SBK: addio alla Superpole

Pubblicato: 6 agosto 2008 da Sraddino in Motori, SBK, Sport
Tag:,

Dadi sono o non sono sportivo?

Ebbene si, è notizia di questi giorni che la stagione SBK del 2009 darà l’addio ufficiale alla formula della Superpole.

Fino a oggi (e credo dalla notte dei tempi) i piloti che ottengono i migliori 15 tempi durante le sessioni di qualifica ufficiali, scendono in pista dal 15° al 1° e si giocano la griglia di partenza con un giro secco, la Superpole appunto.

La modifica per il 2009 prevede l’abbandono di questa formula e l’arrivo di sessioni di qualifica ad eliminazione.

L’organizzatore di sempre, (nonché A.D. della FGSport) Paolo Flammini, (maledetto) fautore della modifica, spiega che ci saranno tre sessioni di 12′ l’una, intervallate da 7′ di sosta, per una durata complessiva di 50′. Cito testualmente da Motoblog:

La griglia verrà formata da i piloti che otterranno i migliori 20 tempi durante i due turni di qualifica. A quel punto dopo la prima sessione verranno eliminati i quattro peggiori tempi, e dopo la seconda gli ulteriori otto.

A questo punto non posso non pubblicare la mail di commento dell’Amico Diabolico Coupé alla notizia:

“Che tristezza….senza parole!!! Uno degli sport rimasti ancora “quasi” intatti, fuori dagli schemi attuali fatti di dollaroni suonanti e finte facciate “per bene”, dove l’agonismo é figlio diretto della passione….sembra imboccare anch’esso la strada dell’anti sport a fronte del Dio TV!!
Nn voglio fare il catastrofico a tutti i costi, però vedere togliere una delle cose più spettacolari dalla SBK lascia davvero senza parole. Magari per chi nn é appassionato potrà sembrare una esagerazione smodata, ma per noi la cosa fa male anche per altri motivi.

In primis perché viene sempre criticato il regolamento della F1 (sopratutto dal mondo “2 ruote”), considerato nel complesso uno dei regolamenti più brutti ed anti sportivi che una disciplina motoristica possa avere! Niente di più vero….ma se poi chi critica é in particolar modo la SBK…..ed é sempre la stessa che “copia” quel regolamento tanto discusso, allora mi incazzo ancora di più (tralasciamo la MotoGP che ha fatto “Copia/Incolla)!!!
Secondo poi sono le dichiarazioni del “buon” Flammini che fanno capire l’ipocrisia dilagante. Sono anni che si riempie la bocca sottolineando le differenze tra la SBK e la MotoGP, proprio per puntare il dito sulla spettacolarità della disciplina, oltre che per l’agonismo sportivo e passionale che gira nei paddock……dal pulisci cessi al pilota!!
Ed ora magicamente ecco sparire la leggendaria Superpole….spettacolare almeno quanto le gare, dove in un giro devi tirare fuori TUTTO!! E nn ci venga a dire che la Pole ad eliminazione é più spettacolare. Sarà spettacolare solo per le tasche di Flammini che inserirà la SBK in contratti televisivi diversi e molto più redditizi.

In tutto questo nn vedo mai la volontà di nessuno di chiedere il parere ai diretti interessati, come piloti o magari agli stessi appassionati/tifosi, sia che si tratti di modifiche tecniche (Piloti/Team) che per altro. E pensare che se tutti i tifosi che tutte le Domeniche riempiono gli autodromi girassero le spalle, sti emeriti capoccioni nn sarebbero un cazzo!!

Per concludere già la MotoGP é diventato un campionato prototipi dove nn conta più come una volta il “manico” del pilota, ma i numerosi aiuti elettronici. Se anche la SBK prenderà quella strada, credo proprio che finirà di esistere….finirà la vera essenza di questo sport!

See-Ya!

Annunci
commenti
  1. Dadi ha detto:

    Sistema molto simile a quello della F1, appunto.
    Di massima comprendo il malumore, però è pur vero che la SBK più fa’ parlare di se più ha introiti, più ha introiti e più diventa diffusa e famosa, più sono gli sforzi dei team e dei piloti, etc. etc. E quindi penso che ben vengano sistemi alla “arrivano i dollari”.
    Certo che il rischio che diventi un clone portante della MotoGP è tanto…

  2. Sraddino ha detto:

    Infatti il problema a mio avviso più grande è proprio quello!

    Già l’entrata di Biaggi ha portato tanti sportivi da bar in questa categoria, ho proprio paura che diventi come la MotoGP… poi io … che seguo???

    Ok, passerò alla Superstock …

  3. Diabolico Coupé ha detto:

    Il senso del mio commento voleva essere leggermente diverso. Per me “troppi” soldi fanno SEMPRE male…..a prescindere. Si snaturalizza tutto.
    Inoltre credo esistano altri modi per far parlare di se ed avere maggiori introiti. Di certo non serve applicare regole assurde, perlopiù scopiazzate da altre discipline iper criticate!
    Il mio disappunto nasce sopratutto da questo. Cose portate avanti come baluardo che poi di colpo viene sotterrato per interesse.

    Quest’ultima trovata per la SBK mi é sembrata una cosa davvero grave per il modo con cui é stata portata avanti, per la naturalezza con cui é stata ufficializzata da Flammini.
    La SBK negli ultimi anni é cresciuta tantissimo anche al livello organizzativo, di Team, Sponsor….e quindi introiti. Nn venitemi a dire che non sia diffusa e famosa. Basta vedere il numero degli appassionati che riempiono i circuiti.

    Io non sono un motociclista purtroppo (ormai é tardi), però sono un appassionato di motori a 360°, ed in quanto tale mi appassiono alle vicende….mi accaloro perché le sento “mie”.
    Chi mi conosce sa benissimo di cosa parlo….cosa mi piace.
    Non vorrei mai e poi mai vedere la SBK “imbastardita” con un cocktail di regole stile MotoGP/F1.
    Farà miliardi di telespettatori? Benissimo….ma chi saranno realmente a seguirla? Non di certo la schiera di appassionati VERI e sopratutto SPORTIVI (nel vero senso del termine) che contraddistingue il popolo delle Superbike di oggi! Anche perchè una MotoGP 2 non piacerebbe a nessuno.

    Scusate se sono stato (di nuovo) lungo.
    Un saluto a tutti.

    Marco.

  4. Dadi ha detto:

    @Diabolico, nessuna scusa xché nn hai da scusarti. E’ bello quando ci si accora a 1 argomento.
    Non so se il sistema in questione sarà positivo o meno. Nn possiamo però sottacere che lo spazio riservato a questa competizione è decisamente ‘secondario’.
    1 esempio su tutti: provate a cercare i risultati della corsa appena disputata oppure delle qualifiche sul televideo di Rai o Mediaset. Nn troverete un cavolo di niente. Magari ti scassano con ciclismo, pallavolo, tornei di freccette e persino il carving. Tutte discipline onorevoli. Ma di superbike NIENTE!
    La stessa La7 propone la classe maggiore, ma se vuoi seguire la SSK o hai Sky oppure lo leggi su MotoSprint. Mentre Italia1 fa vedere le classi minori e persino la Rai presenta il campionato di GP2 quale aperitivo della F1.
    Io che amo i motori, godevo quando qualche anno fa’ facevano vedere anke le gare di SuperTurismo (le auto di serie) con le belle prove dell’Alfa 156 di Piedone Giovanardi. Ma anke quelli sono “figli di un dio minore>7strong>” 😐

  5. ChiamamiAquila ha detto:

    come fa un sistema di qualifica -semplicemente- a stravolgere tutta la logica di uno sport? nn è che al solito ci si lamenta contro tutto quanto sia “novità”?

  6. Sraddino ha detto:

    Dadi, vedo che non sono il solo ad aver sfogliato 799 pagine di televideo invano….

    Aquila, qui si sta soltanto dicendo che la Superpole, che è da sempre stata sinonimo di Superbike, è un mito per gli appassionati e ora si sta snaturando questo sport a favore, molto probabilmente di altri interessi.
    E’ un po’ come se togliessero la mischia dal rugby, la schiacciata dalla pallavolo e il rigore dal calcio….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...