8 marzo: annoiato tra la festa delle donne e quella dell’Inter

Pubblicato: 9 marzo 2008 da Dadi in Auguri, Calcio, Eventi, Feste, Manifestazioni, Memoria, Serie A, Sport
Tag:,

Ci alziamo relativamente tardi; alle 8 e mezza. Niente di strano, essendo sabato; però dobbiamo partire alla volta di casa.
Abbiamo trascorso una piacevole settimana bianca in quel di Madonna di Campiglio e non voglio rovinarmela innervosendomi nel traffico di rientro.

Circa 650 km separano il bilocale nel residence in Val Rendena e casa di Roma; e un centinaio sono caratterizzate da tornanti e curvoni. Correndo in 6 ore si può fare. Ma con la famigliola al seguito (e soprattutto una bimba di 4 anni) non penso proprio sia importante rischiare, e poi un paio di soste sono di rigore, principalmente all’ora di pranzo. Non andiamo di corsa.

La radio è un’ottima compagna: propone notizie, musica e buon intrattenimento.

“Ma oggi è l’8 marzo” scopro. Potrebbe finire qui la notizia, dopo gli scontati auguri (niente mimosa, per carità) alla mia signora.

75954_donna2.jpgPerò c’è il colpo di scena: la festa delle donne celebra a sua volta il secolo di vita. Cento anni fa’ veniva proclamata questa ricorrenza e facciamo tanti auguri anche alla festa stessa. Il giorno venne stabilito in ricordo delle 129 operaie morte nel rogo di uno stabilimento dell’industria tessile Cotton a New York, durante la manifestazione di protesta inscenata dalle operaie contro le pessime condizioni di lavoro in cui versavano.
Così i giornali radio non fanno altro che bombardare di questa notizia, con i politici, istituzionali e non, a fare a gara a chi cita il proclama più scontato: le donne sono ancora poco ascoltate, poco protette, oppure non ci sono ancora abbastanza donne ai posti di potere, etc.
Che palle!!

Sono classe ’65 e molte delle donne e signore che conosco hanno superato gli anta. Non verifico (e non l’ho mai verificato) questa apartheid nei confronti del c.d. sesso debole. Oggi le mie amiche ricoprono posti di importanza tanto se non superiore a quelli degli omologhi maschi.
Certamente qualche esempio desolante ci sarà. Ma non è più la regola se non l’eccezione. Questa vuole essere più di una speranza.
Magari – anzi certamente – la situazione è ancora primordiale in politica. Sono un ferreo contrario alle quote rosa per imposizione. Però suona curioso che Silvio Berlusconi citi proprio per l’8 marzo “Per arrivare al 50% di candidatura di donne l’Italia forse non è ancora pronta …” e che il suo avversario Walter Veltroni lo irrida per queste affermazioni salvo scoprire che anche nelle liste del PD la presenza femminile è del 30% e in posizioni secondarie (per cui poche di loro riusciranno a essere elette).

Come la festa delle donne anche la squadra calcio milanese dell’Inter celebra il suo centenario. Ma che curiosa coincidenza: 100 anni fa’ mentre combattive signore, appoggiate da illuminati signori, disgregavano la sudditanza femminile, altri maschietti, appoggiati da annoiate signore, fondavano l’Internazionale calcio.
Così terminate le citazioni femministiche comincia la danza dei mediatici-sostenitori della società di Moratti.

nonciresta_inter.jpgIn realtà la data precisa è il 9 marzo, però la Champions League obbliga la squadra meneghina a giocare nel pomeriggio di sabato e con se anche tutti i festeggiamenti (con grandi giocatori – pure Roberto Baggio è stato chiamato – e personaggi) sulle note di Adriano Celentano.
Mancini e C. cercano in casa contro la Reggina i 3 punti per tenere distante la prima avversaria in campionato, la Roma, che deve giocare domenica a Napoli, e per caricarsi in vista dell’importantissima sfida contro il Liverpool in CL e la necessità di ribaltare il 2-0 dell’andata.
I neroazzurri sono fortissimi; e la squadra calabrese sembra la vittima predestinata. Ma l’11 meneghino non sfonda; anzi spesso e volentieri sono Amoruso e compagni ad andare vicino alla segnatura e solo un grandissimo Julio Cesar evita il verificarsi di questo sventurato – per loro – evento.
inter-reggina-fallo_burdisso.jpgE allora cosa accade? quello che è successo già almeno altre 4 o 5 volte in questo campionato (e che è costato anche un deferimento a Francesco Totti per essersene lamentato): l’arbitro Brighi assegna un bel rigore per fallo su Cambiasso … ‘FUORI AREA’. Così visto che l’Inter non riesce a segnare, è la giacchetta nera (termine diventato desueto per l’uso di tutti i colori dell’iride nell’abbigliamento dell’arbitro) a incanalare le sorti della partita.

Divertente e caustica la battuta del presidente della Reggina, Lillo Foti: “oggi era la festa dell’Inter e alle feste si portano i regali”.

Pochi minuti alle 18 spengo il motore della macchina. Viaggio terminato. Mi aspetta solo di vedere le prove di qualifica di quest’avvio del motomondiale 2008, nell’inedito e incomprensibile scenario in notturna, per coronare questo faticoso e noioso 8 marzo.

Meno male che difficilmente nel 2108 non ci sarò!

Annunci
commenti
  1. antonia ha detto:

    votate vincenzo fulginiti su http://www.quellidelvenerdi.com , interista e bellissimo femminista

  2. Sraddino ha detto:

    votate vincenzo fulginiti su http://www.quellidelvenerdi.com , interista e bellissimo femminista

    ???

  3. Dadi ha detto:

    Buio pesto anche per me: sono andato sul sito proposto e niente che aiutasse … forse solo pubblicità.
    Vediamo se Antonia darà qualche ragguaglio!

  4. Sraddino ha detto:

    Comunque tornando al post, io fossi una donna sarei offeso dalla festa della donna!
    Se una cosa ha bisogno di essere festeggiata vuol dire che non è la normalità.
    Provo a spiegarmi meglio: esiste una festa dell’uomo? No, perché per l’uomo è SEMPRE festa 🙂 😛 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...