Il culo del Campione del Mondo

Pubblicato: 3 novembre 2008 da Dadi in Automobilismo, Formula 1, Motori, Sport
Tag:, , , ,

BISOGNA ammettere che l’anno scorso di questi tempi il pilota della McLaren, Lewis Hamilton, si mangiava le mani per aver buttato alle ortiche un titolo mondiale praticamente in tasca.

Bisogna ammettere che quest’anno un mix di situazioni ha determinato che ci presentassimo un’altra volta alla gara brasiliana, ultima nel calendario della Formula 1, con l’anglo-caraibico che ha 7 punti di vantaggio in classifica sull’inseguitore, questa volta Felipe Massa.

Tutto semplice, piuttosto che no.

In verità speravamo noi tifosi del cavallino rampante in un nuovo colpo di testa del giovane pilota della McLaren.
La griglia dice che le cose non sono facili, ma le probabilità non sono completamente a sfavore della rincorsa (e speranza) di Massa.
Proprio il brasiliano parte in pole position, affiancato dal nostro Jarno Trulli, su Toyota. 3° è l’altro ferrarista, Kimi Räikkönen, mentre solo al 4° posto in griglia troviamo il leader della classifica. Importante è che subito dietro ci sono 2 piloti che non starebbero a guardare, quali la promessa Vettel e l’ex compagno di squadra di Hamilton (e non suo principale amico), Fernando Alonso.
In caso di vittoria di Massa, se l’inglese termina sesto, il mondiale è in mano al carioca (avendo quest’ultimo stesso punteggio ma una vittoria in più).

Prima del via viene giù anche un bell’acquazone a mettere più tensione. Si pensa persino di provvedere alla partenza lanciata dietro alla safety car; rischio che cade perché il temporale termina come è venuto.

La gara da’ tante conferme: Massa scatta in testa praticamente tranquillo; Vettel e Alonso si frappongono tra il battistrada e Lewis Hamilton, oltre (ovviamente) a Räikkönen.
Peccato che Trulli invece – dopo il cambio gomme (da intermedie ad asciutte) – si trova indietro.
Hamilton appare più lucido del solito ed evita colpi di esagitazione, controllando la gara. D’altra parte è saldamente 5° distante dal primo degli inseguitori. Nessun problema e il titolo iridato è suo.

Sprofondiamo nel divano in attesa di qualche miracolo ma nulla sembra più possibile… o forse no.
Ad una quindicina di giri al termine si paventa il rischio pioggia entro una decina di minuti.
BADA!

Altro che torpore… mancano poco più di 6 giri e tutto si fa’ bollente.
Non è chiaro se le gomme intermedie servano sul serio ma le squadre si marcano strette: Lewis per non correre rischi entra ai box; stessa manovra viene eseguita anche da Massa il giro seguente. Ma qualcuno, in primis Glock su Toyota, ritiene che possa arrivare fino in fondo senza la sosta, che il vantaggio accumulato basti per non essere superato da chi insegue, anche se ha le gomme da bagnato.

Mancano 2 giri e la situazione vede Massa sempre in testa, seguito da Alonso, Räikkönen, Glock, Vettel (che nel frattempo è riuscito a superare l’inglese che forse esagera nella prudenza) e Hamilton, appunto. Così il mondiale è di Massa.
Immagino la sensazione di smarrimento che deve aver provato Lewis Hamilton; ha provato a forzare ma la pista nuovamente umida diventa viscida e il rischio di un’uscita è sempre presente: lo dimostrano le diverse correzioni che il pilota della McLaren ha dovuto effettuare con lo sterzo per compensare le sbandate.
Un giro al termine e la situazione non cambia… mezzo giro tutto così: adesso anche il povero Hamilton sembra rassegnato. Il mondiale è di Massa.
Si sta con il fiato sospeso. Ultimo tratto della pista; dopo il misto in discesa si risale verso il tratto in curva che porta ai box; Massa primo passa la bandiera a scacchi e vince la gara, poi sopraggiunge Alonso e Räikkönen; e dietro? che cosa succede? una Toyota marcia lenta e viene superata da Vettel e Hamilton… la Toyota è quella di Glock che sembra avere problemi o forse ha finito la benzina… NOOOOOOO!!!! la beffa.

In 300 metri accade l’incredibile e Lewis Hamilton passa dalle stalle alle stelle.

Che culo, che grandissimo culo. E così ci troviamo Lewis Hamilton Campione del Mondo 2008 di Formula 1.

Annunci
commenti
  1. Sraddino ha detto:

    Premessa: se Hamilton ha rischiato di perdere nell’ultima gara significa che ha costruito il mondiale gara dopo gara e vittoria (5 se non sbaglio) dopo vittoria, però io ho solo 3 parole (che asterisco ma credo si capiscano): B@## DI C@##!!!

    Grande Massa e grande Ferrari!!!

    Però vabbè dai, vista la ragazza, complimenti anche a Hamilton 🙂

  2. Dadi ha detto:

    E’ vero: ammazza che figone la donna di LH. Lo dicevo io che volevo fare il pilota 😉

  3. nickp2p ha detto:

    Paradossalmente Felipe ha vinto 6 gare e Hamilton 5.
    Troppi punti buttati per dar la colpa a Glock che ha rischiato e gli è andata male. Se si fosse fermato non avremmo visto il finale al cardiopalma. Pazienza.
    Al prossimo anno. 🙂

  4. Dadi ha detto:

    Detto e ribadito: a conti fatti sarebbe stata più la jella di LH se avesse perduto che non il contrario; però da 10 km a circa 1/2 al termine c’avevo fatto la bocca…

  5. Sraddino ha detto:

    A chi lo dici Dà!

  6. allionzo ha detto:

    secondo me questo è l’anno buono… ottima macchina e grandissimi piloti!!! sono fiducioso 🙂

    ah per tutti gli appassionati segnalo il fantagioco di Sky
    http://formula.sky.it/index.php
    io mi siono iscritto e i premi sono molto belli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...