalutazione monetaria ma si pongono
    in termini di alternatività perché connessi ad obbligazioni pecuniarie, tali essendo quelli nascenti dalla sentenza di
    condanna, che, liquidando il danno, ha convertito l’originario debito di valore in debito di valuta (Corte dei Conti, Sezioni
    Riunite 18 febbraio1993, nn. 841, 843 e 844) e reso, quindi, applicabile l’art. 1224 c.c..
    P.Q.M.
    LA CORTE DEI CONTI
    Sezione Giurisdizionale per la Regione Lazio, definitivamente pronunciando, respinta ogni contraria istanza ed eccezione,
    CONDANNA
    Francesco RUTELLI, Walter TOCCI, Linda LANZILLOTTA, Esterino MONTINO, Domenico CECCHINI, Renzo
    LUSETTI, Sandro DEL FATTORE, Loredana DE PETRIS, Francesco CARDUCCI ARTENISIO, Amedeo PIVA,
    Giovanni BORGNA, Piero SANDULLI, Fiorella FARINELLI, Claudio MINELLI, Pietro BARRERA, Vincenzo
    GAGLIANI CAPUTO, Stefania BIOLCHI, Fortunato LORENZETTI ed Alberto FENU al pagamento a favore dell’Erario –
    beneficiario il Comune di Roma – della somma complessiva di lire 2.238.664.265 (duemiliardiduecentotrentottomilioniseicentosessantaquattromiladuecentosessantacinquelire)
    ripartita in quote uguali come segue:
    1.- Francesco RUTELLI e Walter TOCCI per la somma di lire 67.349.441 ciascuno;
    2.- Francesco RUTELLI e Walter TOCCI per la somma di lire 53.900.000 ciascuno;
    3.-Francesco RUTELLI e Walter TOCCI per la somma di lire 10.400.000 ciascuno;
    4.- Francesco RUTELLI ed Esterino MONTINO per la somma di lire 45.017.699 ciascuno;
    5.- Francesco RUTELLI e Domenico CECCHINI per la somma di lire 16.769.892 ciascuno;
    6.- Walter TOCCI, Domenico CECCHINI, Amedeo PIVA, Giovanni BORGNA, Piero SANDULLI, Fiorella FARINELLI,
    Claudio MINELLI, Loredana DE PETRIS, Renzo LUSETTI, Francesco CARDUCCI ARTENISIO, Sandro DEL
    FATTORE, Vincenzo GAGLIANI CAPUTO e Stefania BIOLCHI per la somma di lire 9.803.769 ciascuno;
    7.-Francesco RUTELLI e Domenico CECCHINI per la somma di lire 2.664.107 ciascuno;
    8.- Francesco RUTELLI e Domenico CECCHINI per la somma di lire 1.733.333 ciascuno;
    9.- Francesco RUTELLI e Domenico CECCHINI per la somma di lire 2.870.019 ciascuno;
    10.- Francesco RUTELLI e Domenico CECCHINI per lire 82.895.582 ciascuno;
    11.- Francesco RUTELLI e Linda LANZILLOTTA per la somma di lire 31.300.000 ciascuno;
    12.-Linda LANZILLOTTA, Domenico CECCHINI, Amedeo PIVA, Giovanni BORGNA, Piero SANDULLI, Fiorella
    FARINELLI, Vincenzo GAGLIANI CAPUTO e Fortunato LORENZETTI per la somma di lire 520.625 ciascuno;
    13.- Francesco RUTELLI e Linda LANZILLOTTA per la somma di lire 11.607.666 ciascuno;
    14.- Francesco RUTELLI e Linda LANZILLOTTA per la somma di lire 11.000.000 ciascuno;
    14.- Francesco RUTELLI e Linda LANZILLOTTA per la somma di lire 4.500.000 ciascuno;
    16.- Francesco RUTELLI e Linda LANZILLOTTA per la somma di lire 26.740.824 ciascuno;
    17.- Francesco RUTELLI e Renzo LUSETTI per la somma di lire 6.650.000 ciascuno;
    18.- Francesco RUTELLI e Renzo LUSETTI per la somma di lire 15.558.323 ciascuno;
    19.- Francesco RUTELLI e Renzo LUSETTI per la somma di lire 34.974.208 ciascuno;
    20.- Francesco RUTELLI, Walter TOCCI, Linda LANZILLOTTA, Amedeo PIVA, Giovanni BORGNA, Piero SANDULLI,
    Claudio MINELLI, Domenico CECCHINI, Fiorella FARINELLI, Vincenzo GAGLIANI CAPUTO e Pietro BARRERA per
    la somma di lire 3.636.363 ciascuno;
    21.- Francesco RUTELLI e Sandro DEL FATTORE per la somma di lire 1.450.000 ciascuno;
    22.- Francesco RUTELLI e Claudio MINELLI per la somma di lire 100.119.355 ciascuno;
    23.-Francesco RUTELLI e Claudio MINELLI per la somma di lire 100.119.355 ciascuno;
    24.- Walter TOCCI, Linda LANZILLOTTA, Domenico CECCHINI, Giovanni BORGNA, Piero SANDULLI, Fiorella
    FARINELLI, Claudio MINELLI, Vincenzo GAGLIANI CAPUTO e Alberto FENU per la somma di lire 1.111.111
    ciascuno;
    25.- Francesco RUTELLI e Fiorella FARINELLI per la somma di lire 15.898.333 ciascuno;
    26.- Francesco RUTELLI e Fiorella FARINELLI per la somma di lire 2.700.000 ciascuno;
    27.- Francesco RUTELLI e Loredana DE PETRIS per la somma di lire 35.047.500 ciascuno;
    28.- Francesco RUTELLI e Francesco CARDUCCI ARTENISIO per la somma di lire 18.595.000 ciascuno;
    29.- Francesco RUTELLI e Francesco CARDUCCI ARTENISIO per la somma di lire 9.224.880 ciascuno;
    30.- Francesco RUTELLI e Giovanni BORGNA per la somma di lire 66.782.030 ciascuno;
    31.- Francesco RUTELLI ed Amedeo PIVA per la somma di lire 56.065.080 ciascuno;
    32.- Francesco RUTELLI e Amedeo PIVA per la somma di lire 14.768.639 ciascuno;
    33.- Francesco RUTELLI e Piero SANDULLI per la somma di lire 53.995.080 ciascuno;
    34.- Francesco RUTELLI e Piero SANDULLI per la somma di lire 12.528.279 ciascuno;
    35.- Francesco RUTELLI e Piero SANDULLI per la somma di lire 115.300.444 ciascuno.
    Tali importi dovranno essere rivalutati fino alla data di deposito della presente sentenza e sulla somma complessiva
    dovranno essere corrisposti, dalla stessa data, gli interessi legali fino all’intero soddisfo.
    CONDANNA
    altresì, i convenuti al pagamento in parti uguali delle spese di giudizio che fino alla data della presente sentenza vengono
    liquidate complessivamente in lire 20.299.880.
    Così deciso in Roma nella Camera di Consiglio del 15 maggio 2000 proseguita il 26 maggio 2000 ed il 4 luglio 2000.
    Il Direttore della segreteria Omissis

  25. Sraddino ha detto:

    Povero Francesco…. e ora dove li prenderà tutti questi soldi???

    Che vergogna! Mi domando però perché una condanna del 25 settembre 2000 venga fuori soltanto oggi….mah!!!

  26. Dadi ha detto:

    @Simone grazie. Nell’articolo c’è una serie di link alla questione da te citata (che per brevità ho evitato di copiare tutto) non credo però così dettagliata.

    @Sraddino: se diventa sindaco i soldi li trova tranquillamente; sto già preparando un salvadanaio “fondo Cicciobello”: era destinato a mia figlia, ma mi sa che me ne dovrò disfare!!!!

  27. Sraddino ha detto:

    Dadi, vorresti forse dire che, al contrario di qualche avversario politico (non al comune di Roma ovviamente), rincarerà la dose di ICI solo per pagare i suoi debiti … naaaaaaaaa, mica è così disonesta la nostra classe politica….

  28. Dadi ha detto:

    Fai er comico tu ehhh… tanto ke te frega? sei d’enantro comune!!!

  29. Sraddino ha detto:

    Non credere che da noi sia molto meglio….

  30. Maurizio Cecconi ha detto:

    Quando Francesco Rutelli stava coi froci… Chi ha detto che invecchiando si diventa più saggi?

  31. Sraddino ha detto:

    Nel senso che ora disdegna gli omosessuali???

  32. Sammy ha detto:

    Ma nessuno si stupisce che Rutelli sarebbe al 3° mandato? e il PD non era quello che lottava la “casta”?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...