GP Qatar – fase 1: classe 125 e 250

Pubblicato: 9 marzo 2008 da Dadi in Manifestazioni, Motociclismo, Motomondiale, Motori, Spettacolo, Sport
Tag:, , , ,

qatar_notte_motogp.jpgFino a ora si è scherzato. Fatte le prove, i test, anche una fintissima competizione resa un pelino appealing dalla BMW Z4 in palio.
Ma adesso si fa’ sul serio. Dopo mesi di attesa, per noi infaticabili fan, il motomondiale riprende vita e lo fa’ nella penisola araba nell’emirato del Qatar sulla modernissima pista di Losail.
Per rendere più interessante la situazione si è deciso di correre in notturna con miliardi di watt in lampade alogene che avevano l’obiettivo di illuminare a giorno; ma allora si poteva correre direttamente con la luce del sole, giusto? Non è come nelle gare di durata (tipo le 24 ore di Le Mans o di Daytona) oppure nei rally dove il contesto in notturna è intima parte della competizione; e l’illuminazione è lasciata alla capacità dei fari delle vetture di squarciare il buio pesto; e ai piloti di vedere – dilatando le pupille – tra le ombre.
Non sprecheremo altre parole, concludendo la questione dicendo che a me non piace e lo trovo assolutamente inutile; anzi ‘stupido’.
Una particolarità? sono le visiere trasparenti che fanno vedere molto bene il viso e lo sguardo dei piloti; ma è poca cosa, non vi pare?

Le prime a scendere in pista sono le 125, ma la tv commerciale in chiaro non fa vedere la corsa in diretta, passandola in sintesi differita dopo la conclusione della quarto di litro e prima dell’attesa gara della MotoGP. Perché? per il fatto che essendoci il campionato di calcio hanno dato la precedenza a Controcampo, per il commento dopo le partite. Per quale ragione a Mediaset non fanno come in RAI che passano le dirette tra un canale e l’altro del gruppo?

Sono polemico? Vabbé vediamo la prima fila della griglia di partenza delle piccole 125cc: 1° Bradley Smith, 2° Gabor Talmacsi, 3° Mike Di Meglio e 4° Scott Redding, che significa 3 Aprilia e una Derbi. Gli italiani presenti sono: 6° R. De Rosa, 10° S. Corsi, 12° S. Bianco, 17° A. Iannone, 24° L. Zanetti, 32° D. Lombardi e 33° R. Lacalendola.
Il semaforo si spegne e l’inglese in pole scatta bene seguito dal campione del mondo Talmacsi e dal francese Di Meglio. Due giri e il motore di Smith segnala qualche noia; così da fargli perdere 5 posizioni e soprattutto l’ungherese si ritrova in testa. Comunque 7 moto sono racchiuse in pochi decimi. Anche il nostro Raffaele De Rosa, su KTM, per un attimo si è trovato primo a 4 giri alla conclusione, ma in staccata non ha ben valutato le distanze con Olive e lo colpisce rovinando a terra: gara finita al 15° passaggio. Lo spagnolo della Derbi, invece, non ha subito particolari traumi.
Al termine:
1. S. Gadea (Aprilia) in 38.09.444, 2. J. Olive (Derbi), 3. S. Bradl (Aprilia), 4. M. Di Meglio (Derbi), 5. S. Redding (Aprilia), 6. D. Webb (Aprilia), 7. S. Corsi (Aprilia), 8. P. Espargaro (Derbi), 9. E. Vazquez (Aprilia) e 10. N. Terol (aprilia).

In 250 la prima fila è composta da Alex Debon, Hectot Barbera, Alvaro Bautista e Mika Kallio; 3 Aprilia e una KTM ma soprattutto i primi tre sono tutti spagnoli. Gli italiani: 5° M. Pasini, 6° M. Simoncelli, 10° R. Locatelli, 13° F. Lai e 17° A. Baldolini.
Pronti via Luthi dalla seconda fila si ritrova in testa alla prima curva. Si scoprirà in seguito che è partito anzitempo e deve scontare il drive through. Così primo passa Bautista, seguito da Barbera. I due spagnoli si scambieranno le posizioni al vertice per 6/7 giri. Poi Barbera sembra avere più birra e allunga.
Povero Marco Simoncelli che si deve ritirare per noie al mezzo che gli determinano una caduta: intervistato in diretta non può trattenere rabbia e lacrime. Non sono robot.
mattia_pasini.jpgMa i giochi non sono finiti. A 6 giri al termine Bautista perde terreno mentre il trio Debon, Pasini, Kallio guadagna 1″5 in 4 giri avvicinandosi a Barbera. E mentre i due spagnoli si danno fastidio, il riminese, debuttante in 250, si infila dove nessuno ci crede e vince.
1. M. Pasini (Aprilia) in 40.16.202, 2. H. Barbera (Aprilia), 3. M. Kallio (KTM), 4. A. Debon (Aprilia), 5. Y. Takahashi (Honda), 6. A. Bautista (Aprilia), 7. K. Abraham (Aprilia), 8. R. Locatelli (Gilera), 9. A. Espargaro (Aprilia) e 10. H. Faubel (Aprilia).

Grande Mattia: lo aspetto in MotoGP.

Annunci
commenti
  1. phuongnana ha detto:

    This post is very hoting, and this blog is high ranked in
    the top blogs report
    . You can
    earn some money with a good blog
    like this.

  2. Sraddino ha detto:

    Aridaje questo con questo top blogs report…. 😛 8)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...