Posts contrassegnato dai tag ‘Aprilia’


A parte il pessimo gioco di parole, il primo fine settimana motociclistico dedicato alle derivate di serie offre una serie di spunti iniziali e di sicuro lascia presagire un campionato sul filo di lana.

La Suzuki si rivela competitiva da subito piazzando uno scatenato Leon Haslam 2 volte sul podio: primo in gara 1, secondo in gara 2 (complice anche un duello fratricida col compagni di squadra Sylvain Guintoli). Ottimo anche il doppio risultato di quest’ultimo che ottiene un 6 e un 4 posto.

Molto bene la Ducati che ottiene un secondo e un terzo in gara 1 rispettivamente con Fabrizio e Haga e una vittoria e un terzo posto in gara 2 con Checa, che vince beffando proprio alle ultime tornate Haslam, e Fabrizio, uno dei migliori. (altro…)

La più bella della WSBK

Pubblicato: 13 febbraio 2009 da Sraddino in SBK
Tag:, , , , , , ,

No, non è come forse avrete pensato, non si tratta di umbrella girls né di modelle in posa su belve da 180 cavalli e oltre…

Qui parliamo di cose serie: le moto!!!

Di seguito una “sfilata” di alcune delle bellissime che nel 2009 accenderanno di passione i pomeriggi stanchi delle nostre domeniche e che infiammeranno il nostro petto coi loro ruggiti!

A voi l’ardua sentenza…

(altro…)


Due notizie in un titolo. Anzi, più che due notizie un rumor e una certezza: l’Aprilia torna in superbike dal 2009 e alla sua guida ci sarà nientepopodimenoche… Max Biaggi!

RSV-4, questo il nome del mostruoso (almeno sulla carta) 4 cilindri di casa Aprilia che, tutti noi tifosi delle belle gare, ci auguriamo sappia inserirsi nella bagarre tra le più blasonate Suzuki, Honda, Yamaha e Ducati per la lotta al titolo (ho messo la Ducati per ultima perché mi è costata 2 cene!!!). (altro…)


qatar_notte_motogp.jpgFino a ora si è scherzato. Fatte le prove, i test, anche una fintissima competizione resa un pelino appealing dalla BMW Z4 in palio.
Ma adesso si fa’ sul serio. Dopo mesi di attesa, per noi infaticabili fan, il motomondiale riprende vita e lo fa’ nella penisola araba nell’emirato del Qatar sulla modernissima pista di Losail.
Per rendere più interessante la situazione si è deciso di correre in notturna con miliardi di watt in lampade alogene che avevano l’obiettivo di illuminare a giorno; ma allora si poteva correre direttamente con la luce del sole, giusto? Non è come nelle gare di durata (tipo le 24 ore di Le Mans o di Daytona) oppure nei rally dove il contesto in notturna è intima parte della competizione; e l’illuminazione è lasciata alla capacità dei fari delle vetture di squarciare il buio pesto; e ai piloti di vedere – dilatando le pupille – tra le ombre.
Non sprecheremo altre parole, concludendo la questione dicendo che a me non piace e lo trovo assolutamente inutile; anzi ‘stupido’.
Una particolarità? sono le visiere trasparenti che fanno vedere molto bene il viso e lo sguardo dei piloti; ma è poca cosa, non vi pare? (altro…)