Archivio per la categoria ‘Ferrari’


GIUSTAMENTE il 2012 non poteva che segnare la nascita del 12 cilindri di Maranello più esclusivo e performante che sia stato mai creato.

Diciamolo senza paura di smentita: un CAPOLAVORO.

Certo l’architettura tecnico-motoristica ha del suo, con il V12 con angolatura di 65° di 6.262 cc che innalza il limite raggiunto con un motore aspirato: 740 cv (che significano quasi 120 cv/l), 690 NM che permette di avere una coppia quasi massima già da 2.500 g/m fino al fondo scala, quando interviene il limitatore, a quota 8.700. Rapporto di compressione di 13,5:1 è la cornice a questo masterpiece.

E poi le prestazioni sono da reginetta del gran ballo: oltre 340 km/h (altro…)


(altro…)



È stata svelata in anteprima la nuova Ferrari che verrà presentata ufficialmente al prossimo Salone di Ginevra: la Ferrari FF, un V12 da 6 litri davvero rivoluzionario. (altro…)


La notizia che per le ultime 6 gare del campionato 2009 di Formula 1 la Scuderia Ferrari utilizzerà i servigi del romano Giancarlo Fisichella in sostituzione dello sfortunato e infortunato Felipe Massa, prima, e del deludente e lentissimo Luca Badoer subito dopo (anche se hanno dovuto aspettare 2 GP), lascia in me un misto di stupore e perplessità.

Preciso da subito che non stimo granché il pilota romano. Non penso sia quel fenomeno che – per ragioni a me non chiare – i giornalisti italiani decantano di lui. (altro…)


Lo avevamo anticipato: le piste più tradizionali avrebbero restituito i veri valori in campo, dimostrando che le Ferrari F1 MY2008 sono di un altro livello rispetto a chiunque altro.
Molto più forti delle BMW-Sauber, rischiacciate con un tonfo rumoroso sulla terra. E soprattutto delle McLaren-Mercedes, non tanto quella di Kovalainen (che un anno dopo e con un’auto molto più performante si trova ad aver realizzato in 8 gare solo 8 punti in più rispetto al 2007), quella di Lewis Hamilton. Si potrebbe controbattere che l’inglese ha fatto una gara sempre in salita in Francia: dopo il nefasto tamponamento da matita rossa a Montreal, era stato penalizzato con 10 posizioni dietro in griglia (mentre le avversarie di Maranello partivano felici dalla prima fila) e in gara per superare un avversario ha tagliato completamente la gincane ed è stato – giustamente – penalizzato con un drive trought. Però anche ieri durante le prove ufficiali il pilota McLaren era riuscito a fermare il cronometro con il 3° tempo, e quasi 3 decimi in più sulla pole position di Kimi Räikkönen. (altro…)


Lo dico subito così mi tolgo il peso: se fosse stato solo per Massa e Raikkonen la gara in Turchia sarebbe stata una noia mortale.
Ovvero meno male che ci sono stati piloti agguerriti e motivati (coinvolti meno nei calcoli mondiali) come Kovalainen, Rosberg, Trulli, Piquet e lo stesso Alonso ad animare la giornata turca.

Alla fine la Ferrari festeggia alla grandissima. Poteva andare meglio, ma ha vinto, con Massa, e ha portato l’altro pilota sul podio al terzo posto; consolida ancor più la sua leadership nel campionato marche (+19 punti sulla BMW-Sauber e +21 sulla McLaren-Mercedes; la Williams, 4^ con 50 punti esatti di distacco dalla rossa, non la prendiamo neppure più in considerazione); e infine Kimi Räikkönen resta pur sempre in testa al mondiale piloti d’avanti ad Hamilton (altro…)


Ancora una volta ci troviamo qui a celebrare la rossa di Maranello.
A tre settimane dalla corsa in Bahrain il cliché è il medesimo. A parti invertite tra i 2 scudieri, questa volta a primeggiare è il finlandese, Kimi Räikkönen, seguito da Felipe Massa.
Ma questa volta ancora più disarmante – per gli altri avversari – e prepotente – per le Ferrari – l’affermazione.
In tutto il caldo week-end catalano non è mai sembrato che nessuno potesse impensierire il duo. Quasi la scuderia corse della Ferrari fosse scesa in pista per una sessione di allenamento contro miti sparring-partner.
La Ferrari fa’ bottino pieno: pole positione, vittoria e giro veloce (con Raikkonen), doppietta, con il secondo posto di Massa, conferma della leadership nella classifica piloti e conquista della prima piazza anche nel campionato costruttori (da -1 a +12: niente male).
E gli avversari? divorati in un sol boccone. E che mangiata, anzi “que comida”, per dirla alla spagnola. (altro…)