Diffida al Consiglio Regionale del Lazio contro i “monogruppi consiliari”

Pubblicato: 16 aprile 2012 da Dadi in Giustizia, Inchieste, Legge, Politica
Tag:, , , , , , ,

On. Mario Abbruzzese
Presidente del Consiglio Regionale del Lazio
On. Raffaele D’Ambrosio
Vice Presidente del Consiglio Regionale del Lazio
On. Bruno Astorre
Vice Presidente del Consiglio Regionale del Lazio
On. Gianfranco Gatti
Consigliere segretario
On. Isabella Rauti
Consigliere segretario
On. Claudio Bucci
Consigliere segretario
Tutti presso il Consiglio Regionale del Lazio
Via della Pisana, 1301 00163 Roma
Illustrissimo Sig. Procura Regionale
della Corte dei Conti del Lazio
Via Baiamonti, 25 00195 Roma
Illustrissimo Sig. Procuratore Capo
della Repubblica Presso il Tribunale di Roma
Città Giudiziaria – Piazzale Clodio Roma

I sottoscritti Paolo , Davide , Paolo Maria , Antonio , Giovanni , Fabio , Milko , Luca , Corrado  e Pierfrancesco , rappresentati e difesi dagli avvocati Marco Maria Monaco e Gregorio Troilo espongono e chiedono quanto segue:

Premesso che:

In data 11 ottobre 2011 la Giunta per il Regolamento del Consiglio Regionale del Lazio esaminava la proposta di deliberazione n. 25 del 24 febbraio 2011 concernente “le modifiche alla deliberazione consiliare del 4 luglio 2001 n. 62 (..), e successive modifiche” (all. 1), esprimendo parere favorevole ed approvandola a maggioranza.
Detta deliberazione consiliare veniva successivamente sottoposta al voto del Consiglio Regionale che, in data 4 luglio 2011, ugualmente l’approvava a maggioranza e successivamente veniva pubblicata sul BURL n. 44 del 28 novembre 2011.

La nuova disposizione di cui all’art. 12 del Regolamento del Consiglio Regionale del Lazio per effetto delle modifiche apportate, così testualmente recita:

1. I consiglieri si costituiscono in gruppi consiliari. I consiglieri eletti nelle liste aventi il medesimo contrassegno, qualunque ne sia il numero, possono costituire un gruppo che sia espressione delle stesse. Per la costituzione di altri gruppi è necessario un numero minimo di tre componenti.
2. Entro sei giorni dalla prima seduta del Consiglio, i consiglieri comunicano al Presidente del Consiglio a quale gruppo appartengono, indicando il nome del presidente del proprio gruppo.
3. I poteri di iniziativa in Aula dei presidenti dei gruppi spettano esclusivamente a presidenti di gruppi costituiti da almeno tre consiglieri.
4. I consiglieri che non abbiano fatto la comunicazione di cui al comma 2 confluiscono nel gruppo misto.
5. Fatti salvi i gruppi che siano espressione delle liste di cui al comma 1, quando i componenti dei gruppi si riducano nel corso della legislatura ad un numero inferiore a tre, il gruppo è dichiarato sciolto e i consiglieri che ne facevano parte, qualora entro tre giorni dalla dichiarazione di scioglimento non aderiscano ad altri gruppi, confluiscono nel gruppo misto.
6. Ogni gruppo comunica tempestivamente al Presidente del Consiglio l’eventuale mutamento della propria composizione, la sostituzione o la temporanea supplenza del proprio presidente.
7. Ogni consigliere è tenuto a comunicare tempestivamente al Presidente del Consiglio l’eventuale adesione ad un gruppo diverso da quello originario.

E’ evidente come il comma 5, per effetto della modifica, debba essere applicato senza indugio a tutti i gruppi consiliari – salvo quelli che siano espressione delle liste di cui al comma 1 del medesimo articolo – che nel corso della legislatura corrente siano composti da un numero di membri inferiore a tre.

A scanso di equivoci interpretativi si evidenzia come l’applicazione del comma 5 ai cd. monogruppi costituiti nel corso della presente legislatura sia assolutamente doverosa considerando che la norma in vigore si applica dal momento della sua entrata in vigore e per l’avvenire.

L’immediato scioglimento dei monogruppi esistenti, dunque, non postulerebbe affatto – come da qualcuno ventilato anche attraverso pubbliche dichiarazioni riportate dalla carta stampata – un’efficacia retroattiva della norma, concretizzandosi al contrario, nella mera doverosa applicazione della nuova disposizione – che non prevede l’esistenza di gruppi consiliari composti da un numero di consiglieri inferiore a tre, se non nel caso in cui i gruppi con un numero inferiore di consiglieri siano espressione diretta di una lista presente alle elezioni – in ossequio al noto principio “tempus regit actum”.

D’altra parte – e la circostanza appare essere tutt’altro che priva di rilievo – dai lavori dell’assemblea risulta che il Consigliere Gigli (UDC) aveva presentato , e successivamente ritirato, un emendamento (all. 2) volto espressamente ad escludere i monogruppi costituiti nella corrente legislatura dai rigori derivanti dall’applicazione della norma in corso di

approvazione. La presentazione ed il successivo ritiro di una norma transitoria “di salvaguardia” per la posizione dei cd monogruppi già esistenti, infatti, evidenzia la piena efficacia del co. 5 sin dalla sua entrata in vigore che, quindi, impone l’immediato scioglimento dei gruppi con un numero di componenti inferiori ai tre ora previsti

CONSIDERATO CHE

Nonostante la vigenza della disposizione sopra menzionata risulta che a tutt’oggi l’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio, in patente violazione dell’art. 12, comma 5 del Regolamento, non abbia ancora deliberato lo scioglimento dei cd monogruppi, così avendo già cagionato, dalla data di entrata in vigore della norma e sino ad oggi, danni erariali concretizzatisi nella indebita elargizione di risorse patrimoniali ai 4 cd. monogruppi che avrebbero dovuto essere tempestivamente sciolti (fondi per il funzionamento dei gruppi, indennità per i 4 capigruppo) oltre ad aver sostenuto altrettanti indebiti costi per le dotazioni logistiche e strumentali nonché per la retribuzione delle risorse umane assegnate a ciascun gruppo formato da un unico consigliere, con pari vantaggio patrimoniale per i 4 Consiglieri beneficiari.

Il perdurare dell’inerzia di Codesto Ufficio di Presidenza determinerebbe un ulteriore aggravamento degli indebiti esborsi che, a fine legislatura, potrebbero raggiungere la ragguardevole somma di oltre 10.000.000,00 (diecimilioni/00) di Euro.

Tutto ciò premesso

i sottoscritti, con l’assistenza degli avvocati Monaco e Troilo, diffidano ciascun componente dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio in indirizzo a Voler deliberare, in applicazione dell’art. 12 del Regolamento del Consiglio Regionale del Lazio e senza ulteriori indugi:

1) L’immediato scioglimento di tutti i gruppi consiliari composti da un numero di consiglieri inferiore a tre e che non sono espressione di una lista presente alle elezioni regionali del 2010 e segnatamente dei gruppi denominati API, FLI, PER, MPA;
2) La restituzione da parte di ciascun ‘monogruppo’ dei fondi erogati per il loro funzionamento dalla data di entrata in vigore del nuovo testo dell’art. 12 del Regolamento del Consiglio.

La presente viene altresì inviata per opportuna conoscenza e per le valutazioni di rispettiva competenza alla Procura Regionale della Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma.

__________

firme degli avvocati

firme degli attori

Annunci
commenti
  1. Dadi ha detto:

    a quanto pare all’OdG della Riunione di oggi 17 aprile 2012 della Presidenza della Regione Lazio era in discussione la “Lettera Studio legale FILIANI – MONACO in merito all’ultima modifica dell’articolo 12 del Regolamento del Consiglio”, cioè questa!
    è ancora presto per cantare vittoria, ma mi pare proprio che qualcosa ha scatenato! 🙂
    [chiedo venia se mi sono lasciato andare a un cenno di compiacimento]

  2. Dadi ha detto:

    Abbiamo avuto notizia che il consiglio regionale ha chiesto un parere alla Corte dei Conti. Forse un atto dovuto, forse il tentativo di pararsi il culo. Pero’ qualcosa si muove!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...