Wotate, wotate, wotate…

Pubblicato: 11 aprile 2008 da bloghyblog in Elezioni, Forza Italia, Italia, Partito Democratico, Politica, Real politik, Silvio Berlusconi, Vita sociale, Walter Veltroni
Tag:

  Siamo alle ultime battute di questa singolare campagna elettorale, agli ultimi appelli con tanto di invito rivolto soprattutto agli indecisi di recarsi nelle giornate del 13 e del 14 aprile alle urne per eleggere la nuova formazione di governo.

A mio parere è arrivato il momento di “WOLTARE” pagina.

Anche perchè Berlusconi con le sue paure, con il suo sentirsi perennemente perseguitato, col vedere i communisti laddove non esistono, con l’imporre modelli femminili tipo alla Brambilla, col raccontare in continuazione frottole, se permettete ha rotto.

Cambiamo pagina e, pertanto, wotiamo, wotiamo, wotiamo tutti insieme WALTER…          

Annunci
commenti
  1. Dadi ha detto:

    Finalmente: era tanto che Bloggy mancava da queste pagine.
    Condivido l’invito a Votare; perché – anche se è stata una delle campagne elettorali tra le più brutte dell’ultimo secolo – è sempre giusto esprimere le proprie preferenze.
    Voltare pagina con la “doppiavu” mi pare la panzana più grossa che ho sentito da quando l’uomo ha inventato il cavallo.
    Votate invece secondo coscienza sapendo cosa avete avuto e cosa vi attendete.
    Soprattutto dimenticando i proclami di Verlusconi sul voto utile: se nessuno vota per PD e PDL allora avremo il vero voto utile !!!!

  2. Sraddino ha detto:

    Votato, secondo coscienza come sempre e sempre GIUSTO 😉

    Il voto (anche se sta assumendo la connotazione di ulteriore presa in giro ai nostri danni, visti i brogli che combinano) è un nostro diritto e non votare, per me, significa dare un voto al politico che più odio, quindi ….

  3. Dadi ha detto:

    Più che Wotate, hanno capito male è hanno Woltato le spalle 😀 😉
    AMMAZZA KE BATOSTA!!!!

  4. Sraddino ha detto:

    😦 😦 😦

  5. bloghyblog ha detto:

    Dadi, vuoi provocare eh? ma come si dice a Roma “ma rimbalza” e sai perchè?
    Perchè a differenza di quel che avete detto e scritto Tu ed Emiliano Veltroni ha conseguito un ottimo risultato e per due ordini di ragioni:

    1) è riuscito a catalizzare su di sè e sul nascente partito politico (PD) l’attenzione e il voto di milioni di cittadini italiani (38 – 39% degli aventi diritto al voto) nonostante la pesante eredità lasciata dal governo Prodi.
    Il che se ci pensi bene non è cosa da poco visto e considerato che il PD è il primo partito italiano.
    Si hai capito bene.
    E’ il primo partito, il PDL allo stato attuale è solo una coalizione politica;

    2)in secondo luogo non si può non dare atto a Veltroni di essere riuscito – da solo – ad evitare le trappola del sistema elettorale costruito ad hoc dal leghista Calderoli.
    La semplificazione dell’attuale rappresentanza parlamentare con la conseguente scomparsa della Sinistra Arcobaleno (Bertinotti, Rizzo, Pecoraro Scanio, Diliberto, Mussi, Luxuria, Caruso) del laeder del partito socialista (Boselli), del presidente onorario dell’arcigay (Grillini), di esponenti della Destra (Santanché, Storace, Bontempo) e di altre cariatidi del calibro di: De Mita, Bordon, Manzione, è certamente il frutto di una scelta coraggiosa, arguta, intelligente del segretario del PD.
    Allo stato possiamo finalmente affermare che l’Italia, al pari delle altre democrazie occidentali, è riuscita a creare un sistema bipolare che almeno sulla carta dovrebbe assicurare stabilità al governo.
    E tale risultato – se permetti – non è certamente merito del genio politico di Berlusconi e del suo vassallo Fini, il quale stando alle ultime notizie, assumerà la carica di presidente della Camera dei deputati: una maniera elegante per metterlo fuori combattimento e per toglierselo dai “c……i”.

    Berlusconi, ha vinto ed è giusto che governi, anzi ti dico sono davvero curiosa di vedere cosa riuscirà a fare di buono per l’Italia ora che non può più sventolare lo spauracchio dei “COMUNISTI”…

  6. Dadi ha detto:

    @Bloggy: interessante dissertazione la tua.
    Precisiamo (e non lo dico per saccenza, ma per onesta intellettuale) che il PD non è assolutamente il primo partito in Italia come dici tu; per 2 ragioni: innanzitutto non è che solo per sofismi si possa intendere un concetto di partito oppure meno (anche perché ciò che si unisce ci vuole poco che si separi: e sono pronto a scommettere che è solo questione di pochi mesi, soprattutto ora che la Sinistra è venuta meno in Parlamento: ricorda questa previsione); poi comunque il 38-39% che citi (che in realtà è circa il 37,5% alla Camera e il 38% al Senato – Fonte: Ministero dell’Interno) è per l’intero gruppo cui fa’ parte anche l’IdV (che pesa mediamente più del 5%); mentre non ci sono riscontri circa il peso – in quella che tu chiami ‘coalizione politica’ – dell’ex FI e di AN.

    Inoltre mi piacerebbe che anche WV riconoscesse la pesante eredità lasciata dal governo Prodi. Alla pari del casino di Bassolino in Campania. Sarebbe per lo meno onesto.
    Ma non ricordo alcuna affermazione di tale portata; né di ieri né di oggi.

    Ma l’apologia di Walter e il PD ragiunge il suo massimo in:

    La semplificazione dell’attuale rappresentanza parlamentare con la conseguente scomparsa della Sinistra Arcobaleno (Bertinotti, Rizzo, Pecoraro Scanio, Diliberto, Mussi, Luxuria, Caruso) del laeder del partito socialista (Boselli), del presidente onorario dell’arcigay (Grillini), di esponenti della Destra (Santanché, Storace, Bontempo) e di altre cariatidi del calibro di: De Mita, Bordon, Manzione, è certamente il frutto di una scelta coraggiosa, arguta, intelligente del segretario del PD.

    Non avrei mai osato tanto: non ti preoccupare, nessuno toglierà il merito a Veltroni. Spero che tutti i cittadini che l’hanno votato ne abbiano la medesima consapevolezza.
    Anzi a questo punto penso si possa aggiungere anche la seguente considerazione:
    «Aver fatto di tutto perché il cavaliere potesse vincere le politiche 2008, con un risultato roboante e magnificante, è assolutamente “non merito del genio politico di Berlusconi e del suo vassallo Fini”, ma sicuramente dell’intelligente – e, aggiungo io, arguto – segretario del PD». Bravo, continua così.

  7. emiliano66 ha detto:

    Ma la carica di Presidente della Camera non era prima di Bertinotti: quindi anche lui era stato tolto dai co….??? Pero’ al suo insediamento, il plauso per la rappresentativita’ e’ cosi’ via e’ stato unanime …
    Per favore un po’ di rispetto per le cariche dello Stato: il Presidente della Camera dei Deputati lo ritengo un incarico formale e di prestigio con altissima rilevanza democratica.

  8. bloghyblog ha detto:

    Emiliano, ti faccio notare che in questi ultimi anni (esattamente negli ultimi 15 anni) la carica di Presidente della Camera dei Deputati è stata attribuita agli esponenti di quei partiti che, in qualche modo, potevano ostacolare l’azione di Governo.

    Ad eccezione di Luciano Violante (in carica dal 1996 al 2001) tutti gli altri – ovvero chi lo ha preceduto (Irene Pivetti Lega Nord, in carica dal 1994 al 1996) o chi gli è succeduto (Pier Ferdinando Casini – UDC – in carica dal 2001 al 2006 e da ultimo Fausto Bertinotti – PRC – in carica dal 2006 al 2008) – appartenevano a partiti politici in rotta di collisione con l’azione di governo, e quindi, per neutralizzarne gli effetti – in tal caso con esplicito richiamo alla responsabilità – quale miglior strumento se non l’attribuzione della seconda carica dello Stato.

    Hai forse dimenticato che Fini – qualche mese fa – ha mandato a quel paese l’amico Silvio?

    La politica, al pari di qualsiasi organizzazione che si basi su un sistema democratico, prevede una serie di pesi e contrappesi, che con il rispetto per le cariche dello Stato non ha nulla a che vedere.

  9. Dadi ha detto:

    Fini Presidente della Camera è cosa tutt’altro che decisa.
    Io non credo proprio che si verificherà.
    Anche perché negli ultimi tempi le previsioni di Bloghyblog non si sono verificate 🙂
    Domanda: chi pensi sarà sindaco di Roma? 8)

  10. Dadi ha detto:

    Bloggy, non l’ho fatto apposta. C’è un curioso bottone in alto a destra (quando sei loggato) che da i post in modo randomico.
    Ci ho giocato per qualche minuto (tanto per ridere sui vecchi pezzi). E tu guarda che mi esce dopo un po’: “E il giorno di Walter Veltroni finalmente arrivò” scritto da te il 4 luglio dell’anno passato.
    Chiaramente mi sono commosso (nel senso che mi è venuto da piangere a forza di ridere). Non tanto nell’accorato e partecipato osanna verso il giovane personaggio pirandelliano.
    Quanto nella sequela di commenti che ci siamo rimpallati a seguire.
    Ne riporto quelli degni di nota:

    Dadi (4 luglio 2007 ore 22.18): … Ma faccio una domanda: Walter, ma se dovessi perdere le elezioni fra 3 anni, tu, dimmi, che farai?

    Bloghyblog (4 luglio 2007 ore 22.29): Nella remota possibiltà che questo accada, tranquillamente e senza troppi rimpianti se ne andrà a vivere in Africa come aveva, inizialmente, deciso prima di essere lanciato alla guida del partito democratico.
    Una sfida che contrariamente a quel che pensi, nonostante l’highlander Berlusconi, alla fine – e con buona pace di tanti italiani – vincerà.

    Ci pensi l’apoteosi di un qualcosa di cui abbiamo trattato e dibattuto quasi un anno fa’?
    Soffermandomi sulla “partenza di Walter per l’Africa”, di cui ancora non ha dato notizie: sarebbe cosa carina se glielo ricordassi 🙂
    E poi quel “vincerà” finale. GRANDIOSO! All’epoca non avevo ben compreso: ma forse il soggetto della frase non era sottinteso, come da me supposto in prima battuta, ma proprio l’highlander Berlusconi!
    PS: non ti attaccare al fatto che le elezioni non sono avvenute dopo 3 anni ma anticipate a domenica scorsa, perché sarebbe un volersi arrampicare sugli specchi []

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...