McLaren: buona la prima

Pubblicato: 16 marzo 2008 da Dadi in Automobilismo, Ferrari, Formula 1, Lewis Hamilton, Manifestazioni, McLaren, Motori, Sport, Velocità
Tag:,

hamilton-melbourne-2008.jpgIl primo appuntamento del mondiale di Formula 1 è partito.
Male per le Ferrari, ma partito.

E’ prestissimo quando bisogna destarsi. Mancano pochi minuti al via del warm-up. Cercando di non fare rumore e svegliare parenti e vicini, si fanno le operazioni tipiche del risveglio, soprattutto la toilette.

La griglia di partenza vede in pole position l’inglese della McLaren-Mercedes, Lewis Hamilton, seguito, a sorpresa, dal polacco Kubica (BMW) e, in seconda fila, l’altro pilota McLaren, Kovalainen e il ferrarista Felipe Massa, che sabato ha fatto un piccolissimo errore nel giro fondamentale che ne ha limitato la portata.
Quello che suona strano è il 16° posto (8^ fila) per il campione del mondo Raikkonen a causa di un problema all’impianto di carburazione alla fine del 1° turno di qualifiche. Ahiahia! Qui la vedo male… in realtà partirà 17° per l’arretramento di Sutil. In Ferrari si dicono fiduciosi, se non per la vittoria, per una gara utile, per la scuderia e per il finlandese, in termini di punti nella giornata nella quale, sulla carta, le possibilità della McLaren di fare ein plein sono altissime. Siamo solo all’inizio di una cavalcata lunga 18 gare e anche prendere qualche punto potrebbe essere alla fine importante.
Alonso, rientrato in Renault non era riuscito a fare meglio del 12° posto. Ma anche lui confida in una strategia di gara che lo porti avanti.

Al via l’anglo caraibico scatta al primo posto come ci si attendeva. Grande scatto in avanti pure per il suo primo rivale, Raikkonen che guadagna in poche curve ben 8 posizioni. Mentre il suo compagno nel tentativo di superare l’altro finlandese, quello di casa McLaren, va in testa coda e rompe il musetto; vabbé che al brasiliano la gara in Australia non va quasi mai di lusso (da quando in Ferrari, nel 2006 uscì per incidente e l‘anno scorso giunse 6° dopo però essere partito dal 16° posto per guai in qualifiche), però cominciamo bene …

Debbo riconoscere che nonostante tutto la corsa è abbastanza avvincente. E molti piloti, tra i quali soprattutto Kimi Raikkonen, sono molto aggressivi e riescono in sorpassi importanti: e Melbourne non è famosa per essere una pista facile per i sorpassi.
Nonostante un paio di testa coda (in altrettanti tentativi di sorpasso azzardati, che comunque doveva tentare: BRAVO) e la permanenza dietro Rubens Barrichello che lo ha bloccato per molti giri, nonostante un passo differente, grazie all’intervento della safety car, la strategia della rossa sembrava riuscire a materializzarsi. Il finnico infatti era partito carico di benzina per tentare una sola sosta e a Massa avevano cambiato gomme e rabboccato durante lo stop a seguito dell’incidente a inizio gara. Arriva fino al 3° posto.

Purtroppo la sua F2008 (come già prima quella di Massa) alzerà bandiera bianca. Si parla di problemi al motore.

Sfortuna nera. Anche se bisogna dire che alla fine sotto la bandiera a scacchi passeranno soltanto 7 vetture con ‘le proprie gambe’. E tra queste entrambe le McLaren-Mercedes (e anche le 2 Williams-Toyota). Tra incidenti e rotture anche Toyota, Red Bull, Force India, Toro Rosso e Super Aguri hanno lamentato lo zero in vetture che sono riuscite a passare il traguardo indenni.
Il fatto che questa fosse la prima gara in cui tutte le case dovevano utilizzare la centralina elettronica unica ‘made in McLaren’ ha qualche attinenza alla cosa?

Così al termine:
1. L. Hamilton (McLaren-Mercedes)     in 1.34.50,616
2. N. Heidfeld (BMW)                         + 5,4
3. N. Rosberg (Williams-Toyota)         + 8,1
4. F. Alonso (Renault)                        + 17,1
5. H. Kovalainen (McLaren-Mercedes)  +18,0
6. K. Nakajima (Williams-Toyota)         1 giro

In zona punti si aggiunge lo sfortunato Bourdais (7° posto) che sulla Toro Rosso (partita 17^) ha rotto la bancata del motore (toh, sempre un Ferrari) a due giri dal termine quando si trovava saldamente al 4° posto, e 8° anche Raikkonen, a seguito della squalifica di Rubens Barrichello per essere uscito dall’area pit-stop in regime di semaforo rosso.

L’orario per la visione in tv della gara in Australia è veramente pessimo (sveglia alle 5 e 30 del mattino, ufff).
Ecclestone sta spingendo gli organizzatori affinché si adoperino per modificare l’impianto e predisporlo per una gara in notturna. Gli australiani sono abbastanza restii; primo perché all’appuntamento motoristico partecipa ogni volta centinaia di migliaia di appassionati nei 4 giorni delle gare ad Albert Park (il maggior numero che in ogni altra parte) e inoltre perché l’impianto stesso è abbastanza recente e i proprietari sono già molto indebitati; dotarlo anche dell’illuminazione significherebbe mettere in conto una decina di milioni di dollari.
Ma Sydney si dichiara pronta a prendere il posto, se la questione buio notte diventasse insormontabile.

Annunci
commenti
  1. […] debtblog wrote an interesting post today onHere’s a quick excerptIl primo appuntamento del mondiale di Formula 1 è partito. Male per le Ferrari, ma partito. E’ prestissimo quando bisogna destarsi. Mancano pochi minuti al via del warm-up. Cercando di non fare rumore e svegliare parenti e vicini, si fanno le operazioni tipiche del risveglio, soprattutto la toilette. La griglia di partenza vede in pole position l’inglese della McLaren-Mercedes, Lewis Hamilton, seguito, a sorpresa, dal polacco Kubica (BMW) e, in seconda fila, l’altro pilota McLaren, Kovalainen e il ferrarista Felipe Massa, che sabato ha fatto un piccolissimo errore nel giro fondamentale che ne ha limitato la portata. Quello che suona strano è il 16° posto (8^ fila) per il campione del mondo Raikkonen a causa di un problema all’impianto di carburazione alla fine del 1° turno di qualifiche. Ahiahia! Qui la vedo male… in realtà partirà 17° per l’arretramento di Sutil. In Ferrari si dicono fiduciosi, se non per la vittoria, per una gara […] […]

  2. Sraddino ha detto:

    Dadi, non è risultato Raikkonen settimo? Nella classifica piloti è al settimo posto con 1 punticino….

    Comunque ieri sera ho sentito che per la Toro Rosso non si è trattato di rottura del motore ma del cambio.

  3. Dadi ha detto:

    No: Raikkonen ha chiuso al 9° posto poi sopravanzato all’8° per la squalifica di Barrichello, che era arrivato 6°, in quanto all’uscita dai box non ha rispettato il semaforo rosso: pure in F1 te devi da fermà! come si chiama il pizzardone in F1? Otello Collecclestone? Voglio vedere chi ci arriva alla finezza 🙂
    Cmq, 8° posto e quindi 1 punto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...