BaStoner is back

Pubblicato: 23 giugno 2008 da Dadi in Motociclismo, MotoGP, Motomondiale, Motori, Sport
Tag:, , ,

Premetto che il viaggio verso la località marittima (zona Torre Canne in provincia di Brindisi) e la contemporanea presenza su Rai 1 della corsa di Formula 1 mi ha impedito in modo assoluto di seguire le altre gare del motomondiale.
Quindi la mia attenzione non può che rivolgersi alla serie maggiore, la MotoGP, che ho avuto modo di vedere – e di godere.

In pole-position si presenta il ducatista Casey Stoner. Vuole a tutti i costi ricordare a tutti (e forse anche a se stesso) che il campione del mondo in carica è lui ed è lui il pilota ancora da battere.
Dietro Valentino Rossi, pur con un bel vantaggio in classifica, non ha alcuna intenzione di concedere spazio a nessuno.
Poi ci sono le varie Honda, tra l’ufficiale di Pedrosa e (molto più indietro) Hayden, e le clienti, citando in primis Andrea Dovizioso, che spinge spesso meglio di tanti piloti dei team principali.
Se il pasto non si presentasse abbastanza lauto e gustoso, pensiamo alle Suzuki, che è piazzata al 3° posto in griglia grazie all’ottima prova di Vermuelen sul bagnato di ieri pomeriggio. Poi gli occhi sono puntati sul campione americano Spies, al quale il team ha appena affidato le sorti della moto di Loris Capirossi, dopo il suo forzato stop (ne ha parlato Sraddino). 

Pronti, via e l’australiano della Ducati parte avanti a tutti, con Valentino, Dani e Andrea a inseguire. Solo poche tornate fanno capire che la desmosedici ha un altro passo, che Stoner pennella le curve nei saliscendi della collina inglese del parco di Donington come pochi altri e che solo nell’ultimo settore la rossa numero 1 guadagna almeno 4 decimi su tutti quanti.
Poche tornate e l’attenzione si sposta inevitabilmente su quanto succede diverse centinaia di metri dietro, nella lotta per il 2° posto tra Rossi, Pedrosa (e per qualche giro anche Dovizioso) e poco dietro per il 6° piazzamento tra Jorge Lorenzo, Chris Vermuelen e Nicky Hayden; sfide ampiamente vinte dal campione di Tavuglia avanti e, dietro, dallo spagnolo del team Yamaha-FIAT (e pensare che partiva dal 17° posto in griglia): che bella brova di forza.

Per Rossi il problema (il ritorno in lizza di Stoner) sembra non esistere. Non c’è nessuno strapotere; l’altro anno c’era, commenta Rossi, ma quest’anno l’asso della Ducati è ben lontano.
Stoner ha vinto la sua seconda gara del mondiale, ma paga il conto di precedenti risultati deludenti; conto che si concretizza in 45 punti di distacco dal vertice, che continua a chiamarsi Dottor Rossi.
Però ci troviamo solo all’ottava corsa e ne mancano 10 al termine. I giochi sono tutt’altro che fatti, soprattutto se l’australiano dimostrerà di aver raggiunto un buon livello di performance – lui, la moto e le gomme – che porti una certa costanza di risultati. Poi ci sono tanti piloti al vertice da rendere la competizione incerta e in grado di rubare i punti l’uno all’altro.
Supera comunque Lorenzo in classifica.

Certo è curioso sentire commentatori televisivi così ottusi da continuare a ribattere che i buoni risultati di Stoner – quando avvengono – dipendono dalla moto: chissà come mai, allora, Melandri, Elias e Guintoli figurano sempre in fondo alla classifica.

Così al termine:

1 Casey Stoner (AUS) Ducati-Marlboro 44.44.982
2 Valentino Rossi (ITA) Yamaha-FIAT +5.789
3 Dani Pedrosa (SPA) Honda-Repsol +8.347
5 Andrea Dovizioso (ITA) Honda-JiR Scot +14.801
4 Colin Edwards (USA) Yamaha-Tech 3 +12.678
6 Jorge Lorenzo (SPA) Yamaha-FIAT +15.690
7 Nicky Hayden (USA) Honda-Repsol +18.196
8 Chris Vermuelen (AUS) Suzuki-Rizla +21.666

Classifica dopo 8 gare:

1 Valentino Rossi (ITA) Yamaha-FIAT 162
2 Dani Pedrosa (SPA) Honda-Repsol 151 -11
3 Casey Stoner (AUS) Ducati-Marlboro 117 -45
4 Jorge Lorenzo (SPA) Yamaha-FIAT 104 -58
5 Colin Edwards (USA) Yamaha-Tech 3 82 -80
6 Andrea Dovizioso (ITA) Honda-JiR Scot 68 -94
7 Nicky Hayden (USA) Honda-Repsol 57 -105
8 James Toseland (GBR) Yamaha-Tech 3 53 -109

***************
Mi sa che questa volta il povero Sraddino ha preso una sonata che non si vedeva da tempo 😉

Annunci
commenti
  1. Sraddino ha detto:

    Un solo breve commento: MALEDETTO STONER!!! 😛

  2. Dadi ha detto:

    Povero baStoner: che si fa’ un culo come un paiolo per stare dietro ai mostri Yamaha e Honda (quando le altre Ducati rendono meno di un ciclomotore: peccato che Kenny Roberts si sia ritirato perché questo poteva essere l’anno in cui le sue moto non vincevano costantemente il cucchiaio di legno) e Sraddino lo irride così 😉

  3. Sraddino ha detto:

    Ma si dai … onore a Stoner che, probabilmente, ha il merito di avere uno stile di guida da Ducati mentre Melandri & Co. … lasciamo stare!

    Dici che le Proton KR quest’anno avrebbero potuto dire la loro? Chissà … magari tra Kawa, Suzuki, Ducati non ufficiale e … HAYDEN non avrebbero sfigurato di certo!!

  4. Dadi ha detto:

    Così sembrerebbe.
    Alcune considerazioni: la Suzuki pensavo avesse fatto molti più progressi, mentre non mi sembra… non aspettavo che fosse tra i primissimi posti, però non è comprensibile che disti così tanto dal vertice.
    La Honda ha puntato troppo e tutto su Pedrosa.
    Infine la Kawasaki è l’essere non identificato; mi sa che in azienda non hanno compreso il meccanismo e pensano che bisogna perdere ogni anno e in tutte le competizioni!

  5. Sraddino ha detto:

    Beh, se consideri che l’attività principale della Kawa è la costruzione di navi ……

  6. Dadi ha detto:

    Anche la FIAT produce bidoni, però diligentemente si applica, studia e vince i mondiali di Formula1 🙂
    Dico che non è giusto partecipare a una competizione dove non si da’ il 110%. Non tutti possono vincere, questo è chiaro, però bisogna fare vedere di dare il massimo. Almeno in una competizione di prestigio …

  7. Sraddino ha detto:

    Tutto dipende – PURTROPPO – dalla posta in palio ed, evidentemente, non per tutti la MotoGP è la gallina dalle uova d’oro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...