Archivio per la categoria ‘Motociclismo’

La mia bella si rifà il trucco e il vestito

Pubblicato: 11 settembre 2009 da Sraddino in Blog, Motociclismo, Suzuki

Beauty in versione stradaleNo no … non è come forse avrà pensato chi non mi conosce …. non sto parlando della mia dolce metà!!! Qui si parla di bellezza a 2 ruote (e poi scusate…voi avreste messo le foto della vostra dolce metà con vestito e trucco nuovo in questo klog così mal frequentato??? 😀 ).

Si, finalmente mi sono deciso e ho comprato il vestitino nuovo alla mia bella dopo quasi 3 anni e mezzo di convivenza.

Originariamente la mia Suzuki GSX-R 750 K6 nasce “all black”; col passar del tempo però con vari regalini e personalizzazioni aveva (ovvio che il parere è di parte) man mano trovato quella personalità che la contraddistingue da tutte le altre moto “uguali”.

All’inizio fu il terminale Mivv, poi vennero pedane arretrate in ergal nere, leve freno e frizione nere, tubi dei freni in treccia, “polsino” copri serbatoio dell’olio dei freni personalizzato GSX-R, dischi a margherita e qualcosa che sicuramente al momento mi sfugge. (altro…)

Hopkins: fine dei giochi

Pubblicato: 11 settembre 2009 da Sraddino in Notizie, SBK, Video

John HopkinsE’ notizia di questi giorni il brutto incidente occorso al pilota del Team Stiggy Honda, John Hopkins, che (riportando quasi integralmente l’articolo di Motosprint a firma di Paolo Gozzi), rimasto coinvolto nella collisione tra Parkes e Tamada finiva a terra e veniva successivamente investito dalla Honda CBR-RR di Vittorio Iannuzzo.

L’ex pilota di Suzuki e Kawasaki MotoGP era rimasto a terra privo di conoscenza e successivamente trasportato in ambulanza all’ospedale di Adenau per approfonditi controlli che avevano escluso danni seri. Alcuni giorni dopo però la situazione è diventata più seria, anche se l’americano non rischia la vita e non avrà bisogno di terapie particolari, riposo a parte.

L’avventura Superbike per Hopkins è stata un autentico calvario. Dopo il difficile debutto di Valencia (undicesimo e dodicesimo) John si era fratturato l’anca destra nei primi minuti delle prove libere del successivo round di Assen e, dopo aver saltato due gare (Monza e Salt Lake City) è tornato in moto tutt’altro che a posto, stentando a ritrovare il ritmo. Fino al terribile botto di domenica scorsa che per lunghi minuti ha fatto temere addirittura per la sua vita. Il team Stiggy, che non ha ancora ufficializzato la notizia, probabilmente concluderà il Mondiale con il solo Leon Haslam.

Concludo augurando a uno dei più grandi “piegatori” della MotoGP, nonché mio ex idolo ai tempi della Suzuki in MotoGP, una veloce guarigione e un celere ritorno in sella!

Muggeridge sostituisce Neukirchner

Pubblicato: 27 agosto 2009 da Sraddino in Notizie, SBK

Karl MuggeridgeMax NeukirchnerVisto che lo sfortunato pilota della Suzuki, salito in sella dopo un lungo infortunio e tornato quasi subito in un letto di ospedale a causa di un altro infortunio, non riesce ancora a guidare il GSX-R 1000 del team di Batta, è stato deciso che verrà temporaneamente sostituito dall’australiano Karl Muggeridge.

Riporto integralmente di seguito l’articolo preso da http://www.worldsbk.com e fattomi notare dal sempre aggiornatissimo Amico Hernan 😉

(altro…)

Stoner, che ti succede?

Pubblicato: 11 agosto 2009 da Sraddino in MotoGP, Notizie

E’ ormai notizia certa che Stoner salterà le prossime 3 gare (Brno,Misano,Indy), quale sia il motivo esatto però non è dato saperlo.

Stoner a SepangSi parla di un virus ma nessuno si prende la briga di far sapere ai tifosi Ducatisti (e non) se sia una cosa per la quale preoccuparsi o (speriamo) no!

L’australiano verrà sostituito sulla Ducati ufficiale da Kallio mentre Fabrizio sostituirà Kallio sulla moto del team Pramac, almeno per quanto riguarda il gp della Repubblica Ceca (Brno).

Noi appassionati tutti (anche i Suzukisti come me) ci auguriamo che non si tratti di nulla di grave e che il campione della terra di canguri e koala torni presto in sella alla sua Rossa di Borgo Panigale.

P.S.: grazie a Hernan per la segnalazione.

Dadi, come la mettiamo ora con la sfida? Trovi un sostituto oppure facciamo che io ho Neukirchner KO e tu Stoner allettato? 😉


jorge-lorenzoNei pressi de Le Mans nella Francia occidentale, troviamo il mitico circuito Bugatti, famoso perché ci corre la 24 ore più importante al mondo.

Domenica 17 maggio 2009, si è corso – inoltre – il 4° appuntamento del campionato mondiale della MotoGP.
Una gara decisamente interessante e piena di colpi di scena. Dovuti anche (se non soprattutto) a un week-end particolarmente variabile dal punto di vista meteorologico. Che ha obbligato le squadre a spremersi le meningi nelle tattiche.

Da dove cominciamo? Direi … dalla fine 😉
Cioè dalla classifica finale: (altro…)

SBK Monza: la fortuna aiuta gli audaci.

Pubblicato: 12 maggio 2009 da Sraddino in SBK
Tag:, , , ,

Michel FabrizioSembra proprio che tutti gli sforzi e la grinta dell’italiano Fabrizio siano stati ripagati nella giornata di domenica.

In gara 1 mentre Michel si trovava in seconda posizione con Spies che aveva un discreto (ma non incolmabile) vantaggio, si ritrova sul primo gradino del podio grazie a un errato calcolo del carico di carburante che lascia a piedi l’americano e ammutolisce la R1; in gara 2 Haga viene fermato da un uccello dal quale viene colpito al braccio liberando così un posto sul podio finale del quale Fabrizio ha occupato (con merito ovviamente) il secondo gradino! (altro…)


rossi_yamaha_win_jerez2009DOPO 2 secondi posto nelle prime due gare dell’anno, battuto in quelle sedi prima da Casey Stoner e successivamente dal compagno di squadra Jorge Lorenzo, arriva a Jerez de la Frontera la prima vittoria anche per il dottor Rossi.
Vittoria prepotente e netta; soprattutto perché avvenuta in casa iberica, casa dei grandi avversari Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo. Proprio quest’ultimo, poi, aveva data l’impressione di essere d’un altro passo rispetto a tutti gli altri.

Invece in gara le forze espresse in campo sono state decisamente diverse.
La griglia di partenza (Lorenzo, Pedrosa, Stoner e – solo 4° – Rossi) avrebbe fatto immaginare una gara con gli spagnoli in primo piano inseguiti dai campioni del mondo delle ultime 2 edizioni.

Lorenzo invece si è perso quasi subito passando in pochi metri al 4° posto; e la gara sembrava fosse una pratica dell’ispanico di Honda e dello scudiero della Ducati; con qualche punto a favore del primo: Casey seguiva il passo, ma appariva un po’ corto di fiato. (altro…)